Rubriche

Cosa ci aspetta: I Videogiochi più attesi del 2014 – Parte 1


Benvenuti e Bentornati a Cosa ci aspetta, lo speciale di Truegamers sui giochi più attesi dell’anno a venire!

Quante cose sono successe quest’anno? Davvero troppe. Gioconi su gioconi, su gioconi. E poi la next-gen. Il futuro è già passato, recita la taglina di un film che esce in questi giorni su un certo Capitano (notizie nerd così a casaccio), e signore e signori quanto è vero. Siamo stati lì ad aspettare trepidanti giochi come GTA V, The Last of Us, Bioshock Infinite, l’Xbox One e la PS4… e in un attimo erano giù qui! Ah, ma ora c’è altro da aspettare. Sono molti i titoli in arrivo per questo 2014. Titoli che si fanno aspettare da molto e titoli che abbiamo conosciuto solo da poco, ma che già ci fanno sbavare come dei San Bernardi davanti ad una bistecca. Ed ecco qui dunque: preparate le salviette! Eccovi la lista dei videogiochi più attesi del 2014!

 

WatchDogs – PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4, PC

Anche quest’anno apriamo con WatchDogs, ma con molta amarezza nel cuore. Questo titolo sarebbe dovuto uscire a Novembre di quest’anno, ma poi, come molti sapranno, è stato posticipato ad un generico “Primavera 2014”. Tutti quelli che non vedevano l’ora di mettere le mani sul CTos (Central Operating System ) di Chicago e controllare ogni sistema elettronico della città, dalle comunicazioni, ai treni, si sono visti rifilare un “Eh c’è ancora da aspettare”, ad un mese dall’uscita del titolo. Inutile dire che la cosa li ha fatti incazzare, soprattutto quelli che avevano prenotato un Bundle PS4 col gioco e che si sono ritrovati privi del pezzo forte. Paradossalmente questa cosa ha avvicinato i giocatori allo stato d’animo del protagonista del gioco Aiden Pearce: mentre lui usa le sue conoscenze tecnologiche per vendicarsi di qualcuno che ha messo gravemente in pericolo la sua famiglia, i fan hanno utilizzato mouse e tastiera per insultare Ubisoft in giro per la rete. Il nostro consiglio è di non prendersela poi tanto, visto che l’azienda francese è stata già punita: le sue azioni sono crollate del 22 % nei giorni successivi alla notizia del posticipo. Con i fan non si scherza.

 

Dragon Age: Inquisition – PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4, PC

Terzo capitolo dell’acclamata saga di Bioware, Dragon Age: Inquisition sarà ambientato nuovamente nelle terre di Thedas, sconvolte dall’invasione di un esercito di Demoni e da una sanguinosa guerra civile fra i Maghi e i Templari. Il giocatore si calerà nei panni dell’Inquisitore, uomo o donna a lui la scelta, che dovrà guidare l’Inquisizione in questi tempi difficili, decidendo come comportarsi nei confronti delle varie forze che stanno sconvolgendo il mondo. Mike Laidlaw, il direttore creativo del gioco, ha garantito che la storia sarà influenzata dalle scelte dei giocatori in misura molto maggiore che nei primi due capitoli, e il finale in particolare cambierà parecchio in base a come si deciderà di agire lungo la trama. Il lato tecnico del titolo promette di essere stroardinario visto che il motore di gioco sarà niente di meno che il Frostbite 3, cosa che garantirà l’introduzione di una novità non da poco nel gameplay della serie: la presenza di elementi distruttibili nello scenario. L’uscita è prevista per fine 2014. (Se volete sapere qualcosa di più sul titolo consultate il nostro articolo: Dragon Age: Inquisition – Informazioni, video e immagini)

 

