Recensione, Xbox One

Call of Duty Advanced Warfare – Recensione


Sledgehammer Games

Sviluppatore

Activision

Publisher

FPS

Genere

Come ogni anno, come ogni Novembre siamo qui, a parlarvi dell’ultimo capitolo della saga FPS con più vendite al mondo, Call of Duty, giunta alla sua nuova iterazione, Advanced Warfare.

Il potere cambia tutto

Call of Duty Advanced Warfare img3La saga di Call of Duty è sempre stata caratterizzata da sceneggiature da film, con colpi di scena, situazioni epiche, frenesia e personaggi carismatici ed eroici. Anche quest’anno la musica non cambia. Advanced Warfare è ambientato nel futuro, esattamente nel 2055, vestiremo i panni di Jack Mitchell, un soldato dell’esercito americano, in una missione di guerra il nostro protagonista verrà menomato di un braccio, da qui, inizia tutto. Nel futuro descritto dagli sviluppatori di Sledgehammer Games, le corporazioni militari sono diventate più evolute ed efficaci degli eserciti stessi, vengono spesso chiamate in causa dai governi per far fronte alle minacce terroristiche. Nel caso specifico, Jack, verrà contattato dalla Atlas Corporation, la più potente corporazione militare del globo, con a capo Jonathan Irons Call of Duty Advanced Warfare img1(interpretato dall’attore Kevin Spacey, per info guardare la serie House of Cards), uno dei più potenti magnati sulla Terra e uomo con grandi influenze. Con la tecnologia molto avanzata a loro disposizione gli forniscono una protesi meccanica che sostituisce egregiamente in tutto e per tutto un braccio reale, permettendo a Jack di tornare a combattere e a dare una mano alla lotta al terrorismo, anche se poi finirà invischiato in intrighi e tradimenti che lasceremo a voi il piacere di scoprire. La campagna è moderatamente variegata, sia per quanto riguarda le situazioni affrontate, sia per il puro gameplay, data l’introduzione degli esoscheletri, divisi in Specialista e Assalto, entrambi hanno delle abilità uniche e ci verranno forniti in base alla missione da affrontare, sfortunatamente non potremo appunto scegliere autonomamente l’esoscheletro, le abilità di essi, inoltre, potranno essere utilizzate solo in precisi punti e non a discrezione del giocatore, un peccato perché potevano aumentare in maniera esponenziale la varietà negli approcci alle missioni. Purtroppo c’è anche un’altra cosa che non cambia, (oltre alle meccaniche base del gioco) si tratta della longevità, ormai si sa che le campagne dei vari Call of Duty non brillano per lunghezza, anche questa infatti necessita di sole 6-8 ore per essere completata, inoltre, si poteva osare di più con la narrazione, dato che Treyarch un paio di anni fa con Black Ops 2 aveva ottimamente inserito, scelte e finali multipli, con una narrazione più profonda e dai temi anche più maturi.

Il piatto forte!

Call of Duty Advanced Warfare img2Ovviamente il punto di forza di ogni Call of Duty è il multiplayer, quest’anno fortunatamente parecchio rinnovato ed ampliato! Al contrario della campagna qui si potrà personalizzare a proprio piacimento l’esoscheletro, con abilità che spaziano dall’invisibilità temporanea, ad uno scudo antisommossa portatile fino ad un boost di velocità e tanti altri ancora. Ma le abilità che più vanno a modificare il gameplay sono di certo il doppio salto e le schivate laterali, esse infatti vi permettono di muovervi molto più rapidamente o di raggiungere punti normalmente non accessibili, rendendo il tutto più dinamico e variegato, che costringerà voi e i vostri nemici a tenere gli occhi bene aperti. Un’altra importante novità è l’introduzione dei rifornimenti a fine partita, grazie al completamento di determinate sfide riceverete una Call of Duty Advanced Warfare img4“cassa” che contiene bonus, armi particolari e, udite udite, personalizzazioni per il personaggio! COSA!?COME!? Ebbene si, avete letto bene, in Call of Duty Advanced Warfare si potrà personalizzare completamente il personaggio, dal casco, alla pettorina, esoscheletro, occhiali, scarpe, pantaloni, tutto! Si parla di decine e decine di oggetti unici per formare il vostro soldato come più vi piace. Ci sono novità anche per quanto riguarda le classi, è stato preso il funzionale sistema “Pick 10” di Call of Duty Black Ops 2, migliorato, riadattato e trasformato nel “Pick 13”, potrete infatti costruire la vostra classe nella maniera più funzionale al vostro stile di gioco. Le mappe di gioco si presentano ottimamente realizzate e pensate per essere sfruttate al massimo, anche grazie alla verticalità offerta dal doppio salto, ad accompagnare ciò ci sono anche le classiche modalità multigiocatore unite ad alcune interessanti aggiunte, come Uplink ( dove bisognerà portare un drone neutrale dal centro della mappa fino alla base avversaria) e Momentum ( 2 team si affrontano per conquistare le 5 basi presenti in mappa).

