zheros PC, Recensione, Xbox One

Zheros – Recensione


Rimlight Studios

Sviluppatore

Rimlight Studios

Publisher

Platform, Picchiaduro a scorrimento

Genere

Ammettiamolo: chi di noi più “old-gen” non ha voglia ogni tanto di un sano vecchio platform “spaccatutto” anni 90? La Rimlight Studios di casa nostra (sede a Catania) ci propone Zheros, titolo che strizza l’occhio a chi vuole premere un solo pulsante per infinite combo e punti. L’amore per il vintage batterà la noia? Scopriamolo nella review!

Vecchie maniere

zherosLa software house siciliana propone un prodotto – disponibile per Xbox One, Pc e presto anche su Ps4 – che non bada a inutili fronzoli, soprattutto nella trama e nella struttura di gioco. Zheros è infatti un picchiaduro a scorrimento nel quale possiamo vestire i passi di Mike, personaggio meno agile ma dal pugno potente, oppure di Dorian, donzella agile ma meno pesante sull’attacco. Ciò che ci occorre sapere sta tutto nel cut iniziale: il malvagio Dottor Vendetta vuole conquistare l’universo con le sue truppe, e i nostri eroi dovranno difenderlo, pianeta dopo pianeta.

Esperienza…Basic

zherosCatapultati nel primo livello, l’andazzo si capisce subito. Il nostro unico obiettivo è distruggere tutto ciò che incontriamo e, come da tradizione, basta premere ripetutamente il nostro attacco, creare una combo dopo l’altra e andare avanti, nemico dopo nemico, livello dopo livello, per un totale di circa 5 ore di gioco. È tutto molto bello e divertente all’inizio, quando la sensazione di tornare bambini è ancora forte, ma va detto che il divertimento si affievolisce col passare dei nemici e dei livelli. Forse non siamo più abituati a un certo tipo di gioco “spaccatutto”, ma la ripetitività si sente dopo poco tempo, nonostante i nemici sempre più forti, le combo più spettacolari e i livelli più impegnativi. Punto a favore la modalità co-op locale, che ha il pregio di far stancare di meno i giocatori nell’attività mazzolatoria ai danni del prossimo.

3D bidimensionale

zherosGià dal menù iniziale e dal comparto sonoro si capisce che anche lo stile grafico di Zheros vuole essere un omaggio agli straordinari anni ’90. Una veste grafica cartoonesca – stile Ratchet & Clank, per intenderci – rende tutto brillante, simpatico e curato dall’evoluzione next-gen dei motori grafici, con esplosioni pirotecniche e scritte fumettistiche. Tuttavia, a lungo andare, anche questo elemento si impiattisce e non sorprende come forse dovrebbe. Anche il level design sembra campare troppo di rendita e il bel vedere, passo dopo passo, si perde un po’.

Valutazione

Grafica 75%
Sonoro 60%
Giocabilità 60%
Carisma 55%
Longevità 70%
Final Thoughts

In conclusione, Zheros è un bel tuffo nel passato, e va sicuramente apprezzato lo sforzo dell’italiana Rimlight Studios, che cerca uno spazio nel panorama delle software house europee con un prodotto divertente e accattivante, che però a lungo andare pecca forse di una trama quasi inesistente e di una ripetitività eccessiva.

Overall Score 64%
Readers Rating
0 votes
0