Rubriche

Vintage Criticast: Delirio arcade con Farenz!


Play

Cordialissimi ed efficientissimi lettori-barra-ascoltatori di Criticast, benvenuti ad una nuova puntata! Torna la sub-rubrica Traumacast, già vista in un exploit pseudo natalizio, nella quale parleremo dei cosiddetti giochi traumatici i quali, per la loro schifezza o a causa di un contesto bizzarro, ci sono rimasti impressi a fuoco nella memoria come il marchio di macelleria sul culone di una Chianina.

E anche questa volta, dopo l’apprezzatissimo intervento di Michele “MightyPirate” Giardi, abbiamo un ospite…e che ospite! E’ venuto a trovarci Marco “Farenz” Farina, noto fondatore e admin supremo dell’Angolo di Farenz, arcinoto sito di commento videoludico che non la manda a dire, ma anzi, la manda a fanculo! Completano il cast di presenti l’onnipresente e onnidemente Roberto “Tuxx” Toia, il gradito Mattia Camusso e l’orrorifico presentatore Giuliano Luongo, sempre pronto a confondere i nomi dei presenti. La sigla è nuovamente l’opening di Traumacast, ossia il remix by Dep&Bronz di Zombie Panic, traccia estratta dal mitico gioco a 16-bit Zombies Ate My Neighbors. L’editing audio è sempre affidato alle sapienti mani di Diego De Petrillo.

Come sempre, lasciatevi accompagnare dall’indice mentre ascoltate cotante perle – e pirla – di saggezza:

– I Criticastari, il buon Farenz e l’inflazione del gettone
– Pac-Land, il primo platform del giallo mangiapalle
– La chiesa indipendentista di PacMan
– Odore di sapone
– L’inganno ingannevole dei cabinati multigame
– Tuxx trolla gli ascoltatori continuando a mostrare immagini
– Hard Head, dove il kitch regna sovrano e imperatore
– Nemici a caso e gol!
– Torture musicali e musichette letali
– L’Apecar della morte
– Quanti giochi su cabinato siamo riusciti a finire ?
– Farenz ed i giochi “pistoleri” su binari
– Time Cryisis, quando arriva il pedale
– L’enorme cabinato di Jurassic Park
– QTE, tende oscuranti e turpi proprietari cremonesi
– Gioco da sala giochi… in casa ?
– Il kamasutra della pistola
– Mani giganti
– Point Blank, ovvero come conquistare con dei giochilli difficili come la morte
anche altre piattaforme
– Le Armi Alternative dei giochi da sala
– Metal Slug, dove la guerra è casino
– …Silent Scope !
– Battaglie, colpi e giù di monete
– La cronologia contorta di Metal Slug
– Pioggia di proiettili e Prigionieri Mutandati
– Note di colore
– Metal Slug e il momento italico
– Soldati svaccati e latrinati
– I Puzzle monoschermata
– Snow Bros, tra puccioseria ed inquietudine
– Tumble Pop, ovvero la stessa cosa, ma con gli aspirapolvere
– Drammi Luongosi e vittorie mutilate
– Farenz e Giuliano in giro per il mondo
– Shock della concorrenza e furto ai danni di Caveman Ninja!
– PANG ! o Buster Bros, un gioco di palle
– Accoltellamenti tra amici
– Sapidi sequel
– Torniamo in giro per il mondo
– Splash ! noto anche come il “Softporn Pang col pennello”
– Il traumatico trauma di Farenz … Chiller !
– 8 BIT di violenza gratuita e turpe tortura
– Sangue di qui e di là
– Ma quindi: la violenza nei videogiochi è un problema solo moderno, oppure…?
– C’è violenza e violenza ?
– Scene traumatiche di orrore
– Chiller per NES… guardatevelo qua e terrorizzatevi anche voi, brr! (si sconsiglia la visione a minori e persone sensibili, non si sa mai)
– Bagni di sangue…e Tris
– Cabinati automobilistici: Word Rally Championship
– Momenti iberici
– Campione da doppio gettone
– Quando la marcia non marcia
– Auto volanti emulate
– Mille Miglia a monomano
– The House of the Dead, il Resident Evil dei poveri ?
– Noi zombi siam così, noi siamo zombi blu
– Boss tarocchi dalle voci buffe
– Meccaniche di sparo a rotaia
– Effetti sorpresa laterali
– Quella vaccata della Konami di C.O.W. Boys of Moo-Mesa
– Let’s rodeo!
– Fine vaccosa monoschermata
– Saluti e fine, perchè abbiamo finito i 500 £

… CELTI DON’T USE DRUGS – FBI APPROOVED

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.