FIFA 15 Recensione, Xbox One

FIFA 15 – Recensione


EA

Sviluppatore

EA

Publisher

Calcistico

Genere

Come ogni anno è ricominciato il campionato dello sport più amato dagli Italiani, il calcio! E puntuale come un orologio svizzero fa capolino nei negozi, il nuovo capitolo di FIFA, videogioco calcistico diventato un punto di riferimento negli ultimi anni, data la qualità del titolo stesso, EA avrà replicato anche quest’anno?

Fischio d’inizio!

FIFA 15 img1Sin dai primi tocchi di palla si nota subito una differenza rispetto al precedente capitolo, la velocità di costruzione dell’azione è aumentata, ma ciò non vuol dire che sarà semplice arrivare al gol. Dopo i primi minuti si capisce subito che questo è il primo FIFA pensato principalmente per console next gen, le animazioni dei movimenti dei giocatori sono state ampliate, migliorate e rese più fluide, soprattutto nella fase di attacco, dribbling e palle inattive, non sarà infatti raro veder ad esempio, giocatori che saltano in terzo tempo, stoppano di petto o fanno movimenti con una scioltezza mai vista. Lo stile di gioco predilige i giocatori agili e veloci, durante la corsa finalmente, il cambio di direzione verrà fatto curvando e non in linea retta come nei precedenti capitoli. Non sarà però questo il caso di FIFA 15 img2partite dominate appunto dai già citati giocatori agili e veloci, basta un’accelerazione troppo presto, una giocata di troppo o un passaggio/lancio azzardato che tutta l’azione andrà in fumo, non è facile superare i difensori, che sfrutteranno alla grande il loro fisico, anche quelli più lenti. Una delle ultime modifiche apportate da EA sono le emozioni, sarà infatti comune vedere giocatori arrabbiarsi dopo l’ennesimo gol sbagliato dal compagno o per un mancato assist, come anche vedere giocatori delle 2 squadre avversarie litigare, per un contrasto o un fallo troppo duro. Anche il coinvolgimento degli stadi è stato aumentato, in base alla prestazione della propria squadra lo stadio diventerà più o meno una bolgia, fate gol al 90esimo e tra un po’ i cori copriranno anche la telecronaca, perdete malamente e la FIFA 15 img3vostra tifoseria sarà più muta di una radio spenta. Rispetto allo scorso capitolo, c’è stato un netto miglioramento dei portieri, sarà infatti molto più difficile segnare agli estremi difensori, essi infatti effettueranno uscite più ponderate, terranno meglio la posizione tra i pali e decideranno autonomamente e in maniera molto intelligente come e quando anticipare i giocatori in corsa e le uscite dall’area. Anche le classiche “bordate” da fuori area non finiranno in rete praticamente mai, sia perché il giocatore deve essere in un determinato equilibrio prima di calciare, sia perché occorrerà una specifica potenza e precisione che solo pochissimi giocatori hanno, e non è detto che ci riescano pure loro, non è infatti raro sparare il pallone in tribuna. Anche i passaggi (soprattutto quelli alti) e i cross risultano molto meno precisi rispetto al passato, sbagliare la potenza o la direzione di essi, spesso manderà a far benedire l’intera azione! I calci da fermo sono da sempre un’ottima occasione per fare gol o per costruire un’azione, ebbene, in FIFA 15 hanno migliorato anche questi, ora sui calci d’angolo sarà possibile utilizzare schemi particolari e sulle rimesse laterali sarà possibile controllare i movimenti del ricevitore di palla.

Grandi ritorni e ritocchi

FIFA 15 img4Per quanto riguarda le modalità di gioco FIFA 15 rimane quasi invariato, la modalità carriera prevede ancora la possibilità di effettuare una carriera da allenatore e una da giocatore, rimaste uguali allo scorso capitolo con il solo perfezionamento dello scouting, della ricerca di giocatori da acquistare (ora con più possibilità di selezionare più filtri di ricerca) e della gestione della squadra, dove si potranno creare più formazioni, scegliendo poi quale sia la migliore da schierare in base alla partita. Sarà inoltre possibile assegnare uno stile di gioco preciso ad ogni giocatore della rosa. La modalità Stagione Online, in singolo o in coppia con un amico sono rimaste assolutamente invariate, mentre il Pro Club è stato sistemato a dovere, è stato eliminato il fastidioso bug che aumentava le statistiche FIFA 15 img5dei giocatori sfruttando un potenziamento carriera e introdotta la possibilità, a fine partita, di cercare un nuovo match rimanendo direttamente nei ruoli di quello appena giocato. Fa il suo gradito ritorno la modalità Torneo, dove il giocatore potrà creare tornei personalizzati modificando ogni opzione a suo piacimento, dal numero di squadre, ai club etc etc. Come sempre si propone tra le modalità di gioco la famosa e apprezzata Ultimate Team, dove troveremo giocatori e componenti per il club sottoforma di carte da gioco, col quale creare la nostra formazione e sfidare altri giocatori o il computer, anche qui le novità non sono molte, se non quella di poter prendere in prestito dei giocatori per un tot di partite e la possibilità di creare “rose sperimentali”, ove potremo vedere come sarebbe la nostra rosa con determinati giocatori. Ovviamente tornano anche le Prove Abilità, che si divideranno anche quest’anno in Bronzo, Argento, Oro e Leggenda, abbiamo notato che sono aumentate di numero e sono state leggermente abbassate di difficoltà, ma sapranno mettere lo stesso alla prova i giocatori.

