hell let loose Anteprime, PC

Hell Let Loose – Anteprima: Uno sparatutto tattico sulla seconda guerra mondiale


Hell Let Loose è un FPS tattico sviluppato dalla Black Matter Pty Ltd e pubblicato dalla Team 17. Il gioco è attualmente in sviluppo ed è acquistabile in early access per circa 30 euro.

Hell Let Loose si discosta parecchio dagli sparatutto classici essendo molto più simile a giochi come Red Orchestra 2, Squad e via dicendo. Le mappe sono enormi e ogni server supporta 100 giocatori che andranno a dividersi in due squadre da 50. 

Squadre e ruoli

Hell Let Loose punta a catapultarci in un campo di battaglia il più realistico possibile ma senza esagerazioni. Una volta entrati in un server, e dopo aver scelto una fazione, dovremo aggiungerci a una delle squadre esistenti oppure crearne una. La squadra standard prevede sei soldati di cui uno è un capo squadra che può utilizzare il binocolo per marcare dei punti sulla mappa e può piazzare un avamposto. Quest’ultimo non è altro che un punto di respawn per i nostri compagni (solo quelli della squadra che comandiamo) e può essere distrutto dal nemico. Ogni fazione può anche creare due squadre da due soli soldati che agiranno da cecchino e osservatore. Ultimo ruolo, e il più importante, è quello del comandante che dovrà guidare l’intera fazione chiamando supporto aereo, lanci di rifornimenti e via dicendo.

Carri armati

La due fazioni possono anche usufruire di mezzi corazzati che utilizzano un tipo speciale di squadra. Il carro armato è fondamentale in alcune mappe perché permette di catturare i punti più scoperti e fornisce un supporto di fuoco devastante. La fanteria può distruggere i carri armati utilizzando armi anticarro ma pagherà quasi sempre un caro prezzo. I mezzi possono essere riparati dagli ingegneri in modo da tornare in battaglia più rapidamente e con rinnovata efficienza. 

Il duro compito della fanteria

La fanteria paga sempre il prezzo peggiore in termine di morti. Il vostro soldato finirà a terra ferito o ucciso spesso con un singolo colpo senza nemmeno vedere chi vi avrà sparato addosso. Venir colpiti in punti vitali porta direttamente a una schermata nera, essere feriti permette di sopravvivere se un medico interviene entro un certo tempo. Fino a quando la vostra conoscenza del gioco e delle mappe non sarà decente, morirete spesso perché fuori posizione o per una vostra scelta sbagliata.

Modalità di gioco

Hell Let Loose viene giocato in mappe molto grandi divise in punti. Il punto centrale è inizialmente neutro, la prima squadra che riesce a conquistarlo ottiene la possibilità di attaccare il punto successivo in mano al nemico. La dimensione delle mappe e il posizionamento dei punti crea spesso situazioni in cui le linee dei due schieramenti si mischiano e si fa veramente tanto fatica a capire da che parte si trova il nemico. La coordinazione della squadra e la semplice capacità degli squad leader nel piazzare gli avamposti in posizioni decenti spesso fanno la differenza. L’utilizzo del microfono è apprezzato, specialmente se volete fare il commander o lo squad leader

Impressioni positive

hell let loose

Hell let Loose non è titolo semplice, tende ad attirare giocatori un pò meno giovani delle media che vanno a formare una community solitamente non molto ampia. A livello grafico possiamo notare un livello già piuttosto buono in fase early access, con qualche bug che ci potevamo aspettare. Il sonoro è ottimo, i rumori delle armi e in generale del campo di battaglia sono realizzati ottimamente. Permane qualche problema sull’origine dei suoni sulla mappa, capita di sentire un colpo di fucile apparentemente a 5 metri dalla posizione in cui siamo che dopo un rapido controllo si rivela essere partito da 50-60 metri di distanza.

Community

Il lancio di Hell Let Loose non è stato terribile anche se early access vuol dire bug, eventuali cheater e cambiamenti repentini nel bilanciamento del gameplay. Il numero di giocatori attivi non è altissimo ma per ora sufficiente per trovare un server in cui giocare a tutte le ore.

Considerazioni Finali

Hell let Loose può ritagliarsi un discreto spazio nel mondo degli sparatutto grazie all’enfasi sul realismo e la generale cura per il dettaglio storico. Il tipo di gioco si piazza nel mezzo di un simulatore come la serie ARMA e altri sparatutto che includono una buona dose di tattica come Red Orchestra o Rising Storm. L’ottimizzazione del gioco lascia ancora a desiderare ma in early access è più che prevedibile. Un qualsiasi pc un pò datato si troverà di fronte una slideshow di immagini. Trenta euro per un early access sono tanti, se però siete appassionati di questo genere di giochi Hell Let Loose potrebbe diventare il vostro passatempo una volta uscito dalla fase early access. Tenetelo d’occhio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.