Cosa ci aspetta 2015 - I giochi più attesi del 2015 News, PC, Rubriche

Cosa ci aspetta: I videogiochi più attesi del 2015 – Parte I


Bentrovati cari e care Truegamers a Cosa ci Aspetta, il nostro speciale in cui vi diamo un assaggio dei giochi che verranno. Questo 2014 è stato un anno denso di soddisfazioni, e di qualche delusione, ma delle cose belle e brutte dei 12 mesi passati vi parliamo in due bei articoli dedicati. Qui vi parliamo del futuro. Del 2015 e di ciò che stiamo aspettando con fomento.

Siete pronti per Cosa ci aspetta: I videogiochi più attesi del 2015 – Parte I?
1, 2, 3…. Ignition!

The Witcher 3: Wild Hunt (Xbox One, Ps4, PC)

The withcer 3 wild huntL’ultimo capitolo della saga di Geralt di Rivia è sicuramente uno dei giochi più attesi del 2015. Sarebbe dovuto uscire nella seconda metà del 2014, ma venne poi posticipato a Febbraio 2015. Poi a inizio dicembre l’annuncio da parte di CD Projekt RED: The Witcher 3 slitta a Maggio 2015. Le motivazioni? Risolvere ogni minimo bug del gioco e dare al pubblico un prodotto completo e finito. E qui scatta un applauso. Perché siamo veramente stufi di giochi che necessitano di patch, anche voluminose, al lancio perché gli sviluppatori devono rispettare gli annunci fatte dalle grandi company o da loro stessi. Rilasciate questi giochi quando son finiti e che diamine! Scusate lo sfogo, ma dio mio è difficile assistere a certe cose. Tornando a Wild Hunt, non vediamo l’ora di scoprirne la trama che a quanto pare ci permetterà di giocare nei panni anche di un altro personaggio: Ciri, una ragazza che chi ha letto la saga cartacea da cui la serie di The Witcher è tratta, conoscerà bene. Da quel che si è visto ci aspetta anche un mondo enorme ricco di missioni, un sistema di combattimento rinnovato e le solite devastanti scelte morali, il tutto realizzato con il nuovissimo REDengine 3, che è un vero spettacolo per gli occhi. Maggio soleggiato, Witcher assoldato.

Starcraft II: Legacy of the Void (PC, Mac)

Starcraft II Legacy of VoidUltima parte della trilogia di Stacraft II, Legacy of the Void sarà incentrato sul’alto templare Protoss Artanis e sulla sua lotta per unificare le tribù del suo popolo sotto un’unica bandiera per riconquistare il loro pianeta natale Aiur. Artanis sa che sarà un processo doloroso, ma che è anche l’unico modo per preparare i Protoss allo scontro con Amon, lo Xel’ Naga che assieme al Void, minaccia di cancellare la vita dall’intera galassia. In questo capitolo dovremo affrontare nuovamente 20 missioni, in cui il giocatore dovrà compiere delle scelte che influenzeranno la trama. Schierarsi con una tribù Protoss piuttosto che un’altra, andrà a determinare il tipo di unità che si potranno produrre e anche i nemici che andremo ad affrontare. Il trailer mostrato al Blizzcon era carico di quell’epicità che solo i prodotti di mamma Blizzard sanno avere e ci fa ben sperare che questo “atto finale” sia all’altezza di ciò che è: la conclusione di una delle saghe più amate di sempre. Sul versante multiplayer sono già state annunciate nuove unità per ognuna delle tre razze, che sicuramente faranno la gioia di coloro che non vedono l’ora di sviluppare nuove tattiche per annientare gli avversari online. Una Beta è prevista per la prima metà del 2015. La data d’uscita? Speriamo di conoscerla presto.

