Cosa ci aspetta: I Videogiochi più attesi del 2014 – Parte 2


 

 

Ecco a voi la seconda parte del nostro “Cosa ci aspetta: I Videogiochi più attesi del 2014! Anche questa volta ci sono alcuni giochi già presenti nella lista dell’anno scorso, assieme a molte altre novità. Pronti?

Via con la lista!

 

Castlevania: Lords of Shadow 2 – PC, PlayStation 3, Xbox 360,

Dopo gli eventi dei due giochi precedenti ( Lords of Shadow e Mirror’s of Fate per 3DS) ci troviamo di nuovo ad indossare i panni di Gabriel Belmont, Alias Dracula. Il “conte” deve prepararsi a combattere di nuovo il signore di ogni male cercando una fonte di potere all’interno del suo castello, ma le cose si complicano perché il resto del clan Belmont, tra cui suo figlio Alucard, sono sulle sue tracce intenzionati a distruggerlo. Il gioco presenterà numerose novità tra cui una struttura open world, una riduzione dei quick time event e una telecamera dinamica al posto di quella fissa. Gabriel avrà a disposizione nuove armi come la Frusta di Sangue, la Spada del vuoto e gli Artigli del Caos, acquisite dopo la sua trasformazione in Dracula. La grafica del gioco manterrà lo stile gotico che è stato tanto apprezzato nel capitolo precedente e MercurySteam ha promesso più stabilità di framerate. L’uscita è prevista per il 27 Febbraio.
Rainbow Six: Patriots
Atteso dagli amanti degli sparatutto tattici, questo nuovo gioco della serie Rainbow Six sta avendo uno sviluppo piuttosto travagliato. Dopo l’annuncio nel novembre del 2011, con tanto di trailer e demo dell’ alpha, il progetto sembrava svanito nel nulla, salvo poi spuntare all’E3 2013 dove Ubisoft disse che il gioco sarebbe uscito per le console di nuova generazione. Poi di nuovo il silenzio fino a una ventina di giorni fa, quando Laurent Detoc, presidente della sezione Nordamerica di Ubisoft, fa sapere al mondo che la mancanza di news sul gioco é dovuta al fatto che il progetto è stato “riavviato da capo” perché il prodotto iniziale non convinceva l’azienda. A noi sembrava bello invece! La trama non era certo originalissima, con i soliti terroristi che vogliono distruggere l’America, ma c’era la componente delle scelte morali del tipo: salverai una persona sola o la sacrificherai per salvare tantissimi civili? Ora purtroppo non sappiamo che piega abbia preso il tutto dopo il “riavvio”, ma confidiamo di saperlo entro l’anno e magari anche di veder uscir il gioco. Vedremo.

 

The Order 1886 – PS4

The Order 1886 è una delle esclusive PS4 più attese. Si tratterà di un action ambientato nell’Inghilterra di una linea temporale alternativa, in cui la storia umana ha preso una piega differente a causa di una mutazione misteriosa comparsa nel VII secolo. La mutazione trasformò parte della razza umana in ibridi uomo-animale assetati di sangue dando il via ad un epoca di terrore. Dopo secoli di morte e paura, il genere umano trova un salvatore in una una versione alternativa di Re Artù e il suo ordine: i Cavalieri, un gruppo di eroici soldati con una fede cieca nel loro leader. I Cavalieri riescono a ad opporre resistenza alle creature grazie al fortuito ritrovamento dell’Acqua Nera, un liquido magico in grado di donare capacità rigenerative e allungare considerevolmente la vita di un uomo. Nonostante tutto però, la guerra continua ancora per centinaia di anni fino ad arrivare al 1886 quando sembra che finalmente l’umanità sia quasi giunta alla vittoria grazie a delle nuove invenzioni belliche. Sebbene la guerra incomba su tutti però, la disparità sociale esiste ancora, e i nobili conducono una vita agiata rispetto al resto della popolazione, costretta a stare sotto legge marziale e a vivere in povertà cosa che porta allo scoppiare di una rivoluzione. L’Ordine di Artù si ritrova così a dover combattere la minaccia mutante e, visto l’appoggio incondizionato da parte dei Nobili, a dover soffocare la rivoluzione aprendo il fuoco sui cittadini disperati pieni di fame e rabbia. E indovinate in tutto questo che ruolo ricopriranno i giocatori? Esatto, quello di un membro dell’Ordine. Vi immaginate le implicazioni morali di giocare nei panni di quello che dovrebbe essere un paladino dell’umanità, che invece deve uccidere i propri simili a causa di motivazioni politiche? Insomma di potenziale ce n’è tanto, bisognerà vedere come le idee verranno sviluppate dai ragazzi di Ready at Dawn, che finora non hanno rivelato nulla sul gameplay, se non che il il gioco sarà molto “dinamico”. La sua uscita è prevista per la seconda metà del 2014.

