northgard PC, Recensione

Northgard, Recensione – Fama e fame nelle terre del nord


Shiro Games

Sviluppatore

Shiro Games

Publisher

RTS, strategia

Genere

Northgard è un titolo strategico sviluppato e edito dalla Shiro Games, piccola ma esperta casa di sviluppo di Bordeaux. Nei panni di un clan di vichinghi, dovremo colonizzare una “nuova” terra chiamata Northgard diventandone re.

Northgard può essere giocato in modalità campagna, single player contro IA (anche in cooperativa) o multiplayer. Per quanto riguarda la campagna, si tratta dell’ultima introduzione con l’aggiornamento del 7 marzo 2018. Vestiremo i panni del figlio del re, in cerca di vendetta dopo l’assassinio del padre per mano di mercenari inviati da un esponente di un clan rivale. Dovremo quindi fare rotta per Northgard, luogo in cui si sono diretti gli assalitori.

I clan

northgardSu Northgard possiamo incontrare sei diversi tipi di clan, ognuno legato ad un animale e con bonus e stili di gioco diversi. La partita che andremo a giocare è quindi dipendente da che clan scegliamo inizialmente ma ancora di più dalle risorse che troveremo nel territorio vicino a noi. Alcune fazioni (come ad esempio quella del lupo) sono decisamente votate a giocare un tipo di partita molto aggressiva, al contrario di altre che possiedono notevoli bonus commerciali.

Il territorio

northgardNorthgard è uno strategico all’apparenza piuttosto semplice che però nasconde una profondità di gioco sorprendente. La mappa è suddivisa in territori con diverse caratteristiche e risorse, il nostro clan inizia da una posizione non del tutto casuale. Il nostro primo terreno sarà sempre fornito della Town Hall e di quattro cittadini con cui partire. Inizialmente non avremo modo di vedere il contenuto dei territori che ci circondano, serve uno scout per poter scoprire cosa si nasconde nelle nostre vicinanze. I territori adiacenti possono essere colonizzati (a patto che non siano occupati da nemici) spendendo una somma di cibo che cresce man mano che ci espandiamo sulla mappa. I territori possono porre delle limitazioni, se costruiamo una torretta difensiva essa agirà unicamente nel terreno dove è stata costruita. Inoltre ogni terreno ha un numero massimo di edifici che possiamo edificare, forzandoci a pensare cosa costruire e dove.

Le risorse

northgardLe risorse base sono quelle classiche, ovvero cibo, legno e denaro (krone). Accanto a queste possiamo trovare delle risorse un pochettino più speciali come la lore, la pietra e il ferro. Nel primo caso si tratta della risorsa necessaria per ricercare nuovi potenziamenti per il nostro clan. Può essere ottenuta in modo “gratuito” in base alla quantità di cittadini che compongono il nostro insediamento, oppure assegnando un villager a una pietra runica (una qualsiasi dei tre tipi che possiamo trovare). La pietra serve per potenziare gli edifici e migliorarne la produzione o l’efficienza, non se ne trova molta. Stesso discorso per il ferro, utile per creare alcune unità militari e per potenziare gli strumenti dei cittadini. Alcune delle risorse (cibo, legno, denaro e Lore) sono infinite, al contrario di pietra e ferro che sono esauribili.

I cittadini

northgardI cittadini non possono essere “creati” dal nulla come accade in un Age of Empires. L’espansione del nostro clan è legata alla felicità delle persone che lo compongono. Fino a quando la popolazione sarà soddisfatta (valore di 0 o maggiore) il nostro centro città genererà cittadini (lentamente). Il villager che non viene indirizzato a lavorare in una struttura, agirà come raccoglitore andando a generare cibo una piccola quantità di cibo. Assegnando un cittadino ad un capanno di caccia lo faremo automaticamente diventare un cacciatore (però non potrà più costruire, solo il cittadino può). Le “specializzazioni” non militari possono essere cambiate a piacimento, senza incorrere in penalità. Durante l’estate possiamo sfruttare un campo con due contadini, per poi metterli a pescare d’inverno (la farm produce di più d’estate e poco in inverno, la pesca rimane stabile per tutto il corso dell’anno).

Fama

northgardLa fama (iconcina con la corona) è una risorsa aggiuntiva che possiamo considerare come dei punti “vittoria”. Conquistare una tomba dei Draugr o una tana di lupi ci farà guadagnare dei punti vittoria. Raggiungere i 200 o i 500 punti ci permette di acquisire dei bonus aggiuntivi in base alla fazione. Altri modi per ottenere fama sono il porto (dove possiamo inviare dei marinai in cerca di fama o lore), l’altare dei re e la colonizzazione di territori. Va da se che alcuni clan hanno modi unici per ottenere questi punti speciali.

Condizioni di vittoria in Northgard

northgardDopo questo abbondate e forse prolisso spiegone, come faccio a vincere una partita in Northgard? Dipende dalla modalità di gioco. La campagna prevede che per completare lo scenario si debbano compiere certi obiettivi. Nelle partite rapide, la situazione cambia dato che abbiamo ben 5 modi per diventare re di Northgard. Il primo è per mezzo delle condizioni di vittoria speciali, in alcuni casi compaiono dei territori unici (Magma Flow, Yggdrasil e Gates of Helheim) che possono farci vincere la partita. Trovando il magma, dovremo essere in grado di costruire una forgia, su quel territorio, e forgiare la spada di Odino. Lo Yggdrasil deve “semplicemente” essere colonizzato, al prezzo di 2000 cibo. Le Gates of Helheim devono essere controllate per 12 mesi. Soddisfare una di queste condizioni ci porta alla vittoria dello scenario. Le quattro condizioni di vittoria classiche sono saggezza, fama, dominazione e commercio. La prima sembra essere la più facile da raggiungere, dovremo accumulare abbastanza lore per poter ottenere tutte e quattro le benedizioni avendo almeno 4 marinai o loremaster attivi. La vittoria per fama si ottiene raggiungendo 1200 punti fama, mentre si controllano 12 territori e con un altare dei re costruito. Regnare con il commercio prevede la creazione di un faro con cui aprire rotte commerciali verso altre terre ottenendo influenza commerciale. Raggiunti 2000 punti in influenza commerciali, potremo reclamare la corona. L’ultimo modo per vincere è quello più ovvio, bisognerà sottomettere tutti i nostri concorrenti a mazzate.

Valutazione Finale

grafica 82%
sonoro 78%
giocabilità 92%
carisma 98%
longevità 90%
Final Thoughts

Northgard è uno dei migliori strategici realizzati negli ultimi tempi. Il gameplay riesce a mescolare tanti diversi stili riuscendo a farli convivere in modo quasi impensabile. Il gioco ci offre una buona campagna e ancor migliore modalità in singolo/multiplayer. Gli unici problemi potrebbero nascere dal bilanciamento tra i diversi stili di gioco e quindi nei modi in cui possiamo vincere una partita.

Overall Score 88%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.