The Legend of Zelda (Wii U)

The Legend of ZeldaThe Legend of Zelda è un nome che i fan del mondo Nintendo conoscono bene. Si tratta infatti del nome del primo capitolo della serie, uscito nel lontano 1986 e che poi è rimasto come parte del nome di quasi tutti gli Zelda successivi. Ora, The Legend of Zelda, torna ad essere il nome vero e proprio di questa nuova avventura di Link, per Wii U. La scelta di riutilizzare il nome del primo gioco è dovuto al fatto che questo sarà un vero e proprio nuovo inizio per la saga che torna alle sue origini open-world, proponendo un mondo completamente esplorabile in maniera non lineare. Nel trailer mostrato ai Game Awards 2014 ci è stato possibile ammirare la maestosità delle ambientazioni, realizzate in un fantastico cel-shading e abbiamo avuto la conferma che se vediamo qualcosa all’orizzonte è possibile raggiungerlo. Nulla si sa sulla trama, ma già in molti lo considerano un capolavoro annunciato. Aonuma-san ha confermato inoltre che il gioco uscirà nel 2015, ma quando, di preciso, non si sa.

Star Wars: Battlefront

Star Wars BattlefrontIn sviluppo presso EA, si tratta del reboot dell’omonima Star Wars: Battlefront, una apprezzata serie di sparatutto in terza persona ambientati nell’universo di Star Wars. Di questo gioco si sa ancora pochissimo. Abbiamo potuto ammirare solo qualche stralcio di ambientazione realizzato in un filmato mostrato all’E3, che ci ha rivelato che tra le mappe giocabili ci saranno Endor e Hoth. Le immagini erano veramente impressionanti a livello grafico, e non ci si potrebbe aspettare niente di meno, visto che il motore grafico del gioco sarà il Frostbite 3. I vecchi capitoli della serie garantivano frenetiche partite online da 64 giocatori, quindi non ci aspettiamo niente di meno da questo reboot. EA ha annunciato che il loro obiettivo è di farlo uscire in concomitanza con il settimo capitolo cinematografico della serie, cioè a Natale 2015. Speriamo che non facciano na ciofecata per rispettare i tempi.

Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege (Xbox One, Ps4, PC)

Rainbow six: siegeMostrato all’E3 2014 questo gioco è ciò in cui si è trasformato il progetto Rainbow Six: Patriots dopo il “riavvio” del 2013. Da ciò che si evince dal video di presentazione pare che Ubisoft abbia deciso di lasciare da parte il discorso scelte morali e la trama incentrata su una nuova guerra civile americana per concentrarsi sul multiplayer. Quello che ci è stato mostrato è stata infatti una partita online Rainbow contro Terroristi 5 vs 5, di una versione pre-alpha del gioco. Che la partita fosse o meno “organizzata” per mostrare le funzionalità del titolo, non ha molta importanza, visto che comunque il tutto è servito a farci capire con cosa avremo a che fare. Come negli altri capitoli della serie gli scontri saranno altamente tattici e prima di un attacco sarà necessario pianificare attentamente ogni fase di esso, scegliendo l’equipaggiamento adatto, e perfino il punto da cui iniziare l’incursione sulla mappa. La novità maggiore è rappresentata dall’alta distruttibilità ambientale gestita da un nuovo motore sviluppato da Ubisoft stessa, il Realblast Engine, che garantirà demolizione generata in modo procedurale, che terrà conto di vari fattori, come ad esempio il calibro dell’arma utilizzata. Muri, porte, tetti, ogni superficie sarà distruttibile dando modo ai giocatori di sviluppare metodi di attacco sempre nuovi. Non mancheranno gadget tecnologici quali telecamere e droni per compiere un’opportuna ricognizione del territorio, prima di ingaggiare il nemico. Insomma, c’è tutto quello che ci si aspetta da un gioco che ha Rainbow Six nel nome. Sul versante single player non si sa nulla, nemmeno se effetivamente il gioco avrà un comparto single player oppure no. La sua uscita è prevista per gli ultimi mesi del 2015.