 The Elder Scrolls Online – Xbox One, PS4, PC

The Elder Scrolls Online è molto atteso dalla schiera degli amanti degli MMORPG. Dai filmati mostrati durante l’E3 di quest’anno e dall’altro materiale rilasciato da Bethesda, si presenta come l’ideale versione multigiocatore di un gioco The Elder Scrolls: completamente esplorabile e orientato verso un’assoluta personalizzazione del personaggio. Il punto forte di questo Massive sarà infatti la possibilità di plasmare a proprio piacimento il proprio Pg, che nonostante la presenza di un sistema di classi, non sarà legato a nessuna skill o abilità particolare, ma crescerà in base a come lo userete. In pratica ogni classe può utilizzare ogni tipo di arma e armatura e l’appartenenza ad una piuttosto che ad un altra serve solo come “linea guida” iniziale per le prime fasi di gioco. Il tutto accompagnato da una numero esorbitante di quest e ambientazioni, un sistema di combattimento dinamico con alternanza di attacchi leggeri, “caricati” e magie, del tutto simile ai suoi “fratelli” single player e un comparto PvP con scontri 100vs100. Non vediamo l’ora di metterci le mani.

 

Metal Gear Solid V: Ground Zeroes e The Phantom Pain – PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4

L’anno scorso Kojima ci aveva praticamente devastato il cervelo con Ground Zeroes e The Phantom Pain fra annunci, finti annunci, trailer, filmati di gameplay, identità segrete e studi inventati. Risultato fu che si creò un alone di mistero intorno a ciò che il sensei stava preparando, alone che fu poi squarciato alla GDC con l’annuncio che entrambi i giochi non erano altro che Metal Gear Solid V. E da lì, l’hype regnò sovrano. Certo poi le sorprese non finirono lì: rumor continuavano a sostenere che Ground Zeroes e The Phantom Pain erano sì, Metal Gear Solid V, ma si trattava comunque di due giochi separati. Poi arrivò l’E3, e c’è gente che si deve ancora riprendere dall’epicità del trailer rilasciato per l’occasione, e nei giorni successivi finalmente il mistero fù svelato. Ora sappiamo con certezza che Metal Gear Solid V sarà composto da due giochi: Ground Zeroes, in uscita il 20 Marzo 2014, e The Phantom Pain, la cui data di lancio non è ancora stata annunciata. Ground Zeroes sarà un prequel agli eventi di The Phantom Pain e, a detta di Kojima, fungerà inoltre da tutorial per tutto quello che i giocatori dovranno affrontare nel gioco successivo. Sì perchè le novità per i fan saranno molte, visto che questo nuovo capitolo della saga sarà un open world con tanto di sistema di gestione atmosferico e ciclo giorno notte, capace di influenzare il gameplay. Certo bisognerà vedere pad alla mano se la complessità del gioco sarà tale da rendere accettabile la scelta alquanto discutibile di “spezzarlo” in 2, ma questo solo il tempo ce lo dirà. La trama vedrà la distruzione di Mother Base da parte di una non nota organizzazione, evento che causerà gravi menomazioni a Big Boss e al vecchio Kazuhira, scatenando la loro sete di vendetta. Si tratterà insomma del Metal Gear più maturo e non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per quanto riguarda la trama, che sarà molto più cupa.

 

Halo 5 – Xbox One

Dopo il suo glorioso ritorno avvenuto con Halo 4, Master Chief arriverà su Xbox One con Halo 5. Si tratterà del secondo salto generazionale del famoso brand che ha fatto la fortuna della console Microsoft. Al timone nuovamente la 343 Industries che ora lavora con la piena fiducia dei fan che si sono goduti con piacere gli sforzi dell’ottimo lavoro fatto con Halo 4. Sulla trama del gioco vige il massimo riserbo, ma a giudicare dal trailer rilasciato all’E3 sembra che i nemici saranno nuovamente i misteriosi Precursori e i loro artefatti sparsi per la galassia. Non vediamo l’ora di avere qualche altro dettaglio e di fornire agli “Xboxari” un giorno del calendario da evidenziare in grassetto.

