Anteprime

Confrontation – Hands On


[dropcap]I[/dropcap]l panorama dei giochi da tavolo è da sempre terreno fertile per le trasposizioni videoludiche, gli esempi in tal senso si sprecano e qualunque giocatore che si rispetti non avrà difficoltà a trovare tra i cassetti della propria memoria un videogioco ispirato o basato su regolamenti provenienti da i più variegati giochi da tavolo. Non vi viene in mente niente? Allora vi do una mano io:  D&D, Warhammer, The Dark Eye, Risiko, Monopoly, Blood Bowl, Warhammer 40000 e molti altri. Come avrete testé intuito Confrontation si inserisce in questo filone di titoli proponendo un Action Gdr tattico basato sulle regole e sulla licenza dell’omonimo gioco di miniature vincitore nel 1999 di un premio come Best of the Show al Lucca Comics. Il principale dubbio che potrebbe attanagliare in questi casi gli appassionati  è il grado di fedeltà al gioco originale della trasposizione videoludica. Beh non temete perchè il nuovo lavoro di Cyanide Studio e Focus Home Interactive si dimostra allo stesso tempo fedele e distante dal gioco a cui si ispira proponendo un gameplay che fa vasto uso delle regole fissate nella controparte cartacea, ma ne adatta il concept alle dinamiche proprie del medium videoludico.

[jwplayer config=”Custom Player” mediaid=”23209″]

 Rag’narok

Confrontation screenshots

Gli scenari appaiono molto vari

La trama che regge le vicende raccontate in Confrontation vede quattro fazioni (Grifoni, Scorpioni, Sciacalli e Lupi) combattersi senza esclusione di colpi per il dominio sul mondo di Aarklash, reame mistico dove i sei elementi che compongono la realtà (Acqua, Fuoco, Aria, Luce, Tenebra e Terra) sono in perfetto equilibrio. Proprio questa caratteristica unica lo rende un piatto appetibile per ognuno dei contendenti, tanto appetibile da spingere gli Scorpioni a resuscitare il dio Arh-Tolt e a farlo ritornare su AArklash dando inizio al  Rag’narok, la tanto temuta guerra dell’era dell’oscurità, nel corso della quale gli dei avrebbero scelto i loro campioni mettendo Aarkhlash a ferro e fuoco. La nostra avventura ha inizio due decenni dopo il triste avvenimento,  gli Scorpioni continuano a guadagnare potere e nuove e più potenti creature minacciano gli abitanti di Aarklash, il tempio dei Grifoni decide quindi di compiere una mossa disperata nel tentativo di mettere la parola fine una volta per tutte ai piani eretici degli Scorpioni ed invia i suoi migliori campioni dietro le linee nemiche con il compito di investigare e svelare i piani dei potenti avversari. Inutile dire che sarà nostro compito portare a termine l’importantissima quest e salvare Aarklash dalla distruzione.

 

Un manipolo ben assortito

Confrontation screenshots

Il combattimento è il fulcro del gioco

La versione preview che abbiamo avuto l’occasione di provare conteneva i primi due livelli di gioco ed era corredata da un esaustivo tutorial che ci ha permesso di prendere familiarità con le dinamiche su cui si fonda il gameplay messo in campo da Confrontation. Lo stile di gioco proposto è ibrido e mescola in dosi equilibrate elementi strategico-tattici con elementi da gdr puro. In sostanza controlleremo un manipolo di personaggi, quattro in questa preview, con i quali dovremo esplorare i vari scenari che compongono il gioco affrontando i pericoli che ci si pareranno di fronte. Il combattimento avviene in tempo reale, ma in qualunque momento è possibile mettere in pausa l’azione per impartire ordini ai membri del party oppure sfruttare le loro abilità peculiari. Ogni personaggio infatti appartiene ad una classe specifica ed ha accesso ad una serie di abilità che possono essere suddivise in quattro categorie principali: attacco, supporto, cura e magia. Le classi disponibili sono parecchie,si discostano dalla suddivisione classica mago-guerriero-ladro e  lasciano spazio a diverse tipologie miste facendo si che quasi nessun personaggio sia specializzato in un unico settore. Il quadro è completato da un sistema di crescita che permette ad ogni personaggio di guadagnare livelli con il proseguire del gioco. L’albero di crescita è a dir poco completo ed oltre a poter aumentare le caratteristiche base (Forza, Costituzione, Agilità, Saggezza, Magia e Vivacità), ogni tot livelli acquisiti si possono potenziare le abilità in proprio possesso aumentandone gli effetti. Insomma le opzioni a nostra disposizione sono parecchie e se il buon giorno si vede dal mattino la versione finale dovrebbe permettere ad ogni giocatore di sbizzarrirsi a proprio piacimento per ottenere il bilanciamento che si adatta perfettamente al proprio stile di gioco.