Killing Floor 2 (PC,PS4)

Killing Floor 2Tripwire Interactive è una casa che si è fatta le ossa facendo mod basate su Unreal Tournament 2004. I loro sforzi sono stati premiati visto che Red Orchestra e Killing Floor, sono diventati dei giochi di grande successo. Killing Floor in particolare con il suo gameplay “ignorante” dove bisogna massacrare orde di mostri in compagnia di amici utilizzando tantissime armi capace di fare letteralmente a pezzi gli avversari è diventato uno dei giochi più diffusi fra gli utenti di Steam. In tanti si chiedevano come mai  Tripwire non avesse in cantiere un seguito, ma l’8 Maggio di quest’anno invece arriva la notizia: Killing Floor 2 è in cantiere già da un po’ e uscirà nel 2015. I maciullatori amanti del gore di tutto il mondo in festa. Come non fomentarsi poi con i diari di sviluppo, dove gli autori dichiarano di essersi ispirati a Soldier of Fortune e che il corpo di ogni nemico sarà composto da 22 parti completamente “distruttibili”? Come non morire dalla voglia di affrontare due novii Esemplari: Cyst e Slasher? Il tutto sarà realizzato con una versione potenziata dell’Unreal Engine 3. La sua uscita è prevista per il primo/secondo quarto del 2015.

Final Fantasy XV (Xbox One, PS4)

Final Fantasy XVChe sia finalmente l’anno buono in cui questo Final Fantasy uscirà? Annunciato inizialmente nel 2006 sotto il nome di Final Fantasy XIII Versus, è diventato poi uno dei vaporware, ovvero progetti riguardanti l’informatica annunciati e poi posticipati all’infinito o svaniti nel nulla (come vapore per l’appunto), più famosi dell’ultima decade. Vi risparmiamo tutta la storia costellata di annunci, rinvii, smentite, controsmentite; vi basti sapere che forse finalmente quest’anno questo gioco vedrà la luce. O almeno i filmati e le informazioni rilasciate ultimamente fanno ben sperare. Descritto dagli autori stessi come il Final Fantasy più “dark” di sempre, questo titolo ci calerà nei panni di Noctis Lucis Caelum, giovane rampollo della famiglia Caelum, una stirpe di nobili che da sempre è custode del Cristallo della città-stato Lucis. Lucis, grazie alla presenza del Cristallo, è una nazione prospera, con un livello tecnologico molto simile alle nostre odierne metropoli ed è composta per la maggior parte da grattacieli e strade asfaltate. La sua prosperità è dovuto al Cristallo, che è anche di fatto l’ultimo di questi manufatti esistente al mondo. Com’è logico, altri bramano a possederlo, e tra questi c’è Idola Aldercapt, Imperatore del regno di Niflheim che decide di lanciare un’invasione in vasta scala di Lucis. Noctis si ritroverà quindi a dover affrontare la situazione e intraprendere un viaggio verso Altissia, in compagnia dei suoi amici Ignis, Prompto e la sua guardia del corpo Gladiolus, per trovare una ragazza di nome Luna che avrà un’ importanza centrale negli avvenimenti della trama. Il mondo di gioco sarà composto da enormi aree completamente esplorabili, attraverso le quali il giocatore si potrà spostare anche a bordo di veicoli o cavalcature, ovvero gli immancabili Chocobo. Non mancherà il ciclo giorno/notte e un sistema che gestirà cambiamenti atmosferici in tempo reale. Il sistema di combattimento promette di rivoluzionare completamente le meccaniche di gioco della serie, visto che sarà in tempo reale e si baserà sulla pressione concatenata di tasti dedicati all’attacco e alla difesa. Centrale nei combattimenti sarà la capacità di Noctis di teletrasportarsi, talento che si potrà sfruttare per interagire in vari modi con le ambientazioni e mettere in difficoltà gli avversari. Non verrà data la possibilità di controllare altri membri del party a parte “Noct”, ma sarà possibile impartire loro degli ordini. Viste tutte queste novità non vediamo l’ora di mettere le mani su questo nuovo Final Fantasy, per capire se tanta attesa e tante aspettative saranno premiate. Square, sbrigati a dirci quando uscirà! Se uscirà….

