Borderlands 2: ecco cosa ci aspetta


In una recente intervista si sono scoperti nuovi dettagli sul roboante gioco FPS/RPG in cell-shading degli uomini Gearbox, quindi gustiamoceli tutti assieme.

Come prima cosa, il sistema di generazione automatica delle armi è stato ancor di più pompato, per arrivare non solo a combinazioni sempre nuove che ci porteranno non solo alla scelta “prendo questo fucile perchè è più potente del mio”, ma pure ad una ricerca più precisa a seconda della situazione che dovremo affrontare: ugual discorso è poi valido per upgrade, scudi, manufatti alieni…etc: le possibilità saranno davvero un numero allucinantemente grande. Confermata la presenza dei Claptrap, anche se il loro ruolo sarà di poco più sotto tono rispetto al capitolo precedente: in ogni caso la loro follia robotica non mancherà di seguirci.

Differente invece il sistema dei personaggi, i quali oltre che cambiare in un manipolo di nuovi bizzarri individui capitanati dal Gunzerker, omone barbuto che si diverte a girare con due armi per volta (esatto, anche due lanciarazzi, e ora cortesemente niente sbavate grazie), si troveranno con un nuovo sistema di gestione delle abilità, che perdono lo stile classico del “aziono il mio potere con un tasto” per diventare più ramificate e combinatorie di molteplici elementi, miglioramento questo non da poco. Altro passo in avanti nell’ambiente, dove si è cercato di evitare la situazione “immenso deserto” dando una maggiore variabilità, con luoghi ben caratterizzati da situazione climatica (come il ghiaccio e la neve dell’alta Pandora), costruzioni e nemici (dalle classiche bestiacce a gorilloni senza cervello, da banditi stalker a mecha in stile DLC

“The secret armory of general Knoxx” al soldo della Hyperion) specifici per ognuno di essi.
A livello di storia infine ci siamo lasciati con una Cripta aperta, che in molti utilizzeranno per mille usi, dai più saggi ai più biechi, sino ad arrivare a vere e proprie mutazioni; noi interpreteremo dei classici poveracci lasciati a morire in mezzo alla tundra, che cercheranno di capire cosa sia loro capitato e meditare giusta vendetta.
Un gioco alla fine della fiera che promette di evitare un more of the same duro e puro, ma accontentando e divertendo gli appassionati del primo, già straordinario, capitolo.
Per ora fine delle comunicazioni, ci sentiamo in futuro per le ultime notizie da Pandora !


3 commenti on Borderlands 2: ecco cosa ci aspetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.