Rubriche

Criticast #23 – Hard Christmas


Esegui

Amici ascoltatori dello Criticast, buone feste natalizie ed annuali! E giusto per punire chi ha aperto la pagina pensando che per Hard si intendessero cose zozzone, invece si ritroverà una delle nostre magiche puntate, tutta dedicata ad alcuni dei momenti più difficili nei videogames del passato. Guidati dai nostri babbinatali preferiti (ma mai quanto Babbo Nemesis) Giuliano Luongo, Roberto Tuxx Toia, Mattia Max Pagano e Mattia Camusso, e con la partecipazione speciale del nostro mitico ormai cugino di secondo grado spoilerante Sandro Sunstoppable Prete da Retrogaminghistory.it, sentirete di pappagalli velocissimi, gente che lancia la propria testa, eccidi di sanguisughe, uova volanti, pagliacci inquietanti e tante altre cosine simpatiche, per bestemmiare come catafalchi sotto all’albero di Natale.
Tra l’altro abbiamo scovato parecchi altri momenti di frustrazione frustrante, perciò chissà che un giorno non appaia una seconda incursione nella difficoltà in pixel.

E via di Sommario:
evil engin 9– Auguri nevrotici
– Spoileriamoci Bravely Default, così
– Programmatori economi e programmatori malvagi
– SKULLMONKEYS, piattaforme di precisione
– Ynt Eggs, saliscendi vegetale
– Evil Engine N°9, proiezioni dell’insulto
– Felicità, canti, balli, rutti e peti
– BATTLE OF OLYMPUS, miti a muzzo2471504-battle-of-olympus-vers
– Sanguinose sanguisughe e salmastre salamandre
– Nonnette resettone
– Acqua finta e zompi greci
– Ocarina of Inutility
– Ade è timido e romantico
– BIGGLES, volare senza fine… ma per davvero
– Difficoltà per chiudere il gioco
– Licenze e pendenze
– FINAL FANTASY VIII, the last boss
– Scalabilità della difficoltà… tranne lui
– Fusioni e diffusioni
– Più sei forte, più muori
gng-capfgt_firebrand_airhover1_3x– GHOST N GOBLINS, il demone rosso ti viene addosso
– Uno e trino
– Il sorprendente potere passato di finire cose durissime
– Falsi finali e pollici sanguinanti
– Quando è partita la scomparsa della difficoltà?
– Megaman Per e le proteste nintendare
– I primi terribili Megaman ed i percorsi predefiniti_-Tom-Clancys-Rainbow-Six-and-Rogue-Spear-PlayStation-_
– RAINBOW SIX e l’antico vaso
– Lo stealth assoluto
– Operazioni a tempo
– Un colpo di troppo
– Camminando nel verde e buio
– Try and die
– Spec Ops 2 e gli uomini paracarro
– Soldati camaleontici
– Giuliano saluta Babbo Nataleclaw parrot
– CAPTAIN CLAW e le difficoltà di un gatto pirata
– Salvataggi a mezzo e punti vita
– Sapere come fare
– Warp nel caso
– Livelli di piratesca articolazione
– Pappagalli malefici
– HOLLYWOOD MONSTERS, l’illogicità fatta punta e clicca
– Indizi e andare a perdersi tra le cose da fare… ma male
– Provare a caso non è il megliore3 nemesss
– Spoiler: un orrendo finale privo di senso
– RESIDENT EVIL 3 e lo scontro con Nemesis nel corridoio
– Silent Hill 2, quando il boss si annoia e se ne va
– SPIDERMAN XMEN ARCADE’S REVENGE, perchè Arcade è il cattivo
– Gli incubi del supereroe
– Wolverine e le palle dell’Ikea
– Gambit manda in crisi la Modiano
– L’arcobaleno mannaro: LJN1158320-spidey_and_x_men
– Scritte di fomento
– La inaudita lunga vita di questa casa
– DYNAMITE HEADDY, delirio psichedelico e testate
– Marionette alla riscossa
– Usare la testa, in senso stretto
– Una, nessuna e cento teste
– Temibili torri in rotazione
– La vita è un palcoscenicoheaddy_01
– Provaci ancora, Max
– La ridifficilizzazione dei giochi giapponesi
– Più facile in USA: Captain Silver
– Più difficile qua: Resident Evil
– Lo sfogo di difficoltà nipponica: i JRPG
– La classe difficoltosa della vecchia Nintendo
– SUPER MARIO 3 e gli ultimi livelli tremebondi
– La casa dei BOO
– SILVER SURFER, una pioggia di proiettili… ma verso di te118998-silver-surfer-nes-screenshot-an-assault-of-ghosts-upon-the
– Entrare nel mito per difficoltà
– Poche vite, 6 livelli, 1000 nemici, odio non quantificabile
– E’ possibile uscirne vivi?
– Facepalm d’avambraccio
– Nintendo: pali anali
– Finale a sorpresa… sempre peggio!
– Banferie inutili e brutte fame
– Vedetevi i pattern, così, per capire
– Furia natalizia
– Odio verso il mobilio e cecità indotta
fantasy-zone-master-system-6– FANTASY ZONE, la perdita della sanità mentale multitemporale
– Idea interessante venduta all’insulto supremo
– Il nemico della galassia è l’Euro
– Nemici dappertutto ed in ogni dove
– Negozi volanti ed armi a scomparsa
– Boss induttori di disperazione
– Boss + Boss
– Sempre più difficile, come se ce ne fosse bisogno
– Un nome per tuttodragon quest cross
– Twistone finale
– Consiglietti
– Seguiti e diffusione ovunque
– Ma proprio su ogni cosa!
– Longplay di trollaggio esplicito
– DRAGONQUEST e gli enigmi da piede
– Il segno della croce
– Croci su croce
– Il segno della croce – Il Film
– Saluti regalosi e feliciosi!