 

Star Citizen – PC

Star Citizen è un progetto a cui collaborano ben 3 studi: Cloud Imperium Games, Behaviour Interactive e voidALPHA. Si tratta di un titolo fantascientifico per PC in prima persona che unirà spettacolari battaglie spaziali alla Battlestar Galactica e momenti esplorativi alla Star Trek. Aggiungete al mix una struttura da MMORPG con mondo persisente, una profonda personalizzazione delle navi, un sistema economico dinamico basato sulle azioni dei giocatori e una campagna cooperativa con funzionalità drop-in, drop-out e pam: l’hype è servito. I soldi per il progetto sono stati ricavati tramite una raccolta fondi che si è rivelata essere la raccolta la più riuscita della storia: 35 milioni di dollari raggiunti in 2 anni. Tutta questa fiducia è stata guadagnata tramite il continuo rilascio di contenuti quali immagini delle navi spaziali, dei pianeti e altre e continui aggiornamenti video sullo sviluppo del gioco. Sulla trama portante del gioco non si sa ancora molto se non che sarà ambientata nel 30°secolo e vedrà fra i suoi temi centrali l’acquisizione della cittadinanza dell’UEE, l’United Empire of Earth (Impero Unito della Terra), un governo interstellare che controlla tutti i pianeti abitati della Via Lattea. Il gioco dovrebbe uscire nel periodo di fine 2014, inizio 2015.

 

The Crew – PS4, Xbox One

Di MMORPG di ultimi anni ne sono usciti parecchi, anche troppi potrebbe dire qualcuno, ma mai nessun MMO-Racing Game. The Crew sarà il primo del suo genere e già questo basta per renderlo uno dei giochi più attesi di quest’anno, visto che si propone di portare una ventata di novità nel mondo dei giochi di guida. Gli ingredienti del gioco sono esplosivi: un mondo persistente la cui mappa riproduce gli Stati Uniti, la possibilità per i giocatori i giocatori di aggregarsi in Bande (le Crews che danno il nome al titolo) per svolgere varie attività e una modalità campagna giocabile anche in co-op. Nessuno prima d’ora aveva cercato di portare un tale livello di interattività fra giocatori in gioco di corse e viene spontaneo fare i complimenti a Ubisoft per il coraggio. L’uscita è prevista per la prima metà del 2014.

 

Infamous: Second Son – PS4

Ambientato sette anni dopo la fine di Infamous 2, Second Son ha come protagonista il 24enne Delsin Rowe, un Conduit che ha la capacità di assorbire i poteri degli altri Conduit. Delsin sarà occupato a combattere contro il DUP (Department of Unified Protection), un’organizzazione governativa istituita dagli Stati Uniti dopo la distruzione di Empire City, con il compito di individuare e tenere “sotto controllo” i vari Conduit sparsi per il paese. Delsin lotta non perché sanimato da cattive intenzioni, ma perché deciso a spezzare il clima di terrore e oppressione in cui il DUP ha trascinato il paese con la scusa di tenere la popolazione sotto controllo. Il gioco manterrà la struttura open-world che l’ha reso celebre e sarà presente un avanzato sistema di potenziamento delle abilità di Delsin, che inizialmente sarà “solo” in grado di tramutarsi in fumo, ma che poi acquisirà moltissime nuove abilità. L’uscita del gioco è prevista per il 21 Marzo.

