3DS, Recensione

Monster Hunter 4 – Recensione


Capcom

Sviluppatore

Capcom

Publisher

Combattimento contro mostri

Genere

La difficoltà nel definire il genere a cui appartiene Monster Hunter 4 è la perfetta rappresentazione del gioco. Il marchio MH approda sulle coste Europee nel lontano 2005 con il primo capitolo pubblicato per Playstation 2. Il successo è stato immediato e mamma Capcom capisce fin da subito di avere creato un brand sforna-soldi. Seguiti, espansioni e spin-off si sprecano, soprattutto in terra del sol levante, dove notoriamente il fomento azzera l’intelligenza e frotte di esaltati si lanciano quotidianamente all’assalto di negozi gridando “TI AMO CONSUMISMO!”.
Nella nostra cara europa invece, patria di savie e moderate persone… si fa per dire… mamma Capcom si limita a pubblicare versioni definitive, Deluxe, Ultimate e compagnia bella, che raccolgono tutti gli extra, abbondantemente testati su singoli DLC giapponesi, in un unico titolo. Prendendo in prestito una battuta di Aldo Giovanni e Giacomo si può quindi dire, con incredibile senso letterale: “ridendo e sterminando” eccoci giunti al quarto capitolo della saga.

A CACCIA DI MOSTRI

Monster Hunter 4 Screen (2)Saranno sicuramente pochi i lettori di questa recensione che non conoscono l’universo di Monster Hunter, ma cercherò di andare incontro anche a loro.
MH è un gioco strutturato in missioni che vi vede affrontare una vasta tipologia di mostri. Ogni incarico ha un suo obbiettivo, che di solito combacia con la morte o la cattura di una determinata creatura in un tempo limite. Non confondete questo con una versione Arena, comunque presente nel gioco, perché il vostro compito non si limiterà mai al semplice combattimento. Come un vero cacciatore, solo in un territorio ostile, dovrete prima di tutto trovare la vostra preda e sarete liberi, lungo la strada, di raccogliere risorse (da piante, bacche, rocce, ma anche da mostri minori che potete sconfiggere e scuoiare) per costruirvi pozioni, trappole, utensili, tutto quanto vi potrà servire per la caccia vera e propria.
Prerogativa fondamentale di ogni MH è l’impossibilità di avere una qualsiasi informazione sui mostri che state cacciando. Niente barre della vita, niente baloon con il danno prodotto dalla vostra arma, niente focus che vi tiene inquadrato il nemico: per riuscire nella vostra impresa dovrete sempre osservare la vostra preda e imparare a riconoscerne i comportamenti. Intendiamoci, le care vecchie mazzate senza criterio sono sempre la soluzione universale ad ogni problema, ma i cacciatori più smaliziati sanno sfruttare i punti deboli dei vari mostri e facilitarsi il compito; Monster Hunter 4 Screen (4)mentre i più imprudenti o impreparati scoprono presto che la caccia è imprevedibile e può ribaltare una situazione di vantaggio in qualsiasi momento.
Dietro a questo scheletro c’è tutto il mondo che gli ruota attorno. Il vostro personaggio non ha statistiche o livelli, le vostre capacità aumenteranno solamente acquisendo equipaggiamenti migliori. Ci sono varie tipologie di armi (quattordici se vogliamo essere precisi), ognuna con un suo diverso sistema di utilizzo. All’interno di  queste tipologie ci sono poi diverse armi con diverse statistiche e proprietà che potrete migliorare con le parti di mostro ottenute nelle missioni. Idem per le armature.

TRA FELYNE E MERCANTI

Monster Hunter 4 Screen (4)Ad aiutarvi nel vostro incarico tornano ad esserci i vecchi felyne: uno che vi seguirà sin dall’inizio e altri che potrete assoldare durante le missioni. Proseguendo nel gioco e sbloccando i vari incarichi del villaggio potrete arrivare ad assoldare fino a cinquanta felyne, ognuno con proprie e diverse abilità. Di questi potrete sceglierne uno da affiancare al Primocompagno, e altri quattro che con i loro ruoli decideranno le abilità di chi vi accompagna. Ad esempio se porterete molti felyne di attacco questi potenzieranno la vostra arma e attaccheranno il nemico, se porterete quelli di raccolta ignoreranno i mostri e si lanceranno in giro facendo gli accattoni, se porterete quelli di supporto potrebbero localizzare i mostri per voi e magari piazzare qualche trappola di tanto in tanto. Ognuno di loro può essere addestrato di modo da aumentare il suo livello e potenziare i suoi valori.
Monster Hunter 4 Screen (3)Tra una missione e l’altra i villaggi (perché stavolta saranno più di uno ed esplorabili a piacere) svolgono un ruolo tutt’altro che secondario. Tra felyne e mercanti dovrete dare il via a spedizioni ed effettuare scambi per ottenere i materiali che non si trovano sul campo di battaglia; dovrete prepararvi l’occorrente per andare in missione combinando gli oggetti nella vostra cassa (quasi) senza fondo; dovrete scegliere come abbinare i vari equip che vi siete (faticosamente) forgiati; dovrete nutrirvi all’occorrenza combinando i cibi dello chef per ottenere i diversi bonus.
Insomma, come sempre, la caccia è solo la punta dell’iceberg.

