fairy fencer f advent dark force PC, Recensione

Fairy Fencer F: Advent Dark Force – Recensione


Compile Heart

Sviluppatore

Idea Factory

Publisher

Gioco di ruolo

Genere

Si espande Fairy Fencer F con la versione Advent Dark Force, per la gioia di tutti gli amanti dei coloratissimi JPRG con un’apprezzabile dose di zinne al vento. Passiamo subito a recensire!

ETERNO RITORNO

fairy fencer f advent dark forceEbbene chiarire fin da subito che Fairy Fencer F: Advent Dark Force non rappresenta un successore della saga sviluppata da Compile Heart, bensì trattasi di una versione estesa del capitolo originale sbarcato su PS3 e PC qualche tempo fa, provvidenzialmente recensito sulle nostre pagine QUI. Quindi a livello puramente narrativo non c’è da aspettarsi nulla di particolarmente nuovo, eccezion fatta per qualche cutscene aggiunta qui e là nella storia principale (tranquilli, dopo ne riparleremo). Storia che potremmo brevemente riassumere così: nei panni di uno sfaccendato chiamato Fang dovremo liberare la Dea, trafitta da una serie di spade in cui dimorano gli spiriti delle fate, le quali ci aiuteranno anche a sviluppare il nostro potenziale come paladini della giustizia.
Il plot seppur banale nel suo complesso appare ben realizzato e accattivante, infatti gli interminabili dialoghi dal vago rimando alle visual novel aprono ad una certa complessità sul profilo caratteriale di ogni singolo personaggio,
pur non distaccandosi troppo dai cliché tipici ripescati a piene mani dai shonen più popolari e facendo largo uso dell’ironia, senza mai dimenticare un po’ di sano fan service tanto caro ai giapponesi.

ANCHE LE FATE INVECCHIANO

fairy fencer f advent dark forceFairy Fencer F già nel 2013 non era propriamente una prodezza a livello tecnico. Benché la direzione artistica fosse oggettivamente ispirata e gradevole, i modelli poligonali e soprattutto gli ambienti apparivano dannatamente “old gen” anche per una PlayStation 3. Con Fairy Fencer F: Advent Dark Force questo gap tecnico echeggia maggiormente – non basta infatti il miglioramento di qualche texture per salvare la baracca; il tutto appare datato e dalle animazioni incerte. Continua invece ad essere gradevole ciò che in passato funzionava già bene, ovvero i portrait in alta risoluzione, i filmati, il sonoro e il doppiaggio in giapponese (guai a giocarlo in inglese!).
Fortunatamente il pigro lavoro svolto sul versante tecnico viene colmato da una serie notevole di extra esclusivi per questa versione, i quali vanno a migliorare drasticamente l’esperienza di gioco. In primis vanno citate le numerose cutscene e gli aggiornamenti narrativi, che seppur non stravolgendo il plot originale, riescono ad apparire ben integrati, restituendo una coerenza narrativa che metterà in luce nuovi aspetti grazie a due differenti storyline.fairy fencer f advent dark force
Oltre al fattore puramente narrativo, possiamo notare miglioramenti anche nelle meccaniche di gioco. Il party dei nostri eroi è stato incrementato fino a sei personaggi e ora vanta anche due volti nuovi giocabili. A questo vanno ad aggiungersi anche una serie di mosse, mostri e bilanciamenti vari in grado di arricchire in modo soddisfacente il gameplay, pur non giustificandone un nuovo acquisto a prezzo pieno per coloro che avessero già giocato la versione precedente.

UN JRPG ONESTO

Facendo il punto della situazione Fairy Fencer F anche nella sua rimasterizzazione rimane un buon JRPG capace di prendere vari elementi tradizionali del genere e amalgamarli nel suo background. Gli scontri appaiono divertenti
e immediati. Il battle system è discretamente profondo, a metà strada tra un action RPG e i classici a turni, con una strizzatina fairy fencer f advent dark forced’occhio costante a Hyperdimension Neptunia.
Meno vivace invece è l’esplorazione, fatta da dungeon dal level design scialbo e ripetitivo. Tuttavia essi sono funzionali e la possibilità di giocarli con differenti livelli di difficoltà rende il tutto meno stantio.
Nel complesso le meccaniche di Fairy Fencer F premiano i giocatori che amano grindare senza sosta, infatti sono proposti una caterva di obbiettivi extra da completare (roba del tipo cammina per 20000 KM, usa tale per tot volte, ecc ecc), oltre che le canoniche statistiche per potenziare i nostri beniamini.
Ammettiamo che come nella precedente incarnazione, una volta entrati nell’ottica giusta si fa davvero fatica a staccarsi dallo schermo, la curiosità di scoprire nuove interazioni tra i personaggi, unito al sadico piacere di falciare migliaia di nemici con il solo scopo di salire di livello, rendono la giocabilità estremamente immersiva e meritevole di essere sviscerata. In tutta l’avventura non si riscontreranno davvero mai punti morti, cosa che spesso non si può dire della maggior parte dei giochi di ruolo nipponici.

Valutazione

Grafica 72%
Sonoro 81%
Giocabilità 85%
Carisma 85%
Longevità 85%
Final Thoughts

Fairy Fencer F Advent Dark Force come nella sua versione originale è un titolo che gli estimatori del genere sicuramente ameranno con gli occhi a cuoricino; mentre chi odia i JRPG fieri e tronfi di esserlo non potrà fare a meno di vedere tutti i difetti. Tuttavia penalizzarlo sarebbe un errore, perché nella sua nicchia rappresenta uno dei migliori esponenti insieme ai vari Hyperdimension Neptunia. Peccato solo che questa edizione non risolva le troppe magagne tecniche di cui il titolo è flagellato, risultando così un acquisto marginale per chiunque l'avesse già giocato in precedenza. Tuttavia se non siete ancora entrati nel mondo di Fairy Fencer F questa è l'occasione buona.

Overall Score 81%
Readers Rating
1 votes
99

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.