 

 

Deep Down – PS4

I dungeon sono una componente quasi essenziale in un RPG e di solito si tratta di un sotterraneo di un maniero o di qualche antica struttura dimenticata dagli dei e dagli uomini. In Deep Down, gioco esclusiva PS4, non si sa bene cosa si esplorerà perchè sebbene si tratti di un Dungeon Crawler, il gioco è ambientato nel 2094. O almeno, la storia partirà dal 2094 per poi portare il giocatore in un viaggio a ritroso nel tempo sulle tracce di alcuni manufatti misteriosi/magici. Il protagonista sarà difatti un componente dei Ravens, un gruppo di scienziati amanti dell’avventura che utilizzano un macchinario ipertecnologico per rivivere i ricordi dei propietari dei suddetti manufatti. Fino ad ora sembra che l’epoca d’origine di questi oggetti sia il medioevo, visto che tutte le immagini di gioco e i filmati diffusi da Capcom, mostrano guerrieri in armatura, ma in rete si vocifera che potrebbe anche capitare di giocare in qualche altra epoca storica. Il gameplay sembra avere molto di Dark Souls, con il personaggio in grado di compiere azioni d’attacco diverse con ogni arma e nemici molto forti; gli sviluppatori hanno confermato che il gioco sarà molto difficile, studiato appositamente per chi vuole mettersi alla prova. Basti pensare che i vari dungeon avranno stanze e nemici generati casualmente ad ogni partita, quindi le insidie presenti negli ambienti saranno ogni volta diversi. Grande importanza rivestirà la componente multiplayer visto che i giocatori potranno collaborare per esplorare meglio un dungeon e scambiarsi inoltre oggetti utili per il proseguire della trama. Ah, dettaglio importantissimo: sarà Free-to-play. Interessante eh?

 

The Witcher 3: Wild Hunt – PC, Xbox One, PS4

Chi non conosce Geralt di Rivia non si può definire un amante degli RPG. I due titoli che raccontanto le tetre e oscure avventure dello Strigo dagli occhi dorati, creato dalla pena dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski, sono amatissime da molti fan del genere e hanno venduto più di 6 milioni di copie in tutto il mondo. A rendere famosa la serie, oltre che i toni maturi, sono state la longevità molto alta e il fatto che le scelte del giocatore si ripercuotessero pesantemente sulla trama; basti pensare che The Witcher 2 ha ben 16 finali diversi! In questo nuovo capitolo Geralt si trova ad affrontare una minaccia spaventosa: la Caccia Selvaggia, un evento temutissimo in cui creature di un altro mondo scendono fra la gente per sterminare e distruggere. Anche questa volta la storia, che richiederà una cinquantina di ore (un centinaio contando le quest secondarie) per essere completata, sarà influenzata dalle scelte compiute che cambieranno radicalmente lo svolgersi degli eventi. Il gioco verrà sorretto dal nuovissimo REDengine 3, un nuovo motore grafico sviluppato appositamente dai ragazzi di CD Projekt RED, che permetterà di gestire porzioni di mappa ampissime con numerosissimi NPC senza nemmeno schermate di caricamento. Il dettaglio grafico raggiunto è straordinario: andatevi a vedere il trailer di debutto per rendervene conto. Il gioco non ha ancora una data di lancio ufficiale, ma la sua uscita è prevista per il secondo trimestre del 2014. Non vediamo l’ora.

 

Dying Light – PC, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One

Techland si è resa famosa con i suoi due Dead Island, che sebbene non siano stati accolti particolarmente bene dalla critica internazionale per il suo alquanto disastroso lato tecnico che finì col deludere anche buona parte del pubblico, sono riusciti a vendere abbastanza bene grazie al gampelay incentrato sulla cooperativa. Ammazzare zombie in compagnia è sempre divertente. Ora lo studio è deciso a realizzare un nuovo gioco survival a base di non morti con tutte le caratteristiche di un triple AAA: Dying Light. Il concept è quasi identico: in una città infestata dai non morti i giocatori devono cavarsela utilizzando come armi oggetti di fortuna che possono potenziare in varie maniere andando a creare cose come il coltello elettrico, unendo un generatore e un machete. Ad arricchire il gameplay ci saranno però due fattori determinanti: il freerunning e il ciclo giorno/notte. Il primo permetterà al giocatore di saltare, correre e arrampicarsi sfruttando gli elementi della mappa come trampolini e “isole sicure” per salvarsi dalle orde di non morti, il secondo invece, porta dei cambiamenti ancora più profondi. Mentre di giorno infatti i non morti sono lenti e impacciati nei movimenti, di notte diventano molto più aggressivi e agili costringendo il giocatore a dover sfruttare al meglio l’ambiente e il suo equipaggiamento per poter sopravvivere. Inoltre di notte fanno la loro comparsa i Cacciatori, degli infetti speciali che ricordano gli Hunter di Left 4 Dead, quasi impossibili da sconfiggere se non utilizzando tattiche avanzate come agguati e trappole. Naturalmente l’intera campagna del gioco sarà giocabile in cooperativa da 4 amici. I rumors danno questa nuova ip zombesca in uscita durante il periodo estivo. Si rivelerà un gioco superiore a Dead Island? Lo vedremo.

