GOD WARS: Future Past PS4, Recensione

God Wars: Future Past – Recensione


Kadokawa Games

Sviluppatore

NIS

Publisher

GDR Tattico

Genere

Kadokawa Games cerca di riportare in auge i tattici della vecchia guarda, ma l’esperimento non è totalmente riuscito…

UN GIAPPONE MISTICO

Kadokawa Games per la sua opera ha voluto plasmare un tattico in stile old school, capace fin dalla prima occhiata di rimandare alla mente classici come Final Fantasy Tactics e Tactics Ogre pur discostandosi dal fantasy più tradizionale per abbracciare una soluzione più ricercata, come quella di abbinare vari elementi folkloristici dell’antico Giappone dando vita ad un scenario – almeno sulla carta – davvero intrigante. Nelle prime battute la storia sembra funzionare ed avere un certo GOD WARS: Future Pastspessore narrativo: scomodando ire divine, vergini, rivolte di palazzo e regine dai poteri magici. Il tutto, con il proseguire del gioco, prende toni meno apocalittici e più scanzonati, diminuendo così il pathos delle varie battaglie. Scelta a nostro parere non proprio brillante per un tattico a turno di questa portata, che doveva e meritava una sceneggiatura migliore. Infatti, non ci troviamo di fronte alla goliardia di un Disgaea, ma neanche ad una storia matura ed evocativa come Vandal Hearts. Semplicemente sembra passare in secondo piano, ed è un peccato perché toglie gran parte del fascino al genere di nicchia a cui si ispira: e, purtroppo, questo è solo il primo problema che affligge God Wars: Future Past…

UNA KATANA POCO AFFILATA

Il secondo grande tasto dolente del gioco è rappresentato dal comparto tecnico. Non che Final Fantasy Tactics e compagnia bella siano diventati famosi per la loro grafica, ma come si dice: anche l’occhio vuole la sua parte. A maggior ragione quando nel 2017 si realizzano ancora titoli che non solo hanno un motore grafico 3D approssimativo, ma che mancano pure di una GOD WARS: Future Pastdirezione artistica capace di farli spiccare dalla mediocrità. Tolti i bei video in stile anime, rimane davvero poco di memorabile per le nostre pupille in God Wars: Future Past. I modelli poligonali sono spartani e mal animati, soffrono addirittura di sporadici glitch grafici. L’impatto generale restituisce un feeling abbastanza desolante, tanto da apparire deprimente e terribilmente monotono, senza alcun appeal.
Discorso simile anche per le musiche e gli effetti sonori in generale. Nulla di particolarmente ricercato o suggestivo, solo un susseguirsi di risorse standard giusto per tappare i buchi. Inutile che se sommiamo tutto questo ad una narrazione non certo entusiasmante, rimane davvero poco della presunta epicità che dovrebbe trasparire nelle battaglie più concitate.

LEZIONE IMPARATA BENE

Abbiamo voluto evidenziare subito i problemi di God Wars: Future Past per calmare i bollenti spiriti: non ci troviamo di fronte ad un erede dei grandi tattici dell’era 32bit. Ma neanche lontanamente. Tuttavia il team Kadokawa Games una cosa è riuscita a svilupparla bene: le meccaniche di gioco. Infatti il titolo su questo versante funziona bene, e nella consueta “scacchiera” virtuale potremo muovere le nostre unità, facendo attenzione al terreno e calcolando l’attacco dei nemici. Inutile dire che per ogni nostro personaggio c’è un Job System pronto ad attenderlo, che per l’occasione conta ben tre mestieri da apprendere, garantendo così un’elevata personalizzazione tra le varie abilità attive e passive di ogni classe. La parte ruolistica è senza dubbio il punto forte del gioco e gli appassionati del genere si troveranno subito a casa. Il gioco offre anche un alto tasso di sfida dove sarà richiesto il griding estremo tramite un buon numero di sub quest. In ogni caso ad inizio avventura sarà possibile scegliere tra ben tre livelli di difficoltà, oltre a quello standard c’è un più agevole livello easy e uno per esperti che non tarderà a far cadere qualche crocefisso.
E’ davvero un peccato che un engine così riuscito e solido non sia stato seguito a ruota da un comparto tecnico più curato e una storia meglio strutturata. E’ possibile giocare e godersi God Wars: Future Past anche solo per le sue funzionali meccaniche di gioco, ma è indubbio che rimane l’amaro in bocca sul potenziale inespresso.

Valutazione

Grafica 59%
Sonoro 63%
Giocabilità 82%
Carisma 68%
Longevità 78%
Final Thoughts

Le premesse di God Wars: Future Past di riportare i tattici ai livelli di masterpiece del calibro di Tactics Ogre o Final Fantasy Tactics è più che lodevole. Peccato che, nonstante la presenza di meccaniche solide, il gioco risenta di un comparto tecnico poco ispirato e mal sviluppato. Inoltre, la storia manca di mordente per essere appassionante. Un vero peccato, perché le carte in regola per essere un titolo memorabile la fatica di Kadokawa Games le aveva pure, ma a conti fatti si tratta di un discreto esponente del genere, ma - davvero - niente di più.

Overall Score 70%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.