Anteprime

Gotham City Impostors – Beta Hands-on


Negli ultimi anni i prodotti della Warner Bros. legati al brand di Batman hanno riscosso tutti un successo strepitoso. Basti pensare alla magnifica trilogia cinematografica di Christopher Nolan e alle due trasposizioni videoludiche targate Rocksteady elogiate da critica e pubblico. Sull’onda di questo successo ecco che Warner si prepara a pubblicare un nuovo titolo, sviluppato da Monolith Productions (F.E.A.R., Condemned, Aliens Vs Predator 2), ambientato nella città che fa da sfondo alle gesta del nostro “pipistrello” preferito, la oscura e affascinante Gotham City, rivisitata per l’occasione in chiave umoristica. Stiamo parlando di Gotham City Impostors del quale abbiamo potuto recentemente provare la versione Beta: Ecco le nostre impressioni.

 Batman, oppure no?

Gotham City Impostors

Gli scontri sono piuttosto concitati, puntando sull'azione frenetica ma senza tralasciare la componente tattica.

Impostors è un FPS ambientato in una Gotham City lacerata da una guerra fra due fazioni: i Bats e i Jokerz. Entrambe sono formate da persone qualunque desiderose di emulare le gesta del loro rispettivo beniamino e scommetto che dati i nomi non farete fatica a capire di chi si tratta. Ed è cosi che una volta indossate improbabili (e improponibili) uniformi fatte in casa e imbracciate le armi, anch’esse fatte in casa, i due gruppi si mettono a scorazzare per le vie di Gotham scontrandosi in battaglie all’ultimo sangue per la supremazia sulla città. In termini di gameplay  il tutto si traduce in un gioco incentrato su battaglie multiplayer tra squadre di 6 giocatori, caratterizzato da una accentuata vena umoristica. Da questo capirete che Gotham City Impostors non è un gioco su Batman e non pretende di esserlo. La sola cosa che prende in prestito dal leggendario fumetto della DC è, come detto sopra, l’ambientazione che serve a giustificare lo stile dei personaggi. C’è da dire però che la Gotham City vista in questo titolo  assomiglia ben poco a quella gotica e tenebrosa a cui siamo abituati. Iniziando per la prima volta una partita in Amusement Mile, una mappa che riproduce un allucinante luna park, vi sembrerà di essere stati catapultati nei deliri di un fan accanito di Batman con l’hobby della tossicodipendenza. Di certo il veder sfrecciare davanti a voi degli uomini adulti con delle scatole in testa a mo di maschera e parrucche verdi mentre si danno battaglia a colpi di boomerang e fucili congelanti, non farà altro che acuire la sensazione di trovarvi all’interno di un’esilarante allucinazione. L’unica altra mappa disponibile nella beta chiamata Vicolo del Crimine ci propone uno scorcio di periferia urbana con palazzi costellati di murales e insegne luminose che rendono l’ambiente decisamente vivace. In effetti vivace è forse la parola che più si adatta a descrivere il tripudio di colori e luci brillanti che vi troverete di fronte giocando a questo titolo.

 Vivere e morire a Gotham City

Gotham City Impostors Beta Screenshots

E' importante tenere gli occhi aperti! Il nemico può giungere da ogni dove

In questa beta ci è stato possibile provare due modalità di gioco una denominata Suffumicazione e l’altra Guerra Psicologica. La prima è basata sul catturare e difendere alcune postazioni che altro non sono che giganteschi diffusori di gas. L’obiettivo è quello di saturare la zona con il proprio tipo di gas impedendo agli avversari di fare altrettanto. Quando il livello di saturazione sarà completo il match terminerà e nel caso siate nella squadra dei vincitori assisterete alla “soffocante” dipartita dei vostri avversari. Nella seconda bisogna invece lottare per conquistare una batteria per auto che dovremo poi agganciare a degli altoparlanti per diffondere nell’etere dei messaggi di propaganda del proprio gruppo. La batteria una volta raccolta potrà esservi strappata con la forza dal nemico ma se riuscirete ad agganciarla e a difendere l’altoparlante per 30 secondi esatti, un potente attacco mentale demoralizzerà i vostri nemici rendendoli incapaci di utilizzare le proprie armi e lasciandoli alla vostra mercé. Sebbene le due modalità non siano altro che una rivisitazione delle stra-abusate Cattura la Bandiera e Re della Collina, le partite risultano molto divertenti da giocare grazie alla struttura delle mappe, che sebben piccole risultano complesse al punto giusto,  e a delle azzeccate scelte di gameplay per quanto riguarda armi e gadget. Da quanto trapelato su internet nella versione finale dovrebbe essere compresa anche la classica modalità Deathmatch ma data la sua assenza non possiamo esprimerci su di essa.

I ferri del mestiere

Gotham City Impostors

All'attacco pipistrelli!

