croixleur sigma PC, Recensione

Croixleur Sigma – Recensione


Souvenir Circ.

Sviluppatore

Nyu Media

Publisher

Azione, Arcade

Genere

Dopo una mediamente lunga e trepidante attesa l’impronunciabile titolo action/botte varie dei Souvenir Circ. è tornato tra noi, sempre pilotato dalla mano pubblicatrice di Nyu Media: parliamo di Croixleur Sigma, e il seguente filmato vi renderà più chiare le idee su cosa ciufolo sia:

All’arma bianca

croixleur sigmaCroixleur Sigma è sostanzialmente un upgrade della precedente versione del gioco, con più modalità e allegria generica (almeno stando al depliant) nonché integrazione su Steam. Prima di delirare sui contenuti, soffermiamoci a riassumere brevemente la trama, altrimenti poi la recensione viene troppo corta e fa brutta impressione. In un’ambientazione fantasy fiabesca e manesca, scopriamo che ogni tot anni si tiene una prova per decidere quale di due fazioni rivali (gli “Aristocratici” e i “Cavalieri”) avrà l’onore e l’onere di formare la guardia d’onore (ma non d’onere) della regina, a fronte di prestigio immane, gesta commemorate ab eternum e tanti corposi buoni pasto nei giorni feriali.

Nei panni di Lucrezia Visconti prima e Francesca Storaro poi (sembrano due proprietarie di mobilifici di periferia, ma poco male), saremo per l’appunto chiamati ad affrontare questa pericolosa prova: essa consiste nello scatasciare mostri su mostri non proprio equamente distribuiti sui vari circolari piani di una altrettanto circolare torre magica – magica perché si passa da un piano all’altro con dei portali e non con scale/ascensore/montacarichi/eccetera. Ma non sono solo i mostri a doverci preoccupare: sulla capelluta capoccia delle protagonista pesa anche un grosso timer da 15 minuti, il cui avvicinarsi allo zero (00:00) determinerà l’avvicinarsi della nostra cocente sconfitta e fetecchia. Tutto facile dunque? All’incirca.

Girando in tondo

croixleur sigmaL’azione di Croixleur Sigma è quella di un gioco d’azione ad arene, qualficabile anche come “picchiaduro a scorrimento ma non tanto”, visto che tecnicamente non scorre niente. Osservazioni idiote a parte, controlleremo la nostra alter ego via tastiera (ZXCV più freccette, più qualche altro tasto che non ricordiamo) con i controlli illustrati a schermo come da configurazione pad in pieno stile Nyu Media, utilissimo a non farci capire niente se non abbiamo pluggata una “manopola” di un certo tipo, a quanto pare. In ogni caso, l’approccio al gameplay è molto diretto: potremo muoverci in tante belle direzioni, picchiare, saltare, scattare e scattare in aria in pieno stile giapponese che tanto piace a grandi e piccini. Ogni piano della torre sarà superato quando uccideremo tutti i nemici in esso presenti: a massacro compiuto, si apriranno uno o due portali che ci porteranno al piano successivo. Ogni tot di piani (siamo troppo ignoranti per contare) avremo una sorta di boss fight, con un nemico più truzzo e un incremento percentuale di nemici fessi, che cercano di rimediare alla qualità con la quantità. Tra un piano e l’altro, avremo la possibilità di trovare armi extra da collezionare e usare al meglio per il massacro dei vili marrani che si frapporranno tra noi e la vittoria.

E in sostanza questo è lo story mode, con botte da orbi alternate da brevissime sequenze di dialogo (audio jappo con scritto in lingua comprensibile): a tale principale modalità si affiancano anche una in stile time attack (3 minuti per fare record di punteggio), survival (resistere il più possibile davanti a orde di nemici) e “sfida”, dove dovremo svolgere precise azioni (es. uccidere nemici volanti) in un tempo stringatissimo.

L’azione di Croixleur Sigma si rivela semplice come meccaniche ma non semplicerrima da padroneggiare: vicina alla mentalità smanettona ma non legata al button mashing eccessivamente truzzo, racchiude un forte spirito da giochi arcade veloce e immediato, appassionante per sessioni brevi ma intense dove saremo impegnati a lavorare per il record di punteggio – alla faccia di amici, parenti e vicini di casa, complice un buon numero di achievements da sbloccare. Oltre a questo, non c’è tantissimo da dire se non che l’incremento di contenuti rispetto alla croixleur sigmaversione base rende il gioco più godibile, a fronte però di una perseverante scarnezza (scarnità) grafica che rende il titolo poco appetibile alla pupilla. Croixleur Sigma, da bravo titolo indie di memorie arcade, punta comunque tutto sul gamplay: e qui possiamo dire che esso riesce nella misura in cui ci si renda conto di essere davanti a un titolo fatto per un determinato pubblico con determinate richieste – in altre parole, se siete fan delle mazzate veloci con ragazzine in gonnellina ne sarete più che felici, ma non aspettatevi qualcosa di particolarmente vario. Nel suo ambito, comunque, il gioco riesce piuttosto bene, ponendosi come piacevole scacciapensieri per rapide sessioni pre-pranzo o simili: inoltre, la modalità co-op contribuisce alla longevità del gioco aprendo nuove possibilità di insulto libero tra amici e cugini.

Note di fabbricazione

Sotto il profilo tecnico, Croixleur Sigma ha sia punti a favore che a sfavore. Il gioco è molto leggero, sia in meri termini di MB che di requisiti tecnici: non fatevi ingannare comunque, perché su macchine più vecchiotte il gioco potrebbe partire sì ma girare pericolosamente piano, rendendo tutto orribilmente ovattato e ingiocabile, senza parlare dei cali/accelerazioni di frame rate genericamente casuali. A fronte di buoni artwork, la grafica è molto scarna, i nemici si somigliano tutti (cambia sostanzialmente il colore, cosa molto arcade retrò) e in generale i dettagli latitano. Meglio invece il comparto sonoro: simpatiche le vocine delle protagonisti, così come piacevoli sono le musiche di sottofondo e gli effetti sonori.

Valutazione

Grafica 73%
Sonoro 77%
Giocabilità 80%
Carisma 80%
Longevità 75%
Final Thoughts

Croixleur Sigma è di sicuro un titolo potenzialmente interessante per tutti gli smanettoni incalliti che adorano le strizzate d'occhio al mondo del Sol Levante. Nonostante una veste grafica minimale, la quantità di sbloccabili unita al co-op e alla ricerca del record o punteggione ne fanno un interessante action di stampo arcade d'epoca, venduto pure a un prezzo abbordabile.

Overall Score 77%
Readers Rating
0 votes
0