 

South Park: The Stick of Truth – PS3, Xbox 360, PC

South Park: The Stick of Truth meriterebbe il premio di “Gioco su licenza più posticipato della storia”. Sono ben 3 anni che la data d’uscita di questo gioco viene spostata lasciandoci a bocca asciutta. Un gioco di ruolo in cui si interpreta un nuovo bambino trasferitosi a South Park da poco e che si ritrova coinvolto in un’epica quest alla ricerca del Bastone della Verita, accompagnato da Cartman, Kyle, Stan e Kenny e molti altri personaggi del cartoon satirico più sopra le righe di sempre, e ce lo posticipano per ben tre volte! Se questo gioco non esce a Marzo come dovrebbe secondo l’ultimo annuncio, allora ci incacchieremo come dei veri figli di sultana.

 

Quantum Break – Xbox One

Questa esclusiva Xbox One premette di essere l’ennesimo capolavoro di Remedy. Partorito dalla penna di Sam Lake, game designer di Max Payne 1 e 2 e Alan Wake, Quantum Break promette di portare su schermo una storia ricca di colpi di scena e scene mozzafiato. La trama si basa sulle conseguenze di un terribile incidente scientifico che finisce col danneggiare in maniera quasi del tutto irreparabile la struttura stessa del tempo provocando riavvolgimenti e salti temporali dagli esiti disastrosi. Ulteriore conseguenza dell’incidente è che alcuni dei presenti all’evento finiscono con sviluppare dei poteri legati al tempo. Fra di loro, i due protagonisti, il misterioso Jack e la tosta Beth Wilder, intenzionati a sistemare le cose, e il “cattivo” del gioco Paul Serene, che tenterà di trarre un vantaggio dal caos temporale sfruttando il suo potere: la preveggenza. Di sicuro una delle esclusive piu promettenti di Xbox One. (Se volete saperne di più leggete il nostro articolo: Quantum Break – Video e dettagli su trama e personaggi)

 

The Evil Within – PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4, PC

Shinji Mikami, nientepopodimenoche il “papà” di Resident Evil e Dino Crisis, ritorna con The Evil Within, un nuovo survival Horror che ha come scopo quello di riportare ai vecchi fasti questo genere ormai caduto nell’oblio. Fin dal suo annuncio, avvenuto ad aprile, Mikami-sensei ha promesso che con questo gioco vuole riuscire a rioffrire al pubblico le atmosfere di ansia e angoscia che hanno reso famoso Resident Evil, con mostri terrificanti capaci di far sentire il giocatore una “preda” e non un Rambo stermina-orrori. Ma era ora Mikami-Sensei! Grazie di aver ascoltato le preghiere di milioni di player e con la tua immensa sapienza sbrigati a sfornar sto gioco! Anzi no, mettici il tempo che ci vuole e poi ridai al mondo qualcosa di veramente survival. Le speranze sono molte e dai pochi filmati di gameplay diffuse il lavoro sembra procedere nel verso giusto: ambientazioni buie, personaggio volutamente “impacciato” e creature schifose che sbucano dagli angoli. La trama vede il Detective Sebastian Castellanos finire nelle grinfie di una oscura forza malefica che si risveglia durante il sopralluogo sulla scena del crimine di un terribile massacro. L’entità sconosciuta imprigiona Sebastian e lo trasporta in un luogo da incubo da cui il detective deve fuggire scoprendo al contempo il motivo di ciò che gli sta accadendo. Un bel mix di horror, azione e avventure dunque, propriò come i bei survival-horror di una volta! Finalmente un nuovo gioco che ci farà rivivere i bei momenti di Resident Evil e… Ok, ok fermiamoci qui. Sembra tutto bellissimo, ma questi anni ci hanno insegnato ad essere prudenti nelle considerazioni, quindi ci sforzeremo di moderare l’entusiasmo. E’ difficile, ma lo faremo. Comunque sia la speranza non costa nulla, per cui: speriamo bene ragazzi… speriamo bene!

