Rubriche

Vintage Criticast: La Notte di Halloween (Parte 1)


Play

Amici, colleghi e altresì bevenuti al secondo – o terzo – appuntamento con Criticast, il podcast che vi fomenta l’orecchio e vi delizia il palato con vari gradi di riflessione videoludica di qualità scadente.

In questa puntata di Halloween, in barba a qualsiasi varietà, parleremo di giochi horror! Il nostro Roberto “Tuxx” Toia ci accompagnerà con una classifica personalissima – dalla quale tutti unanimemente discordiamo – dei giochi più inquietanti giocati e non giocati da egli in persona. A commentare cotante baggianate avremo i superospiti Mattia Franzoso e Tommaso Corso, molto famosi per chi li conosce – e il tutto, comme d’habitude, sarà moderato e aizzato dall’orrido Giuliano Luongo.

Premettiamo che, per motivi del tutto legati all’Alzheimer precoce, non sono stati citati titoli storici come Alone in the Dark, Castlevania e tanti altri che non ricordiamo (per il detto morbo).

Adunque, cliccate qui sotto per scaricare la prima parte – la seconda sarà online domani…mentre vi ricordiamo che il nostro podcast è spoiler friendly…nel senso che è strapieno di spoilers.

 

5 commenti on Vintage Criticast: La Notte di Halloween (Parte 1)

  1. Roberto Toia Avatar

    Precisazioni:
    – All’inizio dico di voler fare 2 esempi su giochi dove si è così potenti da far passare l’effetto orrore: in realtà dico solo Devil May Cry, l’altro, mangiato da un poltergeist, è Painkiller, FPS (ma va?) dove si smaciulla e si impala un’orda allucinatoria di mostri, sino al demonio in persona;
    – Verrò percosso, ma ho evitato di infilarmi in alone in the dark, pur di non ricascare nell’ultimo e il suo elegante cappotto 😀

  2. Giuliano Luongo Avatar

    Parlavo degli Alone in the Dark storici, non dell’ultimo controverso 😀
    no problem per la dimenticanza su Painkiller^^

  3. Roberto Toia Avatar

    Tanti sono rimasti a casa: mi sa che in futuro lontano e remoto ci vorrà un “Criticast – I dimenticati” 😀

    …intanto me lo sento e risento, e continuo a ridere come uno scemo quando Mattia pronunzia la frase “un toccasana per l’anima” XD, messere con il quale si dovrà assolutamente dedicare una puntata double alla Ombrello Corporazioni (magari quando usciranno gli ultimi)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.