Mac, PC

Da oggi è possibile importare nella libreria di GOG alcuni dei giochi posseduti su Steam


GOG introduce GOG Connect, l’ultima novità che vi permette di importare giochi dalla libreria di Steam a quella di GOG, ma prima che vi lanciate come degli ossessi nella speranza di raddoppiare i giochi è bene chiarire come funziona.

Penso sia abbastanza ovvio, ma specifico comunque dato che ho perso fiducia nell’umanità sin da quando ho visto la mia prima e ultima puntata di “Nudi e Crudi”, che non potete importare su GOG giochi che GOG non distribuisce.
Per quanto riguarda le cose meno scontate invece ecco i punti salienti:

    • Non potete importare qualsiasi gioco. La selezione di giochi che potete importare questa,e le prossime volte, è limitata e dipende dalle concessioni che i distributori forniscono a GOG.
    • La possibilità di importare giochi sarà aperta per un periodo limitato. Si tratterà di vere e proprie offerte, motivate da quanto specificato nel punto uno, ma una volta importato il gioco quello rimarrà disponibile nella vostra libreria per sempre.
    • Le versioni che otterrete corrisponderanno alla versione che GOG distribuisce (e solitamente questo significa soundtrack ed extra già inclusi).

Per altri dubbi vi rimando alla sezione FAQ che troverete nel link in cima alla pagina.
Per quanto riguarda il servizio invece si può già affermare con orgoglio che siamo riusciti a farlo collassare a causa dell’incredibile quantità di richieste. Il motivo di ciò è dignitosamente riassunto da questo post, ma per quelli a cui l’inglese provoca effetti emetici vedrò di riassumere in poche parole.
Per fornire questo servizio GOG deve richiedere a Steam i vostri dati, ma il signor Valve (aka Lord Gabe Newell l’Altissimo), per proteggersi dagli attacchi informatici (come chiunque altro), risponde solo ad un certo numero di richieste per volta e gli altri li mette in attesa. Ergo: tanta pazienza.