Rubriche

Criticast #11 – Archeocast – Le perle nascoste (Parte 2)


Esegui

Ascoltatori di Criticast o neoascoltatori, benvenuti alla seconda di tre (ci siamo quasi, anf) parti dell’undicesimo podcast videoludico che vi sorprende con giochi di qualità! Stavolta si aggiungono infatti alla ricerca di tutti quei videogame poco conosciuti, ma apprezzabilissimi gli storici redattori Mattia “Max” Pagano e Mattia Camusso; pronti ad accoglierli all’interno del tempio di Giosafotte i già presenti Francesco “Rugerfred” Sedda, Roberto “Tuxx” Toia ed il presentatore stabile Giuliano Luongo; gradito ritorno anche per il duo musicale Dep e Bronz, che ci presenta una spettacolare sigla remix di Live a Live, gioco multiforma presentato nello scorso episodio. Dai polverosi scavi passeremo dal platform all’isonometria, da boss spaventosi a viaggi nel tempo, con una capatina anche tra maiali guerrafondai. Fomentati? Bene, allora eccovi il link alla puntata:
Ascolta
Scarica
– Sempre più archeologi nel tempio di Giosafotte250px-Psychic_World_Cover
– Psychic World, dove si spara con la mente
– Rapimenti e mostri vari
– Livelli di qualità e quant’altro
– Interfaccia tra vita, ESP, poteri e simboli parapsicologici
– Proiettili differenti
– Boss troppo cresciuti, frutto delle allucinazioni dei programmatori
– Gran finale a calci e pugni
– Scatti assurdamente veloci
– Teletrasporto, ripiego dai bug?
– Insulti vari verso il teletrasporto
– Upgrade ai poteri mentali
– Consigli parapsicotici finali
– Mostri raccapriccianti e via di allucinazioni
– Cecile posseduta e twisted endingpsychic
– Passiamo a Renegade Ops, macelloso spara a tutto su veicoli
– Avalanche si dà all’isonometrico
– Classico cattivone pelato che spacca il mondo
– Compatibilità risolte
– Pure Gordon Freeman si aggiunge allo sparacchiamento
– Abilità d’attacco e di difesa
– Punti abilità e tabelle per rapide skill
– Macellosità via pad
– Sfascia di qua, spacca di làRenegade Ops - Thumb
– Non stanca devastare ogni cosa continuamente?
– No! Specialmente se si sfascia in compagnia
– Difficoltà hard, dove ogni colpo è sacro singularity
– Volando sugli elicotteri
– Missioni secondarie, tanto per devastare ancora un po’
– Sega, Sega
– Intermezzi fumettosi ed armi secondarie
– Nuovo Mattia, nuova perla: Singularity
– FPS con il controllo del tempo
– Katorga 12, l’isola uscita dal nulla
– Casini temporali da risistemare
– L’E99, la nostra arma per ringiovanire od invecchiare (e no, non è una crema di bellezza al plutonio
– Ricostruiamo l’ambiente e nonnizziamo i soldati nemici
– Armi d’invenzione e fucili rallentanti
– Potenziamenti da raggiungere
– Enigmi temposi
singul bolla– Rallentare il tempo con l’apposita bolla
– Mindf*ck della trama, con finali multipli dati da una scena sola
– Momento arduo, capire per bene il gioco
– Gameplay in realtà rapido e gustoso
– Non una grandissima longevità, ma stiamo negli standard
– Insulti ad Homefront
– Strategie di potenziamento
hogs cover– Texture un po’ pesantine
– La nave sommersa, gran guappata da applausi
– Nuova perla ai porci, anzi coi porci: Hogs of War !
– Maiali da combattimento
– Accenti tarocchi e potere a Turiddu!
– Nati per soffritto
– Deathmatch a turni fino a quattro contendenti
– Mappe da macelleria
– Potenziare le unità passando di grado
– Eroi suini tra armi in quantità
– Campi da massacro in ampia scelta
– Abilità speciali ad personam, anzi ad porcum Voyna_sviney_Hogs_of_War_RUS_ENG_2000__7f879475f0c9
– Turni a rotazione di unità, vedi Worms 3D
– Dove ha cannato Worms 3D
– Guerra per la sbobba
– Gran finale con squadra plurinazionale, tra estreme difficoltà
– L’inganno della scatola maialosa ed armi originali
– Terminiamo con una perla action/arcade: Osman
– Non il sultano Ottomano, ma un simil Strider
– Appendersi dappertutto
– Power Up con moltiplicazione del protagonista nel tempo (o quel che è)osman
– Boss complessi e deformati
– Momenti di pura azione pompata arcade cyberpunk
– Delirio bossico
– Da Pang a Osman
– Cut-scenes semplici, con faccione a comparsa
– Inglese terribiliforme nella pseudo arabia
– Architettura per boss giganti

Ci troviamo al prossimo giro di cinque perle straordinarie e nascoste, grezze e pure robotiche… alla terza parte di Criticast, o ascoltatori!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.