Metal Gear Solid 5 sessista? Bufera su Kojima


Metal Gear Solid V sessista? Vediamo di capirci qualcosa su quanto sta accadendo in queste ore sul web.

Tutto ha avuto inizio quando ieri Kojima ha fatto sapere al mondo che i personaggi di Metal Gear 5: The Phantom Pain sono stati concepiti per essere “erotici”. Il perché di questa virata “carnale”, è che in questo modo, secondo il grande Sensei, il cosplay e tutto il merchandising legato alla serie (action figure, poster, e chi più ne ha più ne metta) avrebbe ricevuto un forte impulso. Si sa difatti che questo tipo di mercato fattura  moltissimo nel paese del sol levante, e quindi perché non “stimolare” i fan con personaggi più provocanti?

Un piccolo esempio della mise della nuova personaggia cecchina Quiet:

 

Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain

Addirittura sul sito della Kojima Production è stata aperta un’apposita sezione in cui si può ammirare la procace giovine in varie pose, e scoprire pure che è stata realizzata utilizzando Stefanie Joosten, una modella olandese, per delle sessioni di motion capture.

Manco a dirlo è scoppiato l’inferno. Come spesso accade su Internet, si sono formate subito due fazioni: coloro che trovano questa svolta eroge un abominio e chi ha invece apprezzato. Molti si sono chiesti se veramente Metal Gear avesse bisogno di farsi pubblicità in questo modo, sfruttando la sensualità dei personaggi a scopi commerciali.

La situazione si infiamma ancor di più quando stamane alle 9 e 29 ora del Pacifico, David Ellis, designer di Halo 4, ha postato questo messaggio che vi riportiamo e traduciamo:

Halo 4

Non mi interessa se mi farà finire nei guai. Questo character design è                               disgustoso. La nostra industria dovrebbe essere migliore di cosi.”

 

 

 

 

Subito molti gli hanno ritwittato messaggi di stima a cui Ellis ha risposto aggiungendo che l’industria videoludica è piena di “adulti travestiti da poppanti” e che cose come questa sono “sessiste e stimolano l’oggettivazione della donna”. 

Il game designer, ha inoltre aggiunto che “la sensualità può essere utilizzata anche in maniera giusta, come in Bayonetta”, ma che la mossa di Kojima è invece “pigra e commerciale”.

E qui è iniziato il RagnarökGente a scannarsi ovunque. Fan di Metal Gear che difendono Kojima attaccando Halo, fan di Halo che rispondono, gente che insulta l’industria videoludica a caso, bum, crash, sbraaaang, cazzot!

Per quanto l’argomento sia vasto e esistano tante opinioni quante sono le anime degli uomini (sono reduce della Evangelion Night, perdonatemi) caro Ellis, affermare che in Bayonetta la componente sexy ci stia è dichiarazione un po’ infelice dopo aver inneggiato al sessismo e all’oggettivazione della donna. Cioè, in Bayonetta la protagonista è una strega sexy con un vestito fatto del proprio pelo ( non è una battuta!) e spesso e volentieri si mette in pose simili:

 

Bayonetta

Non è forse più sessista fare un gioco interamente incentrato su un personaggio cosi? Chi lo sa. Quest’articolo non vuole essere un’apologia di Kojima, ma non stupiamoci. Mi riferisco soprattutto a voi, cari fratelli fan di quella stupenda saga che è Metal Gear, che ora vi scagliate con ira funesta contro Kojima: vi siete forse dimenticati Sniper Wolf? Avete scordato la scena con Meryl in mutande? Avete rimosso completamente dalla vostra memoria Eva in Snake Eater, che ogni due secondi era la a tirarsi giù la tuta? C’è sempre stata una componente sexy in Metal Gear, come c’è in centinaia di altri titoli, perché: vedere una bella figliola su schermo piace alla maggior parte dei giocatori! Che sia giusto o sbagliato, è così. Non c’è forse una ragazza alquanto sexy anche in Halo? Anche se è più corretto parlare di I.A. nel caso di Cortana.

Su cosa si sta discutendo qui esattamente? Se si parla di sessismo allora perché non puntare il dito contro Lara Croft, contro Samus Aran e  Jill Valentine? Son tutte delle gnocche anche loro no?

 “Si, però hanno spessore!”

E come fate a dire che Quiet non ne avrà?

Non è questo! E’ che loro non sono state fatte apposta per essere sexy!

… devo davvero rispondere a affermazione?

E’ naturale che i personaggi di fantasia siano per la maggior parte più fighi, più atletici, più tutto di noi comuni mortali! E’ questo il loro fascino. Ci sono superiori, mentalmente, fisicamente e anche moralmente molte volte, altrimenti perché dovremmo ammirarli? L’importante è che un personaggio non si riduca a puro “oggetto del piacere”, senza che abbia una sua psicologia. E nel caso di Quiet tutte ste polemiche sono assolutamente infondate dato che del personaggio non si sa ancora nulla! Forse la colpa di Kojima è di essere stato solo un pò troppo onesto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.