Battlefield Hardline Recensione, Xbox One

Battlefield Hardline – Recensione


Visceral Games

Sviluppatore

EA

Publisher

FPS

Genere

Battlefield Hardline è arrivato sul mercato, stavolta però il testimone dello sviluppo passa da DICE a Visceral Games, con essi, il carico di speranze dei videogiocatori.

Un poliziesco classico

Battlefield Hardline img1La campagna singolo giocatore di Battlefield Hardline è strutturata come un poliziesco ad episodi (10 per la precisione), vestiremo i panni di Mendoza, un poliziotto appena trasferito e che dovrà indagare insieme ai colleghi sul traffico di droga e corruzioni a Miami. Di base non sarebbe neanche male come idea, esplorare un terreno un po’ meno militare per la serie darebbe una ventata di freschezza, il problema però è che la storia non funziona. La trama infatti raccoglie tutti i clichè del caso, poliziotti corrotti, tradimenti e chi più ne ha più ne metta, tutti i colpi di scena sono Battlefield Hardline img2estremamente telefonati, insomma, da Visceral ci si aspettava molto di più, alcune parti del gioco sono noiose e hanno un ritmo eccessivamente lento, con sezioni a piedi, in auto o in barca in cui assisteremo soltanto a dialoghi in-game dei personaggi. Sfortunatamente neanche le meccaniche di gioco funzionano, essendo un poliziotto si potranno arrestare i criminali, (fino a 3 contemporaneamente) una volta che ci avvicineremo ad un gruppo di nemici si potrà estrarre il proprio distintivo e intimare ai delinquenti di arrendersi, incredibilmente getteranno immediatamente a Battlefield Hardline img3terra le armi, dandoci la possibilità di ammanetterli, una volta fatto, i criminali rimarranno fermi (a dormire) e vengono letteralmente esclusi dal gioco. Come se non bastasse,l’IA dei nemici è alquanto imbarazzante, se siete nella stessa stanza, a meno che non siano estremamente vicini, potrete arrestarli uno ad uno senza che nessuno si accorga di nulla, nel caso invece scatti un conflitto a fuoco, l’IA si limiterà a piazzarsi dietro alla prima copertura utile e rimarranno li a sparare, senza in alcun modo tentare un approccio differente per stanarvi (se non con qualche granata Battlefield Hardline img4lacrimogena facilmente neutralizzabile con la mascher antigas in dotazione). Queste due cose unite danno vita a situazioni incredibili, dove completeremo intere sessioni di gioco senza sparare un colpo, semplicemente arrestando tutti. Anche alle difficoltà più alte Battlefield Hardline non offre un gran livello di sfida, è vero che si muore prima, basterà però sfruttare la possibilità di sporgersi dalle coperture per mettere fuori gioco in fretta i nemici. Il gioco, incentiva inoltre l’arresto dei criminali, è presente infatti un sistema di progressione interno alla campagna, dove eseguendo determinati azioni, come uccidere i malviventi, completare obiettivi secondari ( la ricerca di particolari prove in alcune zone) e appunto, arrestre i delinquenti, daranno punti extra che sbloccheranno armi per la campagna e pacchetti battaglia e mostrine per il multiplayer. La longevità di questa campagna singolo giocatore è estremamente risicata, basteranno al massimo 6 ore per completare il tutto anche con gli obiettivi secondari, un po’ poco.

Guardie e ladri!