NOVITA’: ANTIQUARIATO, INSETTI DA COMBATTIMENTO E RODEO

Monster Hunter 4 Screen (1)A differenza del solito giro in libertà che potete fare senza accettare nessuna incarico, nel quarto capitolo c’è la possibilità di effettuare delle esplorazioni. Si tratta sostanzialmente di missioni senza tempo limite e composte da una successione di aree casuali. In questi luoghi potrete trovare come sempre mostri, felyne e risorse, ma la vera utilità sta nelle armi e armature sotterrate. Queste sono una versione alterata di quelle che potrete forgiare con i materiali e i valori casuali che le contraddistinguono vi daranno l’eterna speranza di trovare l’arma definitiva nascosta tra ciottoli ed erbacce. Nessuna di queste armi però è utilizzabile sin da subito, dovrete anzi ripulirla dalla ruggine chiedendo all’unico fabbro in grado di farlo e consegnandogli l’indispensabile abrasivo che, ovviamente, è uno dei materiali più rari del gioco.
Le due armi nuove sono una combinazione di spada e scudo che si trasforma in un ascia, e un bastone con allegato un insetto da polso. Monster Hunter 4 Screen (3)Sarete liberi di nutrire tale insetto con ciò che vi pare, modificando l’elemento che andrà ad influire sul vostro attacco, ma la meccanica di cui più mi preme parlare è l’effetto-molla del bastone.
Sfruttando quella proprietà dell’arma, o lanciandovi dalle numerose sporgenze, avrete la possibilità di saltare in groppa ai mostri e iniziare un vero e proprio rodeo. Se riuscirete ad infliggere abbastanza colpi sulla sua schiena, senza essere disarcionati, il mostro cadrà a terra rantolante di dolore e questo vuol dire pochi secondi in cui sarà alla vostra mercé. Grasso che cola.

TIRANDO LE SOMME (aka TL;DR)

Monster Hunter 4 Screen (1)MH 4 non è un miglioramento o un rinnovamento della serie, è la consacrazione. Ovviamente ci sono novità, ma non modificano lo stile di gioco. Si è cercato di renderlo più intuitivo e rivolto anche a giocatori meno esperti, da quel punto di vista sono stati fatti passi da gigante, ma la difficoltà rimane intatta e ci sono molte cose che le guide non dicono.
Il 3DS rimane un “controller” esageratamente scomodo per un gioco del genere, lo schermo ridotto cerca di fare il possibile per inquadrare le bestie mastodontiche che dovete affrontare e fa il possibile con il dettaglio; eppure il mercato e i giocatori hanno già dimostrato che MH ha la sua dimensione proprio nelle console portatili. A tutti piace inframezzare la vita quotidiana con battute di caccia e affrontare le missioni con gli amici, per non parlare dell’impagabile effetto 3D quando si affrontano mostri giganteschi. Street pass e Multiplayer bene o male sono la stessa cosa dell’episodio precedente e funzionano. Monster Hunter 4 Screen (5)C’è da immaginarsi che Capcom, come già ha iniziato a fare, pubblicherà materiale scaricabile (missioni, felyne e quant’altro) e quindi “lasciate ogne speranza, voi ch’ intrate”, da Monster Hunter non si esce più. Il clima che si respira è sempre lo stesso: nel mondo delirante di armi giganti, gatti lagnosi e navi solca-dune, anche chiamare il proprio maialino da compagnia Mr.Prosciutto e vestirlo da anguria è qualcosa di indispesabile senza il quale MH non sarebbe più lo stesso. C’è tutto in Monster Hunter 4 e sicuramente questo capitolo prende il posto che gli spetta come il più bello di tutta della serie.

Grafica 98%
Sonoro 97%
Gameplay 95%
Longevità 95%
Carisma 100%
Final Thoughts

Monster Hunter 4 è sicuramente il capitolo più bello e completo della serie. Ha miglioramenti e qualche piccolo difetto trascinato, ma tutto svanisce di fronte al solito clima autoironico tipico della serie (o tipico giapponesi). Se avete amato i giochi precedenti, amerete questo. Se approcciate per la prima volta l'universo di MH è questo il momento giusto per gettarvisi. Ho 130 ore di gioco e nessuna noia; davanti a me ho ancora molto da fare. Indispensabile.

Overall Score 97%
Readers Rating
1 votes
95