Smetti di cliccare il mouse a caso

Confrontation screenshots

La tattica è fondamentale negli scontri

Quanto detto finora potrebbe far assimilare Confrontation ad un banale hack’n’slash tutto azione e poco cervello, ma ci teniamo a dirvi che non è affatto così. Ogni combattimento necessita di una buona dose di tattica e pianificazione per essere affrontato con successo e spesso si deve dare fondo alle proprie risorse per riuscire ad avere la meglio e portare a casa la pellaccia. Un po’ come succedeva nei vecchi e mai dimenticati Gdr di Black Isle ( la serie Baldur’s Gate) anche in Confrontation bisogna utilizzare con criterio le abilità a disposizione e saper utilizzare l’approccio giusto in base ai nemici che si ha di fronte. Ogni tipologia  di nemici infatti ha i propri punti di forza e punti deboli proprio come i nostri personaggi e per tale motivo utilizzare sempre la stessa tattica è assolutamente sconsigliabile, considerato il fatto che la morte di un membro del nostro party ci costringerà a ricominciare  dall’ultimo salvataggio. Il livello di difficoltà si attesta dunque su livelli impegnativi, ma mai frustranti grazie al doppio sistema di salvataggio che unisce un sistema di checkpoint ( chiamati punti di riposo) alla possibilità di salvare il gioco quando più ci aggrada. Ulteriore mitigazione è garantita dalla possibilità di salvare in extremis il personaggio caduto praticando prima dello scadere del tempo un’operazione di pronto soccorso che lo rimetta in piedi.

Lineare?

Confrontation screenshotsUno dei dubbi  che ci ha lasciato questa nostra prova è quello di una eccessiva linearità dello schema di gioco. Il level design non brilla per ispirazione e spesso l’unica cosa da fare è seguire il percorso che ci viene imposto con l’ unica variazione sul tema  rappresentata da alcune leve da tirare per aprire l’accesso ad alcune zone altrimenti inaccessibili. La sensazione è di trovarsi su un binario prestabilito dal quale non ci si può discostare, ma speriamo vivamente di essere smentiti dalla versione definitiva. Il gioco completo dovrebbe comunque garantire un buon grado di varietà sia dal punto di vista degli scenari che da quello delle tipologie di nemici, quindi non fasciamoci la testa prima di rompercela.

Ombre

Confrontation screenshotsIl comparto tecnico si è rivelato piuttosto solido e dotato di un’aspetto grafico  dettagliato, senza rallentamenti o bug di sorta quindi c’è di che sperare in vista della versione definitiva. Le musiche e il doppiaggio Inglese si attestano su ottimi livelli L’unica riserva che ci sentiamo di sollevare riguarda l’interattività con gli scenari che, almeno da quanto visto finora, appare limitata solo ad alcuni forzieri e rastrelliere di armi dalle quali recuperare bendaggi per la cura e potenziamenti per le nostre armi ed armature.

 

[toggle_box title=”Impressione” width=”600″]Il nostro primo incontro con Confrontation non può che definirsi positivo. La commistione di elementi strategici con elementi gdr lo rende un gioco molto particolare che potrebbe accattivare e catturare l’attenzione di molti appassionati. Il comparto tecnico si è rivelato solido e ben progettato mentre le meccaniche di combattimento godono di una discreta profondità capace di garantire un elevato numero di scelte in ogni situazione. Unica incognita rimane al momento la varietà delle tipologie di nemici, molto limitata nella versione provata. Non ci resta che attendere il 5 Aprile, data di uscita del gioco per avere delle conferme. [/toggle_box]

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.