PC, Recensione

Hexodius – Recensione


Brain Slap Studio

Sviluppatore

Namco Bandai Games

Publisher

Casual/Arcade

Genere

Siam tre piccoli omettin, siamo tre, programmator, mai nessun ci dividerà, trallallallallà. Va bene, probabilmente il sole estivo mi sta dando alla testa, e quasi sicuramente i tre membri del Brain Slap Studios non hanno mai pronunciato queste parole… perché son francesi; quindi le parole saranno state in francese. Evito di inventare un francese approssimativo e abbandono lo sclero estivo per parlarvi di Hexodius, il prodotto di questi tre sviluppatori di Lione che, seguendo la moda di questi ultimi anni, hanno creato il loro studio di produzione indipendente. Ma cos’è Hexodius?

SPARA SPARA, GIRA GIRA, SPARA SPARA

hexodius screenshot (4)Uno shooter in 2D sostanzialmente. La visuale dall’alto ci mostra la nostra piccola astronave circolare che, come un piccolo pan di stelle incazzato, dovrà sparare a tutto quello che gli capita a tiro. Per pilotare suddetto mezzo di distruzione non avremo bisogno di altro che dei due stick analogici del controller. Se non l’avete non disperate, potete comunque giocare a Hexodius con mouse e tastiera rendendo tutto più difficile. [sarcasmo]
Il gioco è diviso in varie mappe, all’interno delle quali sono contenute diverse missioni tutte riassumibili in quattro categorie: resisti alle ondate di nemici, distruggi determinate cose entro un tempo limite, proteggi un robottino mentre armeggia con un pannello elettrico e, in ultimo, pilota il robottino cercando di raccogliere risorse in uno scenario pieno di insidie. hexodius screenshot (3)Ovviamente in questo caso non potremo sparare a nulla e la difficoltà sarà tutta nello schivare raggi laser e nemici vaganti.
Detto questo vi ho detto quasi tutto. Diciamo che in un gioco del genere non ci si aspetta certo la varietà, ma nonostante la premessa, le missioni diventano presto ripetitive. Buona parte della longevità è data dalla difficoltà e soprattutto dalle medaglie che valutano la nostra prestazione durante lo scenario. I giocatori più hardcore potrebbero voler insistere all’infinito cercando di ottenere punteggi sempre più alti e scalare la classifica online, ma se ci atteniamo al gioco in sè, tutto scorre in maniera abbastanza anonima.

“EEEH! IN QUESTO MONDO DI ESAGONIII”

hexodius screenshot (2)Come dicevo, il gioco è diviso in mappe composte da diverse strade fatte di piastrelle esagonali. Alcune di queste piastrelle sono semplicemente di passaggio, altre rappresentano le missioni, i checkpoint di salvataggio dove riparare la nostra astronave, oppure il negozio dove acquistare potenzialmenti della nave. I potenziamenti vengono equipaggiati sulla nave prima di ogni missione e questo ci da la libertà di personalizzare il nostro stile di gioco come preferiamo. Tanto per darvi un’idea tra i poteri disponibili c’è uno scudo che dura qualche secondo, la possibilità di piazzare una torretta che ci assiste nel combattimento, una momentanea accelerazione, uno sparo multiplo che si allarga in ogni direzione, e così via…
Ogni potere può essere utilizzato all’infinito, con solo un cooldown a impedirci lo spammaggio estremo.

VECCHIO… NON E’ BELLO QUANTO RICORDAVAMO

hexodius screenshot (1)Quanto alla trama è tutta riassunta in poche righe di dialogo che tentano di essere simpatiche con un umorismo abbastanza piatto. Sostanzialmente c’è questa grande e cattiva IA, che come da tradizione si è evoluta autonomamente fino a raggiungere l’inevitabile senso di onnipotenza. A voi il compito di impedire che la IA raggiunga i suoi scopi. Ad aiutarvi lungo il percorso c’è il robottino dalla personalità di un mancato cabarettista. Ma mancato di molto!
Per quanto riguarda la grafica e il sonoro, è chiaro che siamo di fronte ad una rievocazione del vecchio stile in chiave moderna. Le musiche in particolare strizzano l’occhio ai suoni 8 bit dei vecchi arcade; il problema è che i vecchi arcade avevano colonne sonore terribili fatte di un susseguirsi velocissimo di suoni inascoltabili e ripetitivi; in questo Hexodius ha imparato alla perfezione. La grafica non è nulla di eccezionale e anche il design del gioco è ridotto alla sufficienza. Avanzando nel gioco gli scenari diventano un pò più vari, ma nulla di particolarmente accattivante.

Valutazione

Grafica 69%
Sonoro 68%
Giocabilità 71%
Carisma 50%
Longevità 60%
Final Thoughts

Hexodius è un passatempo. Nulla di più. Non è un gioco che può rapire e dopo qualche ora di gioco saremo sommersi da uno tsunami di ripetitività. Preso a piccole dosi e dopo i pasti, può scacciare la sonnolenza. Resta il fatto che dieci euro, a mio avviso, sono un pò tanti per un passatempo.

Overall Score 63%
Readers Rating
0 votes
0