Cat Quest 2 Nintendo Switch, PC, PS4, Recensione, Xbox One

CAT QUEST 2 – Recensione: Una gattavventura fantasy!


Invader Studios

Sviluppatore

Destructive Creations

Publisher

Survival Horror

Genere

Arriva il secondo capitolo di Cat Quest che tra fusa e randellate ripropone le stesse identiche meccaniche del predecessore per non scontentare la loro fanbase. Avrà The Gentlebros ha centrato l’obiettivo?



COME CANI E GATTI


Per questo nuovo episodio vestiremo i pelosi panni di un gatto e – urka urka – di un cane. Entrambi dovranno combattere insieme per i loro regni, recuperando i frammenti di un’arma magica chiamata con l’originalissimo nome “La Spada del re”. Quest’ultima è in grado di dare pace e serenità ad entrambi i regni, sia quello dei gatti, sia quello dei cani; perlomeno stretta nelle zampe giuste…


CAT QUEST 2


Inutile dire che il target del gioco è un pubblico giovane, tuttavia i buffi personaggi e gli ottimi dialoghi (tradotti in un italiano impeccabile, in grado di cogliere tutta l’ironia del lavoro del team di sviluppo The Gentlebros), garantiscono una sana spensieratezza anche a un pubblico maturo, tanto meglio se giocato in locale con un amico o con la propria fidanzata gattara. Infatti il multiplayer locale è decisamente la novità più importante rispetto al primo episodio. In ogni caso potrà essere giocato tranquillamente anche da soli, infatti nella modalità single player si possono utilizzare entrambi i protagonisti contemporaneamente, switchabili in qualsiasi momento e provvisti di IA.


SOFFIANDO E RINGHIANDO


Il gioco oltre alla novità della combo gatto-cane, offre davvero poche novità in fatto di meccaniche del gameplay. Certamente sono stati incrementati il numero di oggetti equipaggiabili, ma in definitiva si tratta del solito hack and slash minimale, simpatico e veloce che si sposa perfettamente con partite mordi e fuggi. I nostri amici a quattro zampe potranno armarsi di spade, bastoni magici e varie armature con abilità passive e non, garantendo così una buona varietà d’azione e un discreto numero di combinazioni da provare.



Tuttavia il grinding estremo (ma veloce) è l’anima di Cat Quest, quindi se siete tra i giocatori che detestano la ripetitività, cercate altrove, perché qui oltre a qualche banalissimo enigma, vi ritroverete solo ad affettare mostriciattoli vari.
Ci ha particolarmente colpito il fattore longevità, proprio come il primo capitolo, la main quest conta un numero di ore davvero minimo per essere terminata, meno di 5 (oltretutto prendendosela con calma). Per fortuna la marea di contenuti aggiuntivi sparpagliati nella mappa (quali missioni extra, oggetti bonus e boss segreti) incrementa non di poco il tempo da dedicargli, tanto da raddoppiare facilmente il timer di gioco.


PUUURFETTO?


Anche a livello tecnico il tutto è rimasto invariato dal predecessore, proponendo ancora una volta uno stile bidimensionale vettoriale gradevole ma carente di animazioni e di ricercatezza artistica. Idem per le musiche e il sonoro, in ogni caso pur non apparendo particolarmente ispirato garantisce tutto sommato la giusta armonia per scandire questa avventura felina scanzonate.


CAT QUEST 2


Insomma, Cat Quest 2 è lontano dall’essere un titolo memorabile, tuttavia la simpatia intriseca del concept unita a meccaniche di gioco solide, garantiscono una sufficiente dose di divertimento in linea con il prezzo budget proposto dal publisher PQube Limited.
Se amate i gatti e non disdegnate neanche la compagnia di un simpatico cane, allora Cat Quest 2 potrà regalarvi momenti di spensieratezza nella sua mappa semi-open world costellata di grotte da esplorare e bottini da arraffare. Non sarà il rivale diretto di Diablo o di Torchlight, sicuramente però potrà essere apprezzato da tutti coloro che cercano un action-rpg estremamente accessibile e veloce che non richieda per forza di ipotecare tutto il tempo libero a disposizione per sviscerarlo a fondo.

Grafica 76%
Sonoro 80%
Giocabilità 80%
Carisma 85%
Longevità 80%
Final Thoughts

Cat Quest 2 è un buon "more of the same" del primo capitolo. In definitiva si tratta di un gioco che punta tutto sulla simpatia dei suoi pelosi protagonisti. Non è il nuovo messia degli hack and slash ma offre comunque una discreta giocabilità ed è perfetto per i più videogiocatori in erba.

Overall Score 80%

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.