PC, Recensione

Crush your Enemies – Recensione


Vile Monarch

Sviluppatore

Gambitious Digital Entertainment

Publisher

RTS

Genere

In un momento che sta vedendo rifiorire il mondo degli RTS, arriva Crush your Enemies, che a tanti paladini pone accanto… un barbaro sanguinante, picchiante e ruttante. In che senso?

Più siamo e meglio ammazziamo

crush your enemies recensione (1)Il gioco compie una mossa che male gestita poteva portare alla cavolatissima, e che invece riesce ad equilibrare in modo strano, ovvero il basarsi su di un facile principio generale: il caricone.
Comanderemo infatti gruppi di uomini da smezzare nelle quantità che vogliamo utilizzando apposito cursore, per poi mandarli o al picchiaggio selvaggio dei nemici, oppure verso le diverse strutture già presenti sulle mappe; qui costoro potranno specializzarsi in vari ruoli. I Picchiatori ad esempio faranno molto più male negli scontri diretti, gli Arcieri tireranno dardi a pioggia in una casella vicina, gli uomini con lo Scudo respingeranno le frecce avversarie rigirandole in parte verso le unità nemiche, nonchè facendo da difesa e tiracolpi per il resto della truppa.
Ogni mossa si rende quindi immediata e diretta: sposta, specializza, spacca, rendendolo a mio avviso titolo ancor migliore per piattaforma mobile.
Piazzare poi una serie di uomini sulle baracche porterà alla creazione di nuovi omini: più ne metto, più si creeranno velocemente, facendo nuovamente cercare un certo equilibrio, talvolta non così scontato come la grezzezza delle atmosfere ci possa far pensare.

Ricolora il parquet

crush your enemies recensioneNon crediate poi che questi barbari individui pelosi possano attaccare ovunque come pare a loro: dovranno infatti raggiungere poco per volta le parti della schermata di turno ricolorando lo sfondo delle varie caselline per spostarsi: nuovamente, più unità si hanno, più veloce riusciranno a rendere arancione il loro percorso, o magari riconvertendo tiles o strutture del nemico. Il gioco è composto in campagne, nelle quali spesso potremo decidere di invadere anche luoghi secondari per trovare una preziosa risorsa: la birra. Questa sarà facilmente barattabile con powerup di vario genere, dalla motivazione delle truppe a campi di reclutamento secondari da realizzare in maggiore vicinanza di una struttura.
Anche qui ad ogni missione portata alla fine, vedremo il luogo ricolorarsi del nostro arancione di battaglia, accumulando punti ed ulteriori birroni: ogni singola missione prevede poi 3 diversi minitraguardi da raggiungere (mostrati da simpatiche teste impalate), da completare per sbloccare il resto della campagna e achievementtstst variegati di tradizione Steam.
Crush Your Enemies è dunque immediato e subito manipolabile, ma ovvio che con il tempo casca un po’ nella ripetitività, date le aree predecise e sempre piuttosto piccole: sembra proprio già di sua natura destinato al momento casuale che alla strategia più raffinata. Ma poi, poteva forse starci la strategia raffinata in mano a questi grezzi tagliagole?

Pixel di sangue

crush your enemies recensione (3)Sul piano grafico è tutto declinato in pixel: tenere traccia dei vari scontri e gruppi di unità viene aiutato dalle bandiere sulle insegne dei vari gruppi di tizi e luoghi, in modo da sapere sempre quanto smezzare nel modo giusto. Certi elementi ovviamente verranno ridotti all’osso, ma il tipo di gioco lo permette, e lo rende anche leggero per riversioni portatili. Le musiche sono carine e simpaticoepiche, un po’ più così cosà il facile umorismo dilagante, ma concentrandosi sul gioco si può anche lasciare perdere.

Valutazione

Grafica 75%
Sonoro 77%
Giocabilità 80%
Carisma 80%
Longevità 80%
Final Thoughts

Piccino e godibile, Crush Your Enemies è il perfetto RTS per tenersi occupati per un po', senza necessariamente scivolare nella semplicità. Un po' di randomicità sul come andranno a finire i vari scontri potrebbero arricciare i nasi più puri e non far alzar troppo il voto, che mantiene però un equilibrato qualità - numero assegnato. E poi fa alzare il sopracciglio sorridendo l'intero sistema a caricone.

Overall Score 78%
Readers Rating
0 votes
0