Il genocidio dei Claptrap in Borderlands 2


Nel corso di una intervista rilasciata ai colleghi di digitaltrends, l’uomo chiave Gearbox Randy Pitchford ha spiegato secondo quali termini vi sarà il ritorno della figura del Claptrap nell’atteso Borderlands 2: sì, avete letto correttamente DEL e non DEI, dato che dopo l’affare della roborivoluzione (uno degli ultimi DLC rilasciati per il primo capitolo), la Hyperion ha preso la secca decisione di bloccarne la produzione, nonchè sterminare completamente tutti gli automi di tale tipo, distruzione dalla quale è però scampato il primissimo Claptrap, quello che ci ha accolto su Pandora e che vedevamo muoversi e ballare nella schermata dei menu. Ovviamente il fatto che l’intera sua “popolazione” sia stata spazzata via non è stato preso bene, ed ora il nostro amico metallico è carico di vendetta nei confronti dei suoi creatori “un po’ come Rutger Hauer in Blade Runner, solo con meno capelli biondi, ambiguità e sex appeal”, scherza Pitchford.
Il Claptrap sarà quindi in grado di aiutarci durante gli stessi combattimenti, ovviamente a modo suo, cioè aprendoci il cammino e motivandoci con le sue frasi bizzarre; ed al proposito degli scontri, l’intelligenza artificiale del nemico sarà davvero molto curata, portandoci a combattere contro automi che si aggiustano vicendevolmente e gruppi di banditi da mettere uno contro l’altro, per lasciare che si ammazzino tra loro; infine vi saranno bestie elementali, in grado di trasferire le loro qualità su altre normali: per intenderci, uno Skag di fuoco sarà in grado di trasformare skag normali in altri più simili a lui e immuni dai danni di fiamma.
Viene poi raccontato un aneddoto sulla creazione di queste simpatiche scatole con una ruota rompitasche: sono nate da disegni fatti per caso da uno dei progettisti, che piacquero talmente tanto da volerne inserire almeno uno nel corso del gioco… che così trovò, a mio parere, la sua vera e propria mascotte. Speriamo che il sopravvissuto possa portare a qualcosa del tipo “the rise of Claptraps”!


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.