News, PC, PS4, Xbox One

Addio Silent Hills, benvenuto Silent Hill Boh


La notizia si è talmente diffusa da essere già vecchia seppur odierna: il tanto annunciato con altolocato fomento progetto Silent Hills, titolo della serie con dietro i nomini di Hideo Kojima e Guillermo del Toro (e Norman Reedus come faccion del protagonista) non si farà. A svelarlo per primo proprio Guillermone, che si è dimostrato anche piuttosto dispiaciuto della cosa.
old silent hillsKonami ha poi poco dopo confermato l’annuncio, spiegando come in ogni caso il nome Silent Hill resti una loro “serie importante, sulla quale rilavorare in futuro”, ma con pesanti, pesanterrime modifiche da quanto pensato dal regista e dall’uomo stealth.
Quindi ricapitoliamo: prima Konami fa uscire un teaser giocabile spettrale e di atmosfera, lo rende virale ed incanala il fomento nella gente, poi si disperde su MGS 5 ed eventuali presenze assenze del sig. Hideo, per poi infine cancellare tutto e salutare con la mano. Mi sorge quindi una riflessione oxfordiana: chi perdiana segue la comunicazione di questa casa? E’ possibile non solo che non ci si renda conto della figura magra fatta con il mondo videoludico, ma soprattutto che tali decisioni siano state prese in modo così repentino? Trovo piuttosto improbabile che una differenza di opinioni, od anche una serie di scelte di game design non volute siano comparse come per magia a pochi mesi dall’annuncio del gioco: quindi, che abbiano dovuto chiuder tutto per motivi ignoti o che abbiano lanciato subito i grandi nomi senza una sicurezza sul lavoro del titolo in questione, la scarsa professionalità è marcata ad evidenziatore.
Vedremo se tra qualche giorno uscirà qualcosa di più per spiegare le ragioni di un fail marketing di siffatte proporzioni; nel frattempo, amici dei survival horror, capiamo il vostro cordoglio e ci chiudiamo in rispettoso silenzo.
Sic.