Battlefield Hardline img5Anche la modalità multigiocatore di Battlefield Hardline ha subito cambiamenti rispetto ai precedenti capitoli, pad alla mano il feeling è quello classico della serie, è cambiato ciò che gli ruota attorno. Sono stati rimossi tutti i mezzi pesanti e gli elicotteri, a favore di auto, moto, furgoni e qualche camion, ovviamente anche le mappe non sono più quelle dei capitoli precedenti, sono state notevolmente ridimensionate, mantenendo però invariato il numero dei giocatori (32 o 64 in base alla modalità di gioco) creando letteralmente un caos di proiettili ed esplosioni, Battlefield Hardline img6soprattutto in alcune mappe. Purtroppo è diminuita la distruttibilità, quello che una volta era un marchio di fabbrica della serie ora è pressochè limitato a qualche script del Levolution e poco altro, davvero un peccato. Rispetto ai precedenti capitoli della serie abbiamo notato che è stato ridotto il numero di colpi necessari ad eliminare un nemico, ottima idea, visto che si sposa perfettamente con la frenesia degli scontri e la velocità di gioco, una cosa che invece ci ha stupito in negativo è il tempo necessario per il respawn, con uno stile di gioco così rapido sarebbe stato più sensato un respawn quasi istantaneo o comunque con pochi secondi di attesa.  Gli sviluppatori hanno anche deciso di inserire dei Battlefield Hardline img7“potenziamenti” sbloccabili durante gli scontri (temporanei fino alla fine della partita), mentre si gioca, dopo un determinato step di uccisioni o azioni ci verrà chiesto di selezionare un bonus a scelta tra due disponibili (come ad esempio caricatori in più) che ci daranno un piccolo vantaggio senza però intaccare il bilanciamento del gioco. Anche il sistema di sblocco degli equipaggiamenti è cambiato, ora oltre al livello conteranno anche i soldi, traquilli non si tratta di microtransazioni, semplicemente ogni qualvolta in partita completeremo un obiettivo od uccideremo i Battlefield Hardline img8nemici, ci verranno dati dei soldi, con essi potremo comprare armi, accessori e quant’altro per il nostro personaggio, sia di una fazione che dell’altra. Battlefield Hardline presenta 9 mappe (alcune riuscite meglio di altre) e un buon numero di modalità di gioco, togliendo le classiche Conquista e Deathmatch, sono state aggiunte diverse tipologie di partite, Heist, Hotwire, Blood Money, Rescue e Crosshair, ci siamo accorti però che è stata eliminata Corsa, forse la tipologia di partita più amata dalla community. La modalità Heist tratta di una rapina, i criminali devono Battlefield Hardline img9rubare 2 valigette e portarle ai punti di estrazione, i poliziotti devono ovviamente evitare che questo accada, Hotwire fondamentalmente è una Conquista “in movimento” dove gli obiettivi sono dei veicoli, più se ne possiede contemporaneamente (a patto ovviamente di continuare a sfrecciare in giro per la mappa) più i ticket avversari scendono, a parer nostro è la modalità più divertente di tutte, data la possbilità dei passeggeri di sporgersi dai veicoli per sparare, così facendo si possono innescare divertentissimi ed adrenalinici inseguimenti con i mezzi in giro per la mappa. Blood Money vedrà invece contrapposte due fazioni che dovranno prendere dei soldi da una cassaforte in centro mappa e portarli al proprio deposito (si potrà anche rubare da quello avversario), i primi che totalizzeranno 5 milioni di dollari vincono. La modalità Rescue vedrà la polizia tentare di salvare 2 ostaggi dalle mani dei criminali, si può vincere anche eliminando il team avversario, purtroppo di solito gli ostaggi non vengono minimamente calcolati e tutti optano per la seconda scelta. L’ultima modalità nuova è Crosshair, dove un giocatore VIP deve essere scortato al punto di estrazione, mentre l’altro team deve eliminarlo. Anche il multiplayer non è esente da problemi, uno di quelli che più ci ha stupito è la fisica dei veicoli, decisamente poco realistica e troppo leggera, spesso gli impatti sono mal calcolati, dando la sensazione di rimbalzare su muri e oggetti vari, in generale poi si notano già alcune armi decisamente OP, speriamo che EA risolva presto il problema.

Commeno finale

Purtroppo Battlefield Hardline vive di alti e bassi, le animazioni dei volti durante la campagna non ci hanno convinto molto, c’è anche qualche bug e compenetrazione poligonale di troppo, non si può dire nulla invece sulla fluidità di gioco e sulla stabilità dei server, che hanno retto bene i primi giorni di gioco. Se dovessimo recensire il gioco solo basandoci sulla campagna sarebbe un macello, trama scontata, poco longeva e con meccaniche di gioco mal pensate. Fortunatamente a salvare il tutto c’è il multiplayer, nonostante non sia esente da difetti diverte, soprattutto in compagnia di qualche amico con il quale ti puoi organizzare. Ponderate per bene l’acquisto.

Valutazione

Grafica 85%
Sonoro 85%
Giocabilità 70%
Carisma 30%
Longevità 80%
Final Thoughts

Purtroppo Battlefield Hardline vive di alti e bassi, le animazioni dei volti durante la campagna non ci hanno convinto molto, c’è anche qualche bug e compenetrazione poligonale di troppo, non si può dire nulla invece sulla fluidità di gioco e sulla stabilità dei server, che hanno retto bene i primi giorni di gioco. Se dovessimo recensire il gioco solo basandoci sulla campagna sarebbe un macello, trama scontata, poco longeva e con meccaniche di gioco mal pensate. Fortunatamente a salvare il tutto c’è il multiplayer, nonostante non sia esente da difetti diverte, soprattutto in compagnia di qualche amico con il quale ti puoi organizzare. Ponderate per bene l’acquisto.

Overall Score 70%
Readers Rating
0 votes
0