Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight 3DS, Recensione

Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight – Recensione


Atlus

Sviluppatore

NIS

Publisher

Gioco di ruolo

Genere

Con tanta attesa in più rispetto alla versione per gli USA, Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight giunge finalmente sul suolo europeo – e ovviamente, noi lo abbiamo recensito a manetta per le vostre belle facce. Video, e poi ne parliamo:

L’odissea non detta

Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight è la seconda iterazione della sub-serie “Untold”, che consta di “approfondimenti” ed espansioni varie dei corrispondenti episodi della serie originale Etrian Odyssey. A questo giro, abbiamo per le mani la versione con “nuove prospettive” Etrian Odyssey 2, al quale viene aggiunto uno story mode dove vivremo la storia del personaggio del titolo – il Fafnir Knight, che toccherà a noi battezzare – e del suo compare Flavio, esploratori e avventurieri al soldo della Biblioteca di Midgard. Al duo si aggiungerà presto la Principessa Arianna di Caledonia, che i nostri eroi accompagneranno nel viaggio attraverso le rovine di Ginnungagap per compiere un antico rituale – rituale che sarà incredibilmente postdatato a causa dei numerosissimi imprevisti incontrati dai baldanzosi protagonisti. Tra incontri bizzarri, mostri pericolosi e personaggi quantomeno coloriti, l’avventura si dipanderà per due complicati labirinti composti da un ingente numero di piani che terranno il giocatore impegnato per lungo tempo, sia con la main quest che con tante sottotrame più o meno bizzarre. Al novello story mode si aggiunge una modalità “classica”, dove con meno fronzoli narrativi costruiremo un party ad hoc per esplorare i labirinto e gioire del dungeon crawling.

Passo dopo passo

Il gameplay di Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight sembrerà di sicuro molto familiare a chi conosce la serie anche solo di striscio. Durante le sessioni in città, sceglieremo da un menu apposito quale location visitare. Una volta fatto, ci troveremo direttamente a contatto con l’esercente di turno, col quale potremo richiedere determinati servizi (compravendita oggetti, etrian odyssey 2 untold: the fafnir knightriposo/cura, assegnazione missioni etc.) e  parlare del più e del meno.

Nei dungeon ci muoveremo “una casella alla volta”, con il disegno a mano della mappa (tramite lo stilo e il touchscreen della console) a svolgere un ruolo centrale nella faccenda – volendo sarà possibile scegliere una funzione di automap, ma è per nabbi, pippe e cazzi. Come tipicamente accade nei dungeon – ma anche nei quartieri bassi delle metropoli – saremo sovente vittime di attacchi casuali da parte di mostri e/o fetenti vari: a farci capire quanto essere tesi, giunge in nostro aiuto un indicatore sullo schermo superiore della console che si farà sempre più rosso all’aumentare del rischio di attacco – direttamente proporzionale, questo, al numero di passi compiuti dall’entrata nel labirinto o dall’ultima aggressione subita. Oltre agli “agguati”, saltuariamente vedremo sulla mappa i FOE, nemici incredibilmente grossi (rispetto al nostro livello la prima volta che li incontreremo) da evitare al primo indesiderato meeting.

Per quanto riguarda l’evoluzione del personaggio, a ogni level up otterremo ben 1 punto abilità, da assegnare a skill specifiche – per potenziarle e sbloccarne altre – o a macro-categorie di abilità, per rendere disponibili nuove skill attivate e passive. Le abilità attivate avranno tutte un costo in punti (TP), che si usino in combattimento o meno. Oltre a tali skill, ogni personaggio potrà attivare la speciale abilità “Force” – in maniera molto più limitata rispetto alle skill normali – che conferirà un tot di bonus per 3 turni; in più, darà anche la possibilità di usare una tantum una super-skill d’attacco o supporto che normalmente non sarebbe possibile usare. In tema di potenziamento tramite oggetti, ogni eroe avrà vari slot da riempire (arma, armatura, scudo eventuale, accessorio) con piccole variazione sul cosa potere e non poter usare rispetto alla classe rivestita in un dato momento. La etrian odyssey 2 untold the fafnir knight (1)rivendita di componenti e trofei vari recuperati da mostri farà apparire nuovi oggetti dal mercante monopolista di turno. Sarà inoltre possibile pompare i personaggi con particolari item – i grimoire, anch’essi fregabili ai nemici – e con l’uso e il consumo di piatti “cucinabili” al ristorante cittadino, con ingredienti e ricette sempre recuperati durante le sessioni esplorative.

