beat cop Anteprime, PC

Beat Cop – Anteprima


Pixel Crow

Sviluppatore

11bit Studios

Publisher

Avventura

Genere

Jack Kelly era un detective. Un detective che è stato incastrato in un caso di omicidio. Degradato e lasciato solo un pò da tutti, deve ricominciare dalle strade di New York dove svolge il lavoro di un qualsiasi poliziotto di quartiere. Un Beat Cop.

Vediamoci il trailer:

L’idea degli sviluppatori(i Pixel Crow, di Varsavia) è quella di mantenere la trama come punto centrale del gioco, rendendo possibile giungere a multipli finali in base alle varie scelte compiute. Paradossalmente la parte più completa del gioco pare essere la grafica(in pixel art). Fino ad ora la realizzazione è sopraffina, i dettagli sono interessanti e la città è molto ben caratterizzata. Durante il nostro turno di lavoro ci sembrerà di camminare in una vera strada di una grande metropoli, con negozi vari e proprietari di nazionalità diverse. La schermata di gioco andrà sempre ad inquadrare la strada, un ampio marciapiede, i vari negozi presenti e i vicoli laterali. La parte bassa dello schermo sarà occupata dall’interfaccia utente che ci permetterò di compiere le svariate azioni possibili. Guardando l’immagine capirete facilmente. Avremo radio, pistola, manette e libretto delle contravvenzioni da usare quando servono.

Il gameplay

beat copAll’inizio di ogni giornata, il sergente ci darà una serie di istruzioni su come spendere al meglio il tempo del nostro turno. Solitamente si tratterà di una serie di obbiettivi da raggiungere, tipo fare x contravvenzioni, indagare su un fatto e varie altre cose. Preso nota dei compiti, ci ritroveremo sulla strada. Una cosa importantissima sarà la conoscenza del quartiere che dovremo pattugliare. Durante il turno si potrebbero ricevere delle chiamate per un furto e ci toccherà correre sul posto il prima possibile. La situazione che ci troveremo a gestire cambierà di volta in volta e si potranno fare delle scelte(ad esempio su come punire o se non punire il ladro preso con le mani nel sacco). Attualmente le giornate sembrano davvero piene di compiti all’inverosimile. Molto spesso il vostro tempo sarà troppo poco per riuscire a fare tutto quello che vi richiedono. Il fatto che la storia possa mutare in base alle nostre scelte è un fattore che incrementa la qualità al gioco. Bisognerà sempre verificare che questo accada davvero, ma in una versione early access non c’è modo di farlo a dovere. La parte che sembra un pò troppo ripetitiva è quella che riguarda le multe da fare. Questo compito tende a distoglierci dalla trama, rendendo il gioco un pò troppo monotono. Qualcuno ha richiamato Papers Please, ma il paragone non regge molto. Il gioco della 3909 ci forza a ricordare una serie di particolari che sono vitali per poter proseguire. Le multe in Beat Cop si fanno facendo tre click col mouse. L’unico modo per sbagliare è segnalare male il motivo della contravvenzione(sosta vietata, gomme ecc..) oppure se ci dimentichiamo di fare clic sulla matricola e sulla firma. Al momento il discorso multe pare un minigame, poco divertente e abbastanza noioso anche solo dopo due ore di gioco.

Interazione con i personaggi

beat copBeat Cop ha un sacco di momenti che ricordano le varie discussioni “maschie” dei classici poliziotti che troviamo nei film e serie tv anni ’80. Il limite tra tutore dell’ordine e farabutto pare essere molto sottile, se sorprendiamo un ladro o in altre situazioni possiamo mettere in pratica dei “trattamenti” poco civili. Tipo chiudere il malcapitato in un freezer e magari dimenticarci di tornare a liberarlo dopo un pò. C’è ovviamente la possibilità di essere clementi con i malfattori, facendo però imbestialire le altre persone(tipo il padrone di un negozio). Ogni nostra azione potrebbe avere influenza su una serie di indicatori che mostrano il nostro rapporto con le diverse parti in gioco. Possiamo evitare di fare una multa, facendoci amica la gente del quartiere. Lasciar andare un ladruncolo potrebbe farci evitare un’imboscata dalla banda locale, aiutare un bambina(figlia di un picciotto) potrebbe rendere felice un membro della mafia e via dicendo. Il gioco tiene traccia di tutto questo per mezzo di alcune variabili. Il difficile sarà accontentare tutti, perché alcune multe dovremo comunque farle per tenerci buona la centrale di polizia. La trama principale ci porterà a variare un pochettino la routine con compiti parzialmente diversi dal normale.

Considerazioni Finali

Beat Cop ha tutte le carte in regola per diventare un ottimo titolo. Forse un pò di nicchia, ma comunque molto bello. La grafica pare essere praticamente ultimata, fino ad ora i dialoghi sono ben scritti, pungenti e ben immersi nel contesto anni ’80. Rimane da verificare come possiamo andare a modificare la trama con le nostre azioni. Il resto sembra essere solamente lavoro da fare, le idee degli sviluppatori sono ormai più che solide. Purtroppo dopo un pò mi sono trovato davanti a parti di dialogo non tradotte dal polacco e ho preferito non proseguire.