 

Thief – PC, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One

Quarto capitolo di una serie iniziata nel 1998, Thief sarà un “seguito-reboot” e vedrà di nuovo come protagonista il ladro Garret alle prese con il Barone, il governante che controlla “La Città”, il centro urbano dove il maestro delle ombre compie i suoi crimini. Il Barone opprime gli abitanti con le tasse lasciandoli morire di fare e Garret è intenzionato a rubare le sue ricchezze… per tenersele! Non stiamo mica parlando di Robin Hood. Ogni livello potrà essere affrontato in maniere diverse: grazie alle sue doti di tracecours e ai suoi gadget Garret può scalare pareti e sfruttare condotti e altri passaggi nascosti per entrare indisturbato in luoghi altrimenti inaccessibili. Si avranno a disposizione varie armi contundenti tra cui un manganello e un arco capace di utilizzare diversi tipi di frecce, in grado di distrarre o stordire i nemici. Sì perché Thief é una serie che basa il suo successo sull’approccio Stealth e non letale, visto che Garret è un ladro non un assassino e il suo unico scopo è rubare, non sterminare guardie. Nei precedenti capitoli, alle difficoltà più alte uccidere un nemico causava addirittura il game-over, ma non sappiamo se questa caratteristica verrà mantenuta. Eidos Montreal ha garantito che l”essenza” stealth della serie rimarrà inalterata, per poi però annunciare un’aggiunta che ha fatto storcere il naso ai puristi, ovvero il Focus, una sorta di “visione tattica” che potrà essere utilizzata per effettuare una “scansione ambientale” della zona circostante e vedere tutti gli oggetti con i quali é possibile interagire. Nick Cantin però, direttore del gioco, ha precisato che si tratterà di un’abilità utilizzabile a discrezione del giocatore: volendo si può finire il gioco senza utilizzarla nemmeno una volta. Se ciò sarà vero o no lo scorpiremo il 28 Febbraio.

 

Tom Clancy’s The Division – PC, PS4, Xbox One

Annunciato all’E3 2013 e poi mostrato in azione ai VGX, The Division ha generato da subito un hype pazzesco. Si tratterà di un gioco open-world sviluppato appositamente per la next-gen, in uscita per Xbox One, PS4 e PC. Il giorno del Black Friday un virus mortale che si diffonde tramite il denaro inizia a mietere migliaia di vittime in poche ore. Nel giro di 15 giorni l’intera nazione degli Stati Uniti è messa in ginocchio. La maggior parte della popolazione è deceduta e il caos generato dall’epidemia ha portato le persone ad armarsi e a saccheggiare qualunque risorsa disponibile per sopravvivere all’inverno. In tutto questo il governo è quasi impotente, ma rimane un’ultima speranza: la “Strategic Homeland Division”, conosciuta semplicemente come “The Division”. Si tratta di una squadra composta da membri d’elité dell’esercito e del corpo dei servizi segreti, incaricata di “salvare il salvabile” e cercare di riportare una parvenza d’ordine in uno stato in tumulto. La taglina del gioco recita: “What will it take to save what remains?” – Cosa servirà per salvare ciò che resta? Ed è proprio sulle scelte che il gioco si baserà e, visto il suo forte orientamento multiplayer, con i giocatori che potranno a formare squadre della Division, capiterà di dover scegliere se ostacolare o aiutare altri gruppi di giocatori per “fare la cosa giusta”. Di sicuro un progetto ambizioso quello di Massive Entertainment, ma anche decisamente promettente, o almeno così sembra visto che Ubisoft ci ha sta puntando molto. Il gioco è stato annunciato per quest’anno, ma non ha ancora una data d’uscita ufficiale.