 

Lightning Returns: Final Fantasy XIII – Xbox 360, PS3


Tra i grandi attesi c’è l’ultimo capitolo della mini-serie Final Fantasy XIII, che concluderà le avventure dei personaggi legati a questo arco narrativo della saga. Lightining dopo un sonno di 500 anni, viene risvegliata dalla divinità Bhunivelze che le assegna il compito di salvare il mondo nei 13 giorni rimanenti prima dell’apocalisse. In Giappone il gioco è già uscito questo Novembre, mentre in Europa arriverà il 14 Febbraio. L’accoglienza in “casa” è stata buona da parte della critica, con Famitsu che ha assegnato al gioco un bel 37 su 40, ma le vendite invece sono state lievemente sottotono rispetto a quelle che Square si aspettava. Forse il pubblico non avrà apprezzato la svolta action presa dalla serie: la donna dai capelli rosa ora può saltare, piroettare sul campo di battaglia con agilità e utilizzare tutto un bagaglio di mosse diverse in base all’equipaggiamento utilizzato. L’action d’altronde sembra il futuro del brand; basti vedere i nuovi trailer di Final Fantasy XV (ex Final Fantasy Versus XIII). Ormai è chiaro Final Fantasy sia una serie in evoluzione e questo capitolo sembra essere un assaggio di ciò che diverrà in futuro: non vediamo l’ora di metterci le mani.

 

Dark Souls 2 – Xbox 360, PS3, PC

Previsto per il 14 marzo 2014, Dark Souls 2 è uno dei seguiti più attesi in uscita l’anno prossimo. Si tratterà del seguito diretto di Dark Souls, che andrà introdurre nuovi mostri, nuove armi e una mappa di gioco di maggiori dimensioni.Il gameplay rimarrà pressochè invariato per quanto riguarda i comandi; Il co-direttore della serie Tomohiro Shibuya ha infatti dichiarato che From Software ” Non intende toccare i comandi di gioco”, dato il riscontro positivo avuto con il pubblico. Ben poco si sa sull’ambientazione e sulla storia, ma è certo che non saremo a Lordran e che “il concetto di spazio-tempo sarà molto importante all’interno del gioco”, sempre secondo le parole di Shibuya-san. A far storgere il naso è la notizia diffusa dagli sviluppatori che il gioco sarà “leggermente più accessibile” anche ai gamer meno “hardcore”. Speriamo che quel “leggermente” voglia dire solamente che i mostri uccidono in 2 colpi invece che 3; altre facilitazioni non sono ben accette. Dark Souls DEVE essere difficile!

 

Uncharted 4 – PS4

Nathan Drake e stato uno dei protagonisti della scorsa generazione targata Sony e si prepara ad esserlo anche in questa. O forse no? Il teaser trailer rilasciato qualche tempo fa ha destato dei sospetti non da poco nella community dei fan del cacciatore di tesori, tra cui quello che il protagonista potrebbe non essere Nathan. A far sorgere il sospetto è la misteriosa voce che parla durante il trailer, la voce di un uomo vecchio e maturo, totalmente diversa da quella di Nathan. La voce afferma inoltre di aver vissuto in prigionia per 15 anni e di essere per questo motivo in cerca di vendetta. Un personaggio nuovo dunque? O un Drake più in là con gli anni e che racconta degli eventi che gli sono successi in un periodo di tempo successivo ad Uncharted 3? Nel trailer viene inoltre mostrata un’antica mappa del Madagascar. Che si tratti del setting del gioco? Mah! Mistero! Naughty Dog ha mantenuto il silenzio stampa dopo cotanto misterioso trailer. Che maledetti furboni! Loro sì che sanno come creare hype!

