Centinaia di Cheater bannati da Battlefield 3


Electronic Arts ha annunciato attraverso il proprio account twitter di aver bannato dai server di Battlefield 3 centinaia di account che usavano scorciatoie o boost di vario tipo all’interno del capolavoro di DICE. EA ha provveduto a bloccare gli account di tutti coloro che sono stati pizzicati ad utilizzare stratagemmi atti ad aumentare innaturalmente le proprie statistiche e ha quindi azzerato le statistiche dei colpevoli. Nelle scorse settimane, secondo quanto affermato da BF3 Blog, era venuta a galla una nuova tecnica di boosting che permetteva di raggranellare svariate decine di migliaia di punti a partita sfruttando in maniera errata il kit di riparazione dell’ingegnere.

Electronic Arts ha affermato la propria volontà di continuare a monitorare la situazione attentamente e perseguire tutti quegli utenti che utilizzano metodi non convenzionali per ricevere vantaggi a livello di gioco o statistiche.  Il ban ha interessato tutte le piattaforme. Giocatori onesti gioite perchè finalmente non dovrete avere a che fare con punteggi gonfiati o con infestazioni di cheater!

 


3 commenti on Centinaia di Cheater bannati da Battlefield 3

  1. Andrea Lancioni

    Che poi non riesco a comprendere che gusto ci sia nel barare.. Credo che il divertimento nei giochi sia proprio riuscire a superare le sfide che il gioco ci mette di fronte, non nell’essere più furbi degli altri. Poi non ci si può lamentare se si viene bannati!

  2. Sebastiano Militti

    Speriamo che la grande EA riesca a monitorare la situazione attentamente, favorendo chi, onestamente, vuole soltanto divertirsi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.