 

Monster Hunter 4 – 3DS

Amatissimo in Giappone, ma anche nel resto del mondo, il brand Monster Hunter si può considerare uno dei maggiori successi di casa Capcom. Già uscito in patria, Monster Hunter 4 ha venduto 2 milioni di copie al day one, il lancio migliore della storia della casa Nipponica e arrivando a quota 4 milioni di copie nel giro di 2 mesi. Famitsu ha assegnato il gioco un bel 38/40, lodandone il maggior focus sulla trama e le varie innovazioni. Il gioco presenta varie novità e migliorie rispetto ai capitoli precedenti come una maggior interattività ambientale e nuove animazioni di movimento. L’IA dei mostri è stata migliorata in modo da renderli capaci di sfruttare l’ambiente per attaccare i Cacciatori, e la mappa è stata ampliata in maniera significativa. Aumentato considerevolmente anche il numero delle armi disponibili e delle creature da cacciare. Il lancio in occidente è previsto entro il 2014, ma una data non è ancora stata annunciata.

 

Professor Layton vs. Phoenix Wright: Ace Attorney – 3DS

In Giappone si sà, sono amanti di crossover. Street Fighter x Tekken, Detective Conan vs Lupin III (esiste!) e ora anche Professor Layton vs. Phoenix Wright: Ace Attorney. I due celebri personaggi di due delle saghe più amate per Gameboy, tornano in questo titolo in cui le loro strade finiscono per incrociarsi. Già uscito in Giappone a novembre del 2012, dove ha riscosso un buon successo di critica e di pubblico, il gioco propone una trama originale in cui Layton e Luke e Ace e Maya, finiscono, per motivi diversi, a Labyrinth City, una città medievale di un altro mondo. Lì entrambi dovranno darsi da fare, l’uno per risolvere i misteri della città, l’altro per difendere Espella, una giovane ragazza accusata di stregoneria, legata in qualche modo alla città. Il gameplay presenta caratteristiche tipiche di entrambe le serie per cui si hanno enigmi da risolvere nei panni del Professore e prove da raccogliere e interrogatori da sostenere nei panni di Nick. Impazienti di giocarci? Dovrete pazientare fino al 28 marzo!

 

The Last Guardian – PS4 (forse PS3)

The Last Guardian è il nuovo titolo di Fumiko Ueda, il game designer che è riuscito a stupire il mondo con ICO e Shadow of The Colossus, due titoli considerati tra i videogiochi più belli mai creati. Annunciato inizialemente all’E3 2009, il gioco sarebbe in sviluppo fin dal 2007. Purtroppo la sua storia è stata segnata da continui rinvii e posticipi che avevano portato in molti a credere che il progetto fosse ormai morto, In questo gioco vestiremo di nuovo i panni di un bambino che stringe una strana amicizia con Trico, una creatura gigante simile ad un grifone tenuta prigioniera nella rovine di un enorme castello. Chi stia tenendo prigioniero lo strano animale e perchè si scoprirà nella trama, quel che si sà è che lo scopo del giocatore sarà liberare la creatura e aiutarla nella fuga. Le animazioni e il comportamento di Trico sono state studiate per renderlo l’animale virtuale più realistico mai creato, e durante il gioco sarà fondamentale interagire con lui. Il bambino invece potrà saltare e compiere tutte quelle azioni che si potevano compiere in Shadow of the Colossus, ma con una maggiore fluidità data dal nuovo motere grafico. Non mancherà anche un accuratissimo motore fisico, che dovrebbe permettere agli sviluppatori di creare complicati puzzle ambientali. Purtroppo ad oggi il gioco rimane senza data d’uscita, ma nel frattempo qualcosa è cambiato: è uscita la PS4 e secondo una dichiarazione di Shuhei Yoshida, CEO di Sony, il gioco uscirà proprio per questa console. Ma allora il gioco vedrà mai la luce su PS3? La piattaforma su cui doveva uscire inizialmente? Chi lo sà. Noi nel frattempo lo inseriamo, visto che l’anno è appena cominciato e incrociamo le dita.

 

E anche questo Cosa ci Aspetta è terminato! Ci vediamo l’anno prossimo con i Giochi più Attesi del 2015! E speriamo di non dover reinserire alcuni dei titoli dell’edizione di quest’anno!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.