I combattimenti sono a turni, visualizzati in prima persona con il solo gruppo di nemici visibile. Assegneremo un’azione a ciascun membro del nostro party e, una volta deciso cosa fare, le azioni avranno luogo in ordine di velocità/iniziativa (abilità speciali permettendo, a rimestare un po’ le carte). Se le meccaniche sono – alla base – di facile comprensione e applicazione, padroneggiarle sarà un altro paio di maniche: durante gli scontri con i nemici più “cicciotti”, scegliere al meglio il tempo di attacchi e abilità di supporto sarà fondamentale per non soccombere…ma anche la mera gestione di forze&risorse in fase di esplorazione sarà di centrale importanza per evitare di finire allineati con il pavimento dopo lo scontro con un apparente truppino da quattro soldi. Vien da sé, quindi, che un’attenta pianificazione di…tutto sarà il cuore del gioco: premesso che sarà possibile scegliere fra tre livelli di difficoltà, bisognerà sempre tenere una decina di occhi aperti per sventare attacchi di ragequit estremo.

etrian odyssey 2 untold: the fafnir knightPremesso che ci sarebbe ancora parecchio da dire, possiamo affermare con tranquillità che Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight è un giocone nel suo genere, e non solo. Partendo da una base forte – è comunque una versione potenziata di un titolo già esistente – riesce ad aggiungere al titolo originale una gran quantità di contenuti supportati da una realizzazione tecnica di primo piano. Prontamente catturati dall’evocativa ambientazione e dalla storia, ci troveremo presto calamitati in una lunga e complessa avventura della quale apprezzeremo ogni tecnicismo.

Labirinto tecnico

Graficamente, il gioco fa un’ottima impressione. I disegni in 2D dei protagonisti e le scene animate “classiche” sono di sicuro effetto; in più, gli ambienti di gioco sono colorati e ricchi di dettagli, senza essere eccessivamente “sparati” o eccessivi. I paesaggi sono evocativi al punto giusto, mentre i ritratti dei personaggi sono sempre ricchi di dettagli e piacevolemente barocchi.

Il comparto sonoro è anch’esso di ottima fattura. Le musiche del compositore Yuzo Koshiro sono ben realizzate, in tema con il “tono” del gioco e sempre capaci di sottolineare l’azione al meglio: da nenie dolci e morbide per le orecchie, passeremo a temi dalle tonalità molto più dinamiche e aggressive in men che non si dica, senza mai scadere in sonorità scontate o tediosi. A etrian odyssey 2 untold: the fafnir knightmargine, segnalimo con piacere che anche gli effetti sonori sono molto buoni, con quel tanto di gusto retrò che non guasta mai. Il doppiaggio è poco presente: spesso sentiremo i personaggi solo accennare con poche parole quello che poi viene detto durante le lunghe sessioni di dialogo.

Il sistema di controllo di Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight funziona a dovere, senza incertezze né beghe di genere. Nonostante i comandi disponibili siano molti, si famliarizza presto con tutto ciò che c’è da fare e non si viene mai fregati da falle tecniche nel sistema di input – nella nostra esperienza, almeno. Anche il sistema di salvataggio non ha mai tradito; per la cronaca, ricordiamo che si potrà salvare in maniera propriamente detta solo in città, mentre nei dungeon sarà possibile farlo solo con dei salvataggi “suspend” al di fuori dei combattimenti.

Valutazione

Grafica 90%
Sonoro 93%
Giocabilità 95%
Carisma 95%
Longevità 94%
Final Thoughts

Etrian Odyssey 2 Untold: The Fafnir Knight non si limita ad essere "solo" un ottimo titolo della serie: è un ottimo titolo a 360°, ideale per gli appassionati del genere e non solo grazie a un solidissimo gameplay supportato da un altrettanto forte comparto tecnico.

Overall Score 93%
Readers Rating
0 votes
0