Killing_Floor_2 Anteprime, PC

Killing Floor 2 – Anteprima


Killing Floor 2 è un gioco sviluppato dalla Tripwire Interactive, secondo capitolo dell’omonima serie. Considerata l’età ormai avanzata del primo gioco, ecco che la casa produttrice di Roswell decide di rinnovare la veste tecnica del gioco cercando di mantenere Killing Floor 2 il più fedele possibile alla serie. Dati i tempi è stata resa disponibile una versione early access del gioco, seguita da un fase beta in cui verranno aggiunti progressivamente contenuti. Vediamoci un trailer:

Killing Floor mette alla prova il giocatore per mezzo di svariate mappe dove dovremo sopravvivere a delle ondate di mostri(Zed) che ci attaccano e inseguono. La squadra umana è composta da sei giocatori che possono utilizzare ruoli differenti(Commando, Medico, Berserker, Supporto, Firebug e Demolizione) a proprio piacimento(anche se per giocare bene serve un minimo di pianificazione). Una volta uccisi tutti i mostri di un’ondata avremo la possibilità di rifornirci e acquistare nuove armi, munizioni, granate e armatura. Man mano che si prosegue i mostri che ci troveremo davanti saranno sempre più numerosi e pericolosi da affrontare.

Gameplay

Killing Floor 2 rimane molto fedele al primo capitolo della serie per quanto riguarda il gameplay generale. Sono stati mantenuti i tipi di Zed(con qualche piccola aggiunta), gran parte delle armi, il concetto del gioco e ovviamente lo Zed time(fasi a rallentatore che si attivano durante la partita). Però non tutto combacia con il predecessore, avremo la possibilità di correre(come succede sulla quasi totalità degli FPS) e fino ad ora le partite sembrano un pò più dinamiche, dato che si fa fatica a trovare un ottimo posto dove asserragliarsi e sparare alle frotte di nemici che arrivano. Capiterà spesso di dover abbandonare la posizione per fuggire senza meta alcuna, mentre una marea di mostri ci insegue. La possibilità di correre ci da qualche chance aggiuntiva di sopravvivenza, soprattutto quando il nostro gruppo rimane accerchiato. I perk utilizzabili sono quelli elencati nel paragrafo precedente(ne verranno aggiunti altri) anche se non sono propriamente quelli necessari per completare al meglio una mappa qualsiasi. I giocatori di vecchia data sentiranno sicuramente la mancanza del cecchino, essendo costretti ad affrontare gli scrake e altri zed con una pioggia di piombo piuttosto che con qualche freccia ben assestata. La fase di rifornimento tra una wave e l’altra ci permette di acquistare dell’equipaggiamento, oppure di cambiare il perk che stiamo utilizzando. Serve un demolition? Uno dei giocatori può tranquillamente cambiare classe, a patto che possieda abbastanza soldi per acquistare l’equipaggiamento corretto. Le ondate da superare variano in base alle impostazioni del server, le più comuni sono fino a sette e fino a dieci. Completata l’ultima wave dovremo affrontare il boss, Hans Volter. La battaglia sarà piuttosto lunga e faticosa, il boss è in grado di uccidere rapidamente un avversario e può eseguire molti attacchi diversi.Killing_Floor_2 Solitamente si aggira sparando e lanciando granate ma raggiunta una certa soglia di danni subiti, partirà di corsa puntando uno degli umani in vista. In base ai punti ferita rimasti compierà azioni diverse. Ridotto a certe soglie di danneggiamento, Hans corre fino a raggiungere uno dei nemici per poi sollevarlo e infliggergli molti danni curando se stesso contemporaneamente. Durante questa azione il boss non può essere danneggiato, però potremo curare il malcapitato che è stato afferrato e viene tenuto in aria. Nel secondo caso il boss correrà verso i giocatori cercando di colpirli ripetutamente con attacchi corpo a corpo. Paradossalmente il secondo attacco è quello più pericoloso per la squadra, dato che infligge molti danni e tende a continuare per un pò di tempo rischiando di uccidere il bersaglio.

Armi

Killing_Floor_2Che in Tripwire ci fossero dei maniaci delle armi lo si era capito da un pezzo. La cura riposta nella realizzazione dei modelli è a dir poco maniacale, con dettagli sopraffini. Attualmente il parco armamenti è ben distante dall’essere completo, ogni perk possiede circa quattro armi da utilizzare senza contare quelle di base. La configurazione di partenza prevede una pistola 9mm, un coltello e tre granate di base inoltre ogni perk possiede un’arma aggiuntiva personale. Il commando partirà con un AR-15 varmint, il supporto con un fucile a pompa, il medico con una pistola medica e così via. Molte armi presenti sono già state viste o perlomeno sono abbastanza comuni a vari altri giochi fps, quelle del medico invece sono originali e molto interessanti. Il vostro curatore ufficiale potrà utilizzare una pistola medica, un SMG medico, un AR medico e infine un fucile semiautomatico calibro 12. Potete ben immaginare che la classe medica non diventa più solamente un perk salvavita per tutti gli altri ma ottiene una discreta importanza anche a livello di danni distribuiti. SMG e AR possono tornare molto utili contro agli zed più piccoli, cercando di conservare il fucile per la situazioni più spinose.

