Touhou Kobuto V: Burst Battle PS Vita, PS4, Recensione

Touhou Kobuto V: Burst Battle – Recensione


Cubetype

Sviluppatore

NIS

Publisher

Azione

Genere

Ancora una volta un titolo dedicato alla serie Touhou Project, ancora una volta un prodotto evitabile. Touhou Kobuto V: Burst Battle è un concentrato di brutture che fanno fortemente rivalutare l’idea del suicidio. Ma iniziamo col trailer cheémmeglio:

SOLO UNA COSA DA DIRE

Ci sono giochi che – per quanto brutti – meritano in queste pagine di essere narrati ugualmente in modTouhou Kobuto V: Burst Battleo esaustivo, spendendo più paragrafi per ogni caratteristica. Touhou Kobuto V: Burst Battle invece non merita lo stesso riguardo, ed il perché è presto detto.
E’ un titolo nato male sul solito incipt che vede le protagoniste di Gensokyo combattere tra di loro per i più futili motivi. Non contenti di aver clamorosamente fallito con Touhou Genso Rondo: Bullet Ballet, il team CUBETYPE rigioca la sua carta di mescolare il genere shoot em up con quello dei picchiaduro, dando così vita ad un obbrobrio di inenarrabile bruttezza.
Virando maggiormente verso una componente 1vs1 tipica dei picchiaduro ad incontri. Questa sottospecie di videogioco autodefinitosi bullet hell (ma perché poi?!), ci catapulterà in vuote arene squadrate con visuale in terza persona e una telecamera del tutto incapace di seguire le imbarazzanti animazioni delle protagoniste e la delirante azione del gioco, la quale si può riassumere nel premere tasti a caso per eseguire attacchi mezzi scriptati ad cazzum nella speranza di danneggiare l’avversario.

Touhou Kobuto V: Burst BattleMa cerchiamo di fare un esempio di quello che succederà durante un combattimento: avremo davanti a noi l’avversario che con una IA ridicola dove inizierà a muoversi a destra e sinistra per attaccarci alle spalle. L’incapacità della telecamera di seguire l’azione farà in modo di farci venire un’emicrania prima ancora di capire le regole base. Poco importa, perché il combat system non ha delle vere e proprie regole, basandosi semplicemente sulla velocità degli spari e la capacità di schivare quelli dei nemici. Questo non sarebbe neanche un male se non fosse per il fatto che tutto risulta dannatamente legnoso e restituisce una fastidiosa sensazione dove più che controllare il nostro avatar, sembrerà di spostare un pachiderma. A peggiorare la situazione ci si mette anche il salto, totalmente privo di una gravità credibile, dove si galleggerà per qualche secondo in aria nell’invano tentativo di mirare l’avversario.
In un contesto del genere non c’è da stupirsi che il tutto non solo risulta noioso, ma anche tremendamente fastidioso da giocare.

Touhou Kobuto V: Burst BattleLa sensazione di essere tornati nei meandri delle peggiori produzioni 32 Bit degli anni 90 è palpabile: grafica oscena e spartana, meccaniche ludiche approssimative, contenuti scarni, remix di brani triti e ritriti, effetti sonori fastidiosi, modalità di gioco risicate e… e persino i font fanno schifo. Insomma, più che un videogioco sembra un pessimo scherzo degli sviluppatori – scherzo che costa ben 30 euro. 30 EURO!
E’ incredibile che in un mercato in espansione come quello videoludico e all’eterna ricerca di essere all’avanguardia sia permesso a titoli del genere di raggiungere il grande pubblico. Touhou Kobuto V Burst Battle non è solo brutto, è irritante, soprattutto quando si pensa che ai tanti indie ben più meritevoli che aspettano solo di essere notati.

Valutazione

Grafica 32%
Sonoro 35%
Giocabilità 20%
Carisma 22%
Longevità 35%
Final Thoughts

Suvvia, c'è davvero bisogno di un commento finale per questo Touhou Kobuto V: Burst Battle? E' una ciofeca. Si capisce già solo guardando gli screenshot o qualche video sul tubo. Pad alla mano riesce ad essere ancora peggio, per colpa di comandi macchinosi, telecamera ballerina e un game design che non ha nessun motivo di esistere se non per generare tedio.

Overall Score 28%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.