Uncharted 4: A Thief’s End (PS4)

Uncharted 4 a thief's endSono passati diversi anni dall’ultima avventura di Nathan. L’archeologo e cacciatore di tesori si è ormai lasciato alle spalle la vita fatta di avventure spericolare in giro per il mondo e si è ritirato a vita privata. Ma come dice una certa canzone “there ain’t no rest for the wicked”, e quindi ecco che il nostro eroe si ritrova per motivi che Naughty Dog non ha voluto svelare, a dover mettersi sulle tracce di un leggendario tesoro pirata. Peccato che il suddetto tesoro sia l’obiettivo anche di un’organizzazione segreta senza tanti scrupoli e che cercherà di fermare Nathan in ogni modo. Descritta dagli sviluppatori come “l’avventura più pericolosa e impegnativa di Nathan Drake”, questa nuova iterazione di uno dei brand più amati della console di casa Sony arriverà a Natale dell’anno prossimo. Abbiamo avuto modo di osservarne il gameplay durante il Playstation Experience 2014, e abbiamo potuto notare come sia stata posta una maggior attenzione allo stealth, seppur non manchino i momenti “frenetici” a cui la serie ci ha abituati. Gli evidenti miglioramenti grafici, come un sistema di illuminazione più realistico e dei modelli poligonali più rifiniti, danno quel pizzico in più che ci fa credere che ci troveremo di fronte al miglior Uncharted di sempre.

Evolve (Xbox One, PS4, PC)

EvolveL’ultima fatica dei Turtle Rock Studios, sembra già destinata a diventare uno dei maggiori successi commerciali di quest’anno. Basta vedere i dati dell’Alpha di Novembre, che ha registrato oltre un milione di accessi. Il suo innovativo multiplayer 4 contro uno, dove i quattro sono esseri umani armati fino ai denti e l’uno è un mostro terrificante, ha già convinto molti. Dalla sua, ha partite che offrono momenti di azione frenetica, ma ricche di tattica; entrambe le forze in campo devono sfruttare al meglio le loro abilità per fronteggiare il nemico e venire fuori vincitrici dalla letale sfida. Le mappe enormi, completamente esplorabili anche in verticale, posseggono un level design studiato per permettere vari tipi di approccio allo scontro. Perfino le condizioni atmosferiche hanno un impatto diretto sul gameplay: una delle mappe dell’Alpha era continuamente spazzata da una tormenta di neve che limitava la visibilità rendendo, ogni angolo insidioso per entrambe le fazioni. Il fascino dell’intera produzione è indubbiamente dovuto alla possibilità di giocare nei panni di un mostro terrificante capace di evolvere e acquisire nuove abilità uccidendo e divorando altre creature presenti sulla mappa. Chi non ha mai voluto vestire i panni dell’orrenda creatura assetata di sangue? Evolve, salvo posticipi, uscirà il 10 Febbraio.

Batman: Arkham Knight (Xbox One, PS4, PC)

