PC, Recensione

8-Bit Invaders! – Recensione


Mah. Questa la quantità di allegrezza che mi ha portato 8-Bit Invaders, titolo RTS vecchia scuola, forse, che in realtà non si può nemmeno classificare come brutto, ma semplicemente come… mah.

LA STORIA

Ci sono alieni dalle forme buffe (da quelli delle patatine ai velociraptor, sì esatto ehm ecco, mah), che attaccano le forze umane di omini in pixel: si dovranno così contendere il dominio di alcuni territori costruendo roba, accumulando risors… mah.

GAMEPLAY

Il problema di questo titolo, anzi il primo di due è un eccessivo citazionismo di pietre miliari del genere: capisco che in un RTS non possano mancare risorse da raccogliere per costruire o monetizzare, ma quando queste sono UNO STRANO MATERIALE che si estrae con delle HARVESTERS, mi suona vaghissimamente familiare. Anzi, poche balle: è rippato volgarmente dalle saghe di fu in gloria Westwood Studios, con tanto di strutture per dare maggiore energia alle creazioni, animazioni ad orologio per la creazione di edifici e unità, e miglioramenti ad albero talvolta anche un po’ casuali.
Si crea, si combatte e si cerca di portare alla fine l’obiettivo della missione in corso: ma siamo nel 2016 (è ancora roba di anno passato), dunque dopo un bel po’ di tempo senza nessun C&C poteva anche fungere da palliativo nostalgico, solo non fosse per il problema numero 2.
Questo, anzi ESSO è una gestione scarsamente curata delle stesse missioni: l’unica innovazione forte del gioco (e sempre che la sia, essendo questo il terzo episodio di serie che ignoravo) è quella di dare la possibilità alle unità di riprendere parte della propria salute se lontane dal combattimento. Ciò cementifica una sola strategia possibile per proseguire, e cioè attaccare a caricone.
Punto.
Provate una manovra a tenaglia? Va bene solo nel caso in cui sia composta da due grossi cariconi, altrimenti disperderete le truppe e vi faranno davvero il didietro a pixel grossi così. Le unità nemiche talvolta paiono sparse a caso per la mappa in quantità inidonee solo per farveli stanare tutti nella good old nebbia di guerra, ma nulla vieta che restino imbambolate in un angolino a farsi una pinta.
Ah e non che le vostre unità non siano piene di acume: ma qui vi faccio un esempio.
Mettete che debbano andare dal punto A al punto B, dove c’è una struttura nemica da attaccare. Nel tragitto incontrano dei nemici, molti, che gli sparano. Il 50 % di loro si ferma e spara stile 1700 senza arretrare, il 30 % agisce con senso, il 15 % continua a camminare verso il punto B morendo ed il restante pugno di mariuoli si ferma. Magari in un angolo.
Fenomeno che poi accade anche quando dovete attaccare una particolare unità, con un’altra meglio predisposta a farlo (che poi pure qua: alcune di terra attaccano meglio ufo in aria, non si sa però grazie a cosa): qui spesso non riusciranno a raggiungerla e si perderanno in giri a caso o piomberanno nuovamente nell’immobilismo.
Beh però direte è bello rivedere il macchinino macinare risorse e portarle a casa…no. Raccoglie ed accumula rimanendo sul posto della miniera. E la miniera c’è già, dovete sfruttare quella in quel punto, ergo anche una maggiore fantasia di costruzione nel cercare di fare avamposti in luoghi interessanti se ne va.
Ah, si può giocare anche come alieni se vi garba, altro punto positivo del gioco, ma a sto punto… mah.

GRAFIC… MAH

Se le unità si incruccano (accademia della Crusca) ogni tanto la colpa però non penso sia unicamente da imputare alla programmazione, ma pure a qualche problema di tipo grafico. Di per sè l’idea di pixel 3D non è neppure malaccio, ci fosse però un poco più di varietà: risaltano bene le unità nei loro rossi/arancioni a seconda dello schieramento, ma si poteva fare un pelo meglio, fosse poi il problema cardine del gioco ma vabbeh, mah.
Sonoro sanza arte nè parte, coperto spesso dai continui pijjju pijjju dei reciproci colpi delle unità.
Alcune fanno peeeeju, altre pijjju.

Grafica 68%
Sonoro 44%
Giocabilità 54%
Carisma 45%
Longevità 82%
Final Thoughts

Doveva o meglio, poteva essere un RTS scanzonato e senza tante pretese questo 8-bit invaders, ma poi tutto si perde in un bicchiere di acqua (in pixel) fatto di controlli scivolosi, IA poco stabile e missioni alla lunga barbose. Insomma, mah.

Overall Score 58%
Readers Rating
1 votes
73

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.