Rubriche

Un giro per Torino Comics 2015 ! – Report


Piccolo angolo dedicato a momenti di rosik e salvataggio survivalhorroristico

Piccolo angolo dedicato a momenti di rosik e salvataggio survivalhorroristico

In colpevole ritardo (così imparo a comprarmi Resident Evil 2, me fomentato), un piccolo excursus con galleria foto del Torino Comics edizione 2015, meglio nota anche come “quella del botto”! Infatti il suggerimento di prendere spazi più ampi viene preso in toto ed i risultati sono elevati: quasi 39000 visitatori nel corso delle tre giornate, con percorsi di ampio respiro che mettono ad ogni angolo qualcosa a catturare la nerdattenzione.
L’offerta è varia e corposa: dai momenti dedicati al fumetto stretto (con tanto di megarivelazioni Ortolaniane sul finale di Ratman e suoi lavori futuri… in casa Bonelli?) alle mostre a tema, all’incontro faccia a faccia con i propri beniamini della matita. Ma pure spazio per gli oggetti orientali e da otaku, fantascienza, serie tv e videoludiche, con tanto di stand amarcord quest’anno dedicato ai bei survival dell’epoca che fu. E my God, la scomodità di giocare a RE: Dead Aim con la pistola, roba da farlo rimpiangere anche al nostro remoto amico Ammaronatore.
Qualche spazio vendita un po’ sparso, ma nel complesso ci si trova bene se non meglio rispetto ad anni passati: due poi le gradite novità totali.
L'accademia del Videogioco di TO ha fatto provare alcune alpha piuttosto interessanti.

L’accademia del Videogioco di TO ha fatto provare alcune alpha piuttosto interessanti.

La prima una intera ala dedicata ai cosplay, con possibilità di dialogo, foto, contest e chi più ne ha più ne costumi; la seconda l’area del Torino Horror Festival, rassegna di cinema sanguinolento con cosplay a tema, proiezioni, interviste (graditerrima la presenza del buon Sergio Stivaletti, che ci fece far strizza con i suoi effetti in parecchi film, come i mitici Demoni) e persino spazi riservati per l’italiota Umbrella ed il Soffiteir.
Un buon excursus dunque nel mondo del disegno e del giuoco (anche quello da tavolo ottimamente fornito, con negozi ed associazioni locali), che ha portato con sè un bel po’ di soddisfazione e retroacquisti.

Fotogallery