Batman Arkham knightCon questo quarto (e forse ultimo) capitolo della loro serie di videogiochi con protagonista Batman, Rocksteady intende rinnovarsi, portando in campo novità di gameplay e migliorando ciò che già di buono c’era negli scorsi capitoli. La novità più gustosa sarà la Batmobile, il più fidato e famoso mezzo utilizzato dall’Uomo Pipistrello nella sua crociata contro il crimine. Per la prima volta sarà possibile “richiamarla” con la pressione di un tasto e sfruttarla per spostarsi rapidamente sull’enorme mappa di gioco (cinque volte più grande di quella di Arkham City) o utilizzarla per sgominare rapidamente gruppi interi di nemici. Il mezzo sarà infatti dotato di due modalità: una di guida e una da battaglia, che permetterà l’utilizzo di missili e di una mitragliatrice a canne rotanti. La Batmobile servirà anche per risolvere determinati enigmi ambientali. Altra grande novità è rappresentata dal nemico principale del titolo, ovvero l’Arkham Knight. Questo personaggio, creato da Rocksteady in collaborazione con DC, sarà una specie di alter-ego malvagio di Batman. Esperto nel corpo a corpo e dotato di una tuta da battaglia simile a quella del Cavaliere Oscuro, sarà un avversario spietato e la cui vera identità sarà probabilmente un mistero che ci accompagnerà fino alle battute finali del gioco. Il sistema di combattimento sarà migliorato con nuove tecniche e animazioni più fluide, frutto di un’upgrade tecnico generale, che ci offrirà il Batman visivamente migliore di sempre. Preparate i vostri Batarang per il 2 Giugno.

Deep Down (PS4)

Deep DownVi avevamo parlato anche l’anno scorso di Deep Down, il nuovo progetto di Capcom free-to-play esclusiva PS4, e da allora abbiamo appreso qualche dettaglio in più. Sapevamo già che si sarebbe trattato di un Dungeon Crawler dalle meccaniche simili a Dark Souls, con una trama alquanto intrigante che vede protagonisti i Ravens, un gruppo di scienziati, che nel 2094 utilizzano un macchinario per rivivere i ricordi dei propietari di alcuni manufatti dagli straordinari poteri, per scoprire dei misteri riguardanti il passato dell’umanità. Abbiamo poi scoperto lungo il 2014 che i Ravens, non sono dei veri e propri scienziati, ma più che altro un gruppo di individui che possegono il potere della psicometria, cioè l’abilità paranormale di conoscere eventi passati “vissuti” da un oggetto, tramite il tocco o la percezione di “vibrazioni” emesse da esso. Il tutto prende quindi una piega più mistica e lo stesso produttore esecutivo del progetto, Yoshinori Ono, ha svelato che i vari dungeon che si affronteranno nel gioco saranno tutti legati ad una particolare emozione provata dai suoi precedenti possessori. Scopo del giocatore sarà quella di “capire e interpretare” tali emozioni, rappresentate dai dungeon e dai mostri presenti in esso, per meglio comprendere la storia dei manufatti e capire cosa sia accaduto veramente nelle epoche passate della storia del genere umano. Yoshinori-san ci ha tenuto a specificare anche che i fungeon saranno ogni volta diversi, ogni volta che ci si entrerà, perchè tutto, stanze, mostri e oggetti, sarà generato in maniera procedurale. Questa svolta “emozionale” rende il gioco ancor più interessante e visto che sarà dotato anche di un comparto multiplayer che permetterà di esplorare i dungeon in compagnia di amici, non vediamo veramente l’ora di provare con mano questo titolo.

The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D (Gameboy 3DS)

The Legend of Zelda Majora's Mask 3DIl mondo dei videogiochi ci ha dimostrato molte volte che l’amore dei fan può fare miracoli e la storia di The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D ne è un esempio. Se i giocatori di oggi potranno difatti gustarsi il remake di una delle avventure di Link più amate, è solo grazie alla Operation Moonfall, una petizione lanciata da un gruppo di fan perchè venisse per l’appunto realizzato un remake di Majora’s Mask per 3DS. La petizione ha avuto grande adesione e Nintendo ne ha tenuto conto, decidendo così di accontentare i suoi fan. Grafica migliorata, sistema di controllo ottimizzato per la console portatile, nuove boss battle e l’introduzione della pesca, si andranno ad integrare con la trama ricca di mistero che rimarrà inalterata rispetto alla versione del 2000. Se non avete avuto la possibilità di aiutare Link a salvare il mondo di Termina dal precipitare della propria Luna sulla sua superficie, allora potrete avere la possibilità di farlo a partire dalla primavera del 2015.