Una sopravvivenza poco profonda

Call of Duty Advanced Warfare img5Ma non c’è solo Campagna e Multigiocatore, ovviamente c’è anche la classica terza modalità a parte cooperativa, gli sviluppatori di Sledgehammer Games propongono Exo Suit, una modalità sopravvivenza che vi vedrà fronteggiare ondate di nemici, crescenti in numero e forza per passare al round successivo. Uccidendo i nemici si otterranno soldi con cui comprare armi e potenziamenti per la partita, sfortunatamente questa nuova modalità non convince a dovere, il livello di sfida non è elevato come è stato nelle altre modalità gli altri anni, affrontato in compagnia si avanza con le ondate senza troppi problemi, anzi, spesso si arriva anche ad annoiarsi. Nonostante ogni tanto vengano posti degli obiettivi particolari, come il recupero di un tot di piastrine nella mappa o completare l’ondata entro un tempo limite, si poteva fare decisamente di più, visti i risultati raggiunti dagli altri sviluppatori che si occupano annualmente della serie ( vedi Treyarch con Zombi).

Livello tecnico

Call of Duty Advanced Warfare img6In realtà Call of Duty Advanced Warfare graficamente ci ha stupito, essendo il primo della serie sviluppato in ottica Next Gen mostra abbastanza i muscoli, le cutscene della campagna sono di qualità elevatissima, anche la qualità generale del titolo è migliorata a vista d’occhio, un ottimo sistema di illuminazione e una grande realizzazione dei personaggi, soprattutto quella dell’attore Kevin Spacey. Le bocche da fuoco, nonostante siano realizzate ovviamente in ottica futuristica sono ben realizzate, con ottimi campionamenti audio e una buona risposta mentre le si usa. Il doppiaggio italiano è risultato buono, un’ottima recitazione e sincrono labiale.

Commento finale

Call of Duty Advanced Warfare nel complesso è un buon gioco, la Campagna si lascia giocare in maniera piacevole, condita con i classici elementi che hanno contraddistinto la serie e che la rendono molto scenografica e hollywoodiana, purtroppo non hanno osato nulla più del solito e non è aumentata nemmeno la longevità. Il multiplayer invece, nonostante mantenga inalterato il classico feeling “alla Call of Duty” cioè frenesia e divertimento nei match, è riuscita ad inserire qualche piccolo elemento che dona varietà e un pizzico di freschezza al tutto. Non siamo rimasti soddisfatti invece di Exo Suit, la modalità sopravvivenza di quest’ultimo Call of Duty, annoia prestissimo, si poteva fare di più. Se cercate un gioco con una campagna breve ma intensa, un multiplayer rinfrescato che dia divertimento Advanced Warfare fa per voi, se invece non siete estimatori della serie non avrete alcun motivo quest’anno per cambiare la vostra idea.

Valutazione

Grafica 85%
Sonoro 85%
Giocabilità 90%
Carisma 80%
Longevità 95%
Final Thoughts

Call of Duty Advanced Warfare nel complesso è un buon gioco, la Campagna si lascia giocare in maniera piacevole, condita con i classici elementi che hanno contraddistinto la serie e che la rendono molto scenografica e hollywoodiana, purtroppo non hanno osato nulla più del solito e non è aumentata nemmeno la longevità. Il multiplayer invece, nonostante mantenga inalterato il classico feeling "alla Call of Duty" cioè frenesia e divertimento nei match, è riuscita ad inserire qualche piccolo elemento che dona varietà e un pizzico di freschezza al tutto. Non siamo rimasti soddisfatti invece di Exo Suit, la modalità sopravvivenza di quest'ultimo Call of Duty, annoia prestissimo, si poteva fare di più. Se cercate un gioco con una campagna breve ma intensa, un multiplayer rinfrescato che dia divertimento Advanced Warfare fa per voi, se invece non siete estimatori della serie non avrete alcun motivo quest'anno per cambiare la vostra idea.

Overall Score 87%
Readers Rating
0 votes
0