 

Sunset Overdrive – Xbox One

Questa esclusiva Xbox One,  in sviluppo presso Insomniac Games, è riuscita subito a farsi notare grazie all’esuberante e coloratissimo trailer mostrato all’E3 di quest’anno. Si tratterà di uno sparatutto cooperativo, che vedrà i giocatori difendersi da ondate di nemici composte da mutanti decisi a sterminarli. Nulla di nuovo insomma (qualcuno ha detto Left 4 Dead?), ma se il gameplay sarà “esagerato” come nel trailer allora potremmo essere di fronte ad un cooperativo decisamente valido. Immaginetevi di correre sui muri, saltare di qua e di là, usare cavi per spostarsi da una zona all’altra mentre fate fuoco con un fucile pompa per fermare un’orda di avversari che vi insegue. A quando un bel video in-game?

 

Titanfall – Xbox One, PC

Ecco un’altro gioco dove non si starà mai fermi. Titanfall dei Respawn Entertainment è di sicuro lo sparatutto più atteso del 2014. Gioco più premiato sia agli E3 2013 che al Critic Games Awards, questa esclusiva Microsoft sfrutta una versione modificata del Source Engine per mettere in scena scontri con soldati armati di Jetpack che si muovono scalando muri ed edifici e Mech che seminano distruzione sul campo di battaglia. Le peculiarità del gioco saranno infatti quella di potersi muovere verticalmente lungo la mappa con grande libertà e quella di poter guidare i “Titan”, dei robottoni alla gundam, personalizzabili nell’equipaggiamento. Respawn Entertainment garantisce inoltre che il gioco sebbene sia puramente incentrato sull’online competitivo conterrà anche elementi tipici dei titoli single-player, come una trama, dei dialoghi e degli NPC. Quello che si dice un capolavoro annunciato. Saprà mantenere le aspettative?

 

Destiny – PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4, PC

Questo ambiziosissimo sparatutto targato Bungie, già presente nella lista dell’anno scorso, si prepara ad uscire a settembre del 2014. Il team americano ha posto grande impegno in questo progetto e ciò che abbiamo visto dai primi filmati di gameplay mostrati sembra convincere pienamente. L’ambientazione è altamente evocativa: una terra e un sistema solare 700 anni avanti nel futuro, devastati dall’agire di una terribile razza aliena che ha quasi condotto l’umanità all’estinzione. In questo scenario post-apocalittico, fatto di grandi relitti spaziali e città in rovina, i giocatori potranno esplorare numerosi pianeti nei panni dei Guardiani, un corpo d’elité dedicato alla difesa della razza umana.  Il gioco mescola elementi RPG  e sparatutto per creare un mix unico: il personaggio del giocatore può essere personalizzato nell’equip e nell’aspetto fisico, e le missioni si completeranno assieme ad altri giocatori, amici e sconosciuti in maniera simile a quello che accade in un MMO. Tutto questo sarà possibile grazie ad un sistema di matchmaking “automatico” che accoppierà casualmente gruppi di players dando la sensazione di trovarsi in un mondo “vivo e in continuo movimento” dove è possibile incontrare sempre persone nuove. Il gioco sarà regolato da eventi scriptati, ma anche da eventi totalmente casuali e non “controllolabili” dagli sviluppatori. Ma cosa vuol dire non controllabili? Vuol dire che l’agire dei giocatori modificherà la partita in modi che nemmeno gli sviluppatori sono in grado di prevedere, andando a creare sempre situazioni nuove a cui approcciarsi. Il tutto sarà mosso da un nuovo motore grafico che combinerà un sistema di illuminazione globale ad uno di illuminazione in tempo reale, per creare così degli effetti di luce mai visti. Senza dubbio Bungie ha avuto molto a lanciarsi in un tale progetto e a loro va un nostro buonafortuna e uno: “Sbrigatevi che vogliamo giocare sta cosa magnifica!” 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.