mastema: out of hell PC, Recensione

Mastema: Out of Hell – Recensione


Oscar Celestini

Sviluppatore

Forever Entertainment

Publisher

Platform

Genere

Con fierezza patriottica, oggi vi proponiamo la recensione di Mastema: Out of Hell, platform vecchio stile dalle ambientazioni infernali made in Italy a firma Oscar Celestini! Sotto col trailer, che poi si recensisce:

Momenti infernali di qualità

Come già saprà chi ha letto la nostra anteprima, in Mastema: Out of Hell vestiremo i panni di un dannato rinchiuso all’inferno (in quanto dannato non è che lo si poteva rinchiudere in pizzeria). Deciso a fuggire da cotanta dantesca prigione, il protagonista coglierà al volo l’occasione di fregare un’arma a un angelo morto – stramazzato da un demone – per inermastema: out of hellpicarsi nell’evasione. Da qui inizierà la sfida contro mostri deformi di genere e soprattutto contro innumerevoli salti e baratri da morte istantanea.

Il gameplay è quello tipico dei platform bidimensionali a scorrimento laterale: saremo chiamati a recarci dal punto A al punto B cercando di non farci sbrindellare lungo il percorso. I vari stage sono tutti più o meno a “tema”, tutto ovviamente di piacevole ispirazione death metal e dintorni che si traduce in fondali ricchi di elementi classici dell’horror, featuring: scheletri giganti di creature non meglio identificate; cascate di anime in pena (o presunte tali); occhi vari osservanti; altri occhi ma più ammucchiati; varie; eventuali. Le capacità offensivo del protagonista saranno quantomeno limitate: in assenza della possibilità di zompare sui nemici con finalità assassine, per uccidere qualcuno/qualcosa dovremo recuperare l’arma base – il coso angelico di cui sopra – e poi sbloccare altre rompendo oggetti di decoro, tipo Castlevania. Decedere ci farà perdere tutte le armi – e l’arma basa non sarà recuperabile in tutti gli stage, per il tripudio dei bestemmiatori seriali.

Inferno d’altri tempi

In linea generale, la realizzazione della struttura dei livelli ci sembra più che soddisfacente: non è mai troppo facile procedere (anzi!) mastema: out of hellma, al contempo, con un po’ di pratica si potrà già speedrunnare con qualche soddisfazione. Alcuni livelli avranno una “doppia uscita”, portando in uno stage diverso – cosa utile per il livello generale di varietà. A tal proposito, confermiamo la buona logenvità del pacchetto non solo in fatto di chilometraggio/numero di livelli. Anche i boss sono ben realizzati, tanto per estetica quanto per dinamiche di combattimento.

A conti fatti, si può notare come Mastema: Out of Hell svolga molto bene il suo lavoro di platform retrò, proponendoci una serie di elementi classici più che consolidati in un formato horror buzzurro e soddisfacente quanto basta. Il gioco riesce a intrattenere centrando in pieno lo spirito vintage al quale aspira, facendolo rivivere in un’intensa avventura capace di rievocare le sane bestemmia avvinazzate di un tempo, davanti a un Castlevania o un Mega Man del momento.

Concludendo…

Sotto il profilo tecnico, Mastema: Out of Hell si comporta piuttosto bene. Il sistema di controllo del gioco funge in maniera più che efficace, senza mai lasciarci in mutande davanti alle varie forme di fiamme dell’inferno. I tempi di risposta sono buoni, e il mastema: out of hellmovimento del nostro alter ego ci è parso sempre efficiente e mai scivoloso o grossolanamente sclerato. L’unico neo è legato ad alcune dinamiche di salto: avremo qualche difficoltà inspiegabile a superare ostacoli zompando “sul posto”, e alcune piattaforme presentano qualche piccolo problema di rilevamento sul margine (altresì detto pizzo), incrementando di un pelo il numero di cadute standard.

La grafica è molto ben realizzata (simpatica l’idea di implementare un modalità video stile monitor CRT) tanto per l’estetica degli stage che dei personaggi; anche i cromatismi, dai toni sempre – giustamente – tetri ma non smorti, sono gestiti con grande perizia. Ben curata anche la colonna sonora, con il tema principale curato dalla band metal italiana Grim, capace di dare quel fattore tamarragine in più a quest’oscura avventura; a latere, segnaliamo anche la buona resa degli altri effetti sonori.

 

Valutazione

Grafica 81%
Sonoro 80%
Giocabilità 75%
Carisma 85%
Longevità 80%
Final Thoughts

Mastema: Out of Hell è un ottimo prodotto indipendente che, partendo dalla fascia budget, riesce a intrattenere come si deve e fomentare i fan dei platform d'altri tempi. Il mix di gameplay efficace e buona estetica lo rendono molto appetibile per tutti i giocatori con un occhio al passato e amanti della sostanza.

Overall Score 80%
Readers Rating
1 votes
99

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.