Finalmente si cambia voce

FIFA 15 img6Come saprete da quest’anno non ci sono più a fare la telecronaca Caressa e Bergomi, a dare una ventata di aria fresca sono arrivati Pierluigi Pardo e Stefano Nava. Si nota soprattutto il fatto che i telecronisti spesso citino i risultati delle scorse partite e anticipino la squadra che si affronterà al turno di campionato successivo, spesso azzardando un mezzo pronostico in base alla nostra prestazione nella partita che stiamo giocando. Oltre a ciò raccontano spesso aneddoti molto interessanti sulle squadre e commentano bene e a tempo le azioni in corso nella partita. Tra i due però è apparso molto più coinvolgente Pardo, mentre Nava pare un po’ sottotono, il tono di voce a volte è troppo basso rispetto al volume generato sugli spalti e spesso interviene solo con qualche precisazione qua e la, senza mai lasciare FIFA 15 img7veramente il segno, manca un po’ di phatos in ciò che dice. Dal punto di vista tecnico FIFA sa il fatto suo, anche se si nota che gli sviluppatori non hanno puntato troppo sul dettaglio grafico, per fortuna! Non fraintendeteci, la realizzazione di stadi, spalti e pubblico è egregia, anche il campo è stato nettamente migliorato, saranno infatti visibili, man mano che la partita avanza, i segni dell’usura dei tacchetti sul campo, non che acqua ed erba volare in caso di scivolate e tiri. Purtroppo però è sempre sulla realizzazione dei giocatori che FIFA 15 scopre un po’ il fianco, i giocatori più famosi o quelli delle principali squadre di ogni campionato sono realizzati molto bene, ma i giocatori diciamo di “seconda fascia” sono realizzati decisamente con più superficialità, poco somiglianti alle loro controparti reali. FIFA 15 img7Anche l’IA ha subito un netto miglioramento, ora sia i compagni sia i rivali agiranno più come squadra e saranno più inclini all’errore, vedremo infatti le difese e la prestazione della squadra calare in caso di gol subito, od esaltarsi se si segna. Spesso, come già citato, vedremo gli avversari compiere errori nel tentativo di fermarci, come scivolate ed interventi fuori tempo, che porteranno al fallo od a creare un buco in difesa. Nonostante EA abbia perso i diritti sul campionato brasiliano (che infatti non sarà presente) le licenze non mancheranno, oltre a tutte quelle già presenti l’anno scorso, sono arrivate alcune novità. Come ad esempio la partnership con la Barclays Premier League, così da realizzare alla perfezione tutti e 20 gli stadi delle squadre inglesi, e l’ampliamento della licenza italiana, il nuovo accordo con la Serie A ha permesso di licenziare anche la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana. Anche i replay e le riprese “extra campo” sono state rese più simili a quelle viste in televisione, aumentando ancora di più il già elevato coinvolgimento.

Commento Finale

FIFA 15 è sicuramente il miglior gioco di simulazione calcistica sulla piazza, il sistema di gioco già ottimo del capitolo precedente è stato ulteriormente affinato e migliorato grazie alla potenza delle nuove console. Le licenze sono state ampliate, le modalità di gioco, ove possibile sono state ottimizzate e il tutto reso ancora più realistico. Siete amanti del calcio? Questo gioco fa per voi!

Valutazione

Grafica 85%
Sonoro 85%
Giocabilità 95%
Carisma 90%
Longevità 95%
Final Thoughts

FIFA 15 è sicuramente il miglior gioco di simulazione calcistica sulla piazza, il sistema di gioco già ottimo del capitolo precedente è stato ulteriormente affinato e migliorato grazie alla potenza delle nuove console. Le licenze sono state ampliate, le modalità di gioco, ove possibile sono state ottimizzate e il tutto reso ancora più realistico. Siete amanti del calcio? Questo gioco fa per voi!

Overall Score 90%