L’arsenale di gioco oltre ai classici fucili d’assalto, da cecchino e a pompa, include anche strumenti d’offesa molto particolari come un silenzioso e letale arco da caccia, un fucile congelante e una fionda lancia-granate a munizioni rimbalzanti. Le singole armi possono essere modificate con vari congegni come mirini, silenziatori e riduttori di rinculo. Non illudetevi però di trovare armi reali nel menù di selezione, tutte quelle presenti sono realizzate con mezzi di fortuna o comunque funzionano in modo diverso che nella realtà. Fra i gadget troviamo invece il rampino, utilissimo per raggiungere punti elevati, la bomba a molla, con un funzionamento simile a quello di una mina di prossimità, degli occhiali da cecchino che vi permettono di individuare il nemico attraverso le pareti e  di “markarlo” ai vostri compagni e questo solo per citarne alcuni. Il nostro consiglio è di provarli tutti almeno una volta in modo da trovare quello che più si confà al vostro stile di gioco.In aggiunta all’equipaggiamento sarà possibile scegliere due abilità che conferiranno dei bonus speciali al nostro personaggio come una maggior precisione o un’accelerata capacità di recupero dei punti vita.

gotham-city-impostors

La personalizzazione è un elemento cardine del gioco

Non tutte le armi e i gadget saranno disponibili da subito ma, similmente a come accade in COD, si potranno ottenere man mano che salirete di livello accumulando punti esperienza tramite le uccisioni e il completamente di alcune piccole sfide, chiamate per l’occasione Imprese Ablità. Ogni tot di livelli vi verranno assegnati dei punti sblocco da poter spendere a vostro piacimento. Ad influire positivamente sul gameplay c’è anche la possibilità non da poco di poter personalizzare il proprio alter ego virtuale nei minimi particolari. Se ne può decidere la stazza fra le cinque disponibili, Agile (unica skin femminile), Rapido, Bruto, Possente e Massiccio, che si caratterizzano per differente velocità, capacità di trasporto equipaggiamento e resistenza ai colpi. L’Agile e il Rapido sono i più mingherlini, adatti a chi ama spostarsi velocemente sul terreno di gioco sacrificando la possibilità di poter usare armi pesanti e di assorbire molti danni. Il Possente e il Massiccio sono la scelta di chi vuole fare un largo utilizzo di armi pesanti e sentirsi un vero e proprio “carro armato” quindi potente e resistente ma lento. Il Bruto infine è la stazza più equilibrata senza essere ne troppo lento ne troppo veloce e con una dose di punti vita media. La stazza influisce anche sui danni che provocherete con il colpo corpo a corpo. Ovviamente il colpo di un Possente sbriciolerà un Agile come un pezzo d’argilla, mentre quest’ultimo dovrà colpire per ben due o tre volte un avversario di mole superiore per riuscire ad abbatterlo. Oltre alla corporatura potrete personalizzare il volto, il timbro della voce, e perfino il profilo psicologico. Come per le armi, all’inizio la vostra scelta sarà limitata ma potrete ampliarla grazie ai  punti sblocco.

Discorso a parte per gli elementi del vestiario che andranno sbloccati tramite l’utilizzo di alcune monete speciali che si guadagnano in base alle prestazioni in partita. Ogni gruppo ha un suo stile  personale in fatto di abbigliamento. Se militerete fra i Bats avrete di che scegliere fra mantelli e cappucci mentre fra i Jokerz sarete indecisi sul tipo di trucco facciale da sfoggiare in battaglia. Inutile dire che anche qui l’ironia la fa da padrone, con una selezione di abiti strambi e alquanto inadatti al combattimento ma molto in linea con il “credo” delle due fazioni.

Anche la maschera ha la sua importanza

Graficamente il gioco si assesta su buoni livelli. I modelli poligonali dei personaggi sono ben realizzati e lo stesso si può dire per le animazioni che risultano abbastanza fluide. Le texture purtroppo non brillano per pulizia risultando molto spesso sgranate, soprattutto per quanto riguarda gli edifici. Altra pecca è la totale assenza di un motore fisico che ci permetta di interagire con l’ambiente. Sparare a delle scaffalature senza veder volar via nemmeno un singolo oggetto lascia un po’ l’amaro in bocca. Analizzando il multiplayer abbiamo riscontrato alcuni problemi di connessione ai server ma è probabile che si tratti di probGotham City Impostorslemi provvisori che saranno risolti nella versione finale. Per quanto riguarda la lag nulla da segnalare, il gioco scorre fluido senza scatti di sorta. Pura tecnica a parte, la caratteristica più peculiare del titolo rimane l’atmosfera goliardica e folle che gli sviluppatori sono riusciti a donargli tramite piccoli ma preziosi accorgimenti. Uno di questi è ad esempio la costante presenza di personaggi in stile “cartoon” che ci accompagnano attraverso i menù di gioco e persino nei caricamenti intrattenendoci con delle statistiche random riguardanti il multiplayer o dei preziosi consigli. I personaggi compaiono anche in delle gustose scenette nelle numerose sezioni di tutorial che potrete attivare in qualunque momento tramite la pressione di un tasto per saperne di più su armi e modalità di gioco. Altro esempio è la voce fuori campo che vi accompagnerà durante le partite, commentando le vostre azioni con frasi sarcastiche e schernendo voi o gli avversari a seconda dell’andamento del match.

[toggle_box title=”Impressione” width=”600″]Gotham City Impostors si presenta come un gioco frenetico e divertente. L’ironia, unita alla creatività e all’originalità del gameplay, crea un mix esplosivo rendendo questo schizofrenico FPS un prodotto con una propria identità e non uno dei tanti anonimi sparatutto presenti oggi sul mercato. Contando poi che quella presa in esame è solamente la versione beta, quindi non rifinita e comlpeta di tutte le mappe e funzionalità, si può tranquillamente affermare che ci troviamo davanti ad uno dei migliori titoli digital delivery mai realizzati.[/toggle_box]

 

 

 

 


2 commenti on Gotham City Impostors – Beta Hands-on

  1. Pingback: Gamerscritic.it | Gotham City Impostors, aperta la beta pubblica - Gamerscritic.it

  2. Pingback: Gamerscritic.it | Gotham City Impostors, appuntamento fissato per il 7 Febbraio - Gamerscritic.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.