Perk

Killing_Floor_2I perk attualmente disponibili sono: Commando, Medico, Berserker, Supporto, Firebug e Demolizione. Ognuno di essi ha delle peculiarità estremamente differenti e si focalizza sull’uso di un determinato tipo di armi con cui ottiene dei bonus. Uccidere gli zed ci farà guadagnare esperienza, una volta raggiunto uno dei livelli multipli di 5(fino a 25) avremo la possibilità di scegliere tra due bonus permanenti relativi solo a quella classe. La scelta non è definitiva, all’inizio di ogni partita potremo cambiare quel bonus con l’altro disponibile. Inoltre ogni livello garantisce altri tipi di potenziamenti che sono sempre attivi per quella determinata classe(più punti ferita, più danno, maggior numero di munizioni, ecc…). Non ci è ancora consentito sapere se l’avanzamento delle perk verrà mantenuto una volta fuori della fase beta, quindi farmare exp per avere tutti livelli molto alti potrebbe essere uno spreco di tempo.

Mappe

Killing_Floor_2La Tripwire ha deciso di aprire quasi subito al pubblico l’utilizzo del workshop per aumentare i contenuti di Killing Floor 2. Scelta saggia, considerando che molti utenti hanno già creato una marea di mappe su cui cimentarsi dopo aver finito quelle ufficiali. La qualità delle ambientazioni nuove è considerevole, sia a livello di dettaglio che sul lato di gioco. Posti ottimi in cui organizzare la difesa sono un pò scarsini, favorendo un pò gli attacchi alle spalle degli zed. Alcune nuove feature del motore grafico prevedono cose molte macellose, come ad esempio il sangue persistente per l’intera partita e una fisica ottima che porta gli zed a cadere, volare via e smembrarsi in modo davvero bello. Se siete particolarmente sensibili a lembi di carne, budella e schifezze varie forse vi state rivolgendo al gioco sbagliato. Anche solo dopo qualche wave intere parti della mappa saranno pitturate con sangue e interiora dei mostri. Ad ora le mappe ufficiali sono poche, ma ne verranno sicuramente aggiunte molte altre.

Feeling rinnovato

Killing_Floor_2Se siete giocatori accaniti di Killing Floor è molto probabile che gradirete anche il nuovo capitolo della serie. La Tripwire è riuscita a mantenere un gioco fedele alle proprie origini rinnovandolo unicamente su alcuni punti chiave che evitano di far annoiare istantaneamente coloro che ne hanno avuto abbastanza di KF1. La possibilità di correre rende tutto un pò più dinamico e alcune armi aggiungono un certo carisma al tutto(vedi le armi mediche, il polverizzatore ecc…). Gli ambienti più scuri rendono il gioco molto più cupo, tenendo anche presente che se un elemento del paesaggio(vedi una lampadina) viene distrutto non si aggiusta automaticamente alla fine della wave. Gli zed vi sfondano una porta? Dovrete farne a meno. Un vostro demo incauto tira un colpo di m79 che frantuma completamente le luci della stanza in cui siamo appostati? Dovremo valutare se spostarci o convivere con il buio.

Matchmaking

Killing Floor 2 è dotato di un matchmaker interno in grado di cercare una partita in base a dei parametri inseriti dal capogruppo. Essendo un gioco PvM la struttura funziona abbastanza bene e solitamente riesce a soddisfare la ricerca in un tempo abbastanza limitato. Volessimo fare alla vecchia maniera, ecco che abbiamo a disposizione la classica lista server in cui cercare. Consiglio a tutti coloro che iniziano a giocare a KF di fare i primi passi a difficoltà normale cercando di capire quale delle tante perk fa al caso nostro. Una volta presa confidenza, la difficoltà hard inizierà a prepararvi per il suicidal e hell on earth(che non consiglio a meno che non siate davvero con i perk al massimo e molto ma molto organizzati).

Considerazioni Finali su Killing Floor 2

La Tripwire mantiene le promesse e sforna un seguito di KF1 rifinito su tutti i fronti, con un miglioramento generale palpabile ma non invasivo per la serie. La colonna sonora è composta da soli brani metal, se non vi piace il genere si può disattivare ma col il genere di gioco devo dire che rende benissimo. La beta del gioco tecnicamente funziona meglio della gran parte dei giochi che escono in versione definitiva. Crash e bug sono limitati al minimo, i problemi post patch vengono affrontati con rapidità e nuovi contenuti vengono aggiunti abbastanza regolarmente. Killing Floor 2 è forse la miglior beta/early access che mi è capitata sotto mano negli ultimi anni, considerato che gli sviluppatori stanno usando questo sistema per testare i gioco e non semplicemente per arraffare soldi. Ultima cosa, il prezzo del gioco è oltremodo onesto e si ferma a 20 euro nonostante la qualità complessiva faccia pensare altrimenti.