fear the wolves Anteprime, PC

Fear the Wolves – Anteprima – Anomalia portami via


Vostok Games

Sviluppatore

Focus Home Interactive

Publisher

Battle Royale

Genere

Shenmue.

Fear the Wolves è un gioco, attualmente in fase early access, sviluppato dalla Vostok Games e pubblicato dalla Focus Home Interactive. Il concetto è il medisimo di PUBG e banda, quello del battle royale. La parte più interessante del gioco è l’ambientazione a tema stalker con la barriera sostituita dalle anomalie e qualche aggiunta al gameplay.

Come primo disclaimer vi avverto subito che gli screenshot filtrati tramite gli sviluppatori durante la fase iniziale dello sviluppo non sono paragonabili allo stato delle cose. Il gioco è graficamente molto peggio di quanto visto nei trailer e decisamente difficile da gestire anche con un ottimo hardware.

Il concetto

fear the wolvesNulla di nuovo sotto il sole dato che viene ripresa per intero la formula del battle royale che ha reso PUBG il titolo più giocato su steam, nonostante i moltissimi difetti. I tipi di giochi vanno a periodi, come è stato dimostrato dalle varie fasi in cui si sentiva solo parlare di moba, poi di survival e via dicendo. Senza una base tecnica solida, anche il miglior concetto del mondo tende a piegarsi fino a rompersi sotto al peso della community, che finisce per abbandonarlo. Fear the Wolves non credo abbia possibilità di competere con PUBG ma potrebbe ritagliarsi il suo spazio. I “vecchi” giocatori di Stalker sono stati legati a quel tipo di di mondo, un pò meno a quel gameplay più moderno. Riproporre quelle ambientazioni, desolate e infestate dalle erbacce è un punto di partenza che però farà un pò di fatica a sposarsi con il quasi nuovo genere battle royale.

La formula early access

fear the wolvesMettiamo in chiaro da subito che la formula early access mi è avversa da quando ho comprato Dayz nel lontano 2013. Qualsiasi titolo in early access può variare in qualsiasi momento, spostando lo sviluppo su binari molto differenti da quello che ci si poteva aspettare. Fear the Wolves non fa differenza, tenetelo ben presente in caso vogliate spingervi all’acquisto. Il prezzo andrà probabilmente a salire, ma rimane ancora molto da sviluppare per renderlo un gioco vero e godibile.

Gameplay

fear the wolvesAttualmente le partite sono passate da un minimo di 40 giocatori a una formula più ridotta, data la difficoltà del lato tecnico nel gestire la mappa e la mancanza generale di giocatori. Meno giocatori, circa 20, mappa ridotta a circa il 25% del totale. L’inizio ci vede paracadutarci da un elicottero da trasporto per poi iniziare la frenetica corsa alle armi. Una volta trovato un qualcosa con cui offendere potremo continuare a cercare equipaggiamento migliore, mentre tutto intorno a noi compaiono anomalie. Le variazioni rispetto alla formula classica vedono un’espansione del concetto di barriera. Avremo a che fare con un sistema più dinamico che vede zone di mappa come infestate da certi tipi di anomalie che possono farci perdere salute oppure costringerci a compiere certe azioni. Le condizioni meteo possono cambiare repentinamente (e essere votate dai giocatori che stanno assistendo alla partita). La seconda maggiore novità è la presenza dei lupi, che attaccano chiunque si muova e sono maggiormente presenti nelle zone dove è possibile trovare il loot migliore.

Comparto tecnico

fear the wolvesCome la quasi totalità delle versioni alpha, tutta la parte tecnica è da rivedere. Il dettaglio grafico è molto più basso rispetto a quello che ci si aspettava ma allo stesso tempo mette in difficoltà un 1070 e un i7 6600 come se niente fosse. Il frame rate è ballerino e permangono dei freeze dovuti al server e al motore grafico. Il sonoro sembra in una situazione migliore, sempre da sviluppare ma con qualche passo già fatto nella giusta direzione.

Ambientazione stalker

Il mio principale motivo di interesse che però non è rispecchiato molto bene. Nonostante i mezzi molto migliori rispetto al passato Fear the Wolves non riesce ancora a trasmettere quelle sensazioni tipiche di STALKER. La caratterizzazione spero verrà resa molto più specifica rispetto all’attuale landscape stile campagna russa con edifici in rovina. Manca un pò tutta la parte industriale, presente solo in piccola parte.

impressione

Fear the Wolves non è assolutamente pronto per essere giocato. La sua fase attuale di early access prevede che il titolo venga “maltrattato” e modificato spesso. Non aspettatevi un prodotto giocabile, non aspettatevi quello che avete visto nei video e negli screenshot. Quello, si spera, sarà il prodotto finale di un titolo che per ora non ha mostrato nulla di eccezionale. Un paio di buone idee possono renderlo interessante, ma non riusciranno a differenziarlo troppo dagli altri battle royale.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.