PS4, Recensione

Natural Doctrine – Recensione


Kadokawa Games

Sviluppatore

NIS America

Publisher

Tactical JRPG

Genere

 

Natural Doctrine si presenta come RPG tattico giapponese a turni, sviluppato dai ragazzi di Kadokawa Games. Ambientato in un mondo dove si combatte per il Pluton, un minerale raro, ci troveremo poi a fronteggiare una misteriosa minaccia che può portare all’estinzione della specie umana, fin qui, tutto a posto, trama scontata ma è un buon pretesto per una storia.

La frustrazione è di casa

Natural Doctrine img1Cominciamo il tutorial…e già qui…un treno merci di imprecazioni, il gioco ci pone di fronte a un tutorial con spiegazioni lunghe e poco chiare, potremo spostarci liberamente all’interno dei quadrati controllati da noi, dove i nemici non possono accedere e viceversa, in base a come posizioneremo i nostri personaggi si attiverà il Link System, cioè i personaggi saranno “collegati” fra loro nella fase di attacco o difesa, questo “collegamento” permetterà di avere dei bonus vari che spaziano dal danno, alla percentuale di riuscita ed altro, fin qui, la cosa sembra funzionare, è il resto che non va. Quest’opzione permette anche di avere turni bonus, tutto ciò ovviamente è disponibile anche per il nemico, che, guarda un po’, è sempre in numero decisamente superiore al tuo gruppo (da 4 per la cronaca) ed è in grado di inanellare una serie di attacchi e turni bonus capace di disintegrare il tuo party senza Natural Doctrine img2darti possibilità di appello, ed indovinate un po’? Muore uno qualsiasi del tuo party??? GAME OVER! Istantaneo! Bene, grazie sviluppatori…GRAZIE! Ma va beh dai, torna nei dungeon inferiori e farma un po’ di exp no? NO! Il farming è iper limitato, dopo la seconda volta che finiremo il dungeon non sarà più accessibile. Qui scattano le mazzate inguinali, dovrete rifare lo stesso livello all’infinito per riuscire a passarlo o per guadagnare un micro millesimo di exp per salire di livello, perché ovviamente in base al fantastico posizionamento dei personaggi in una frazione di secondo capisci se la spada la infili tu o la infilano loro…dove non batte il sole…ovviamente se tu non piazzi i personaggi come hanno pensato gli sviluppatori la spada la prendi tu! Chiaramente questa cosa è un paradiso per gli Hardcore Gamer, per tutti gli altri è l’inferno, la curva di difficoltà è chiaramente sbilanciata, il tutorial ti viene Natural Doctrine img3fornito una sola volta all’inizio del gioco e poi basta, un calcione nel fondoschiena e tanti saluti, buona fortuna! I personaggi possono salire di livello, ogni qualvolta accade potremo selezionare delle nuove abilità da uno skill tree un po’ limitato, le scelte non sono molte e spesso si limitano ad un mero potenziamento delle statistiche più che all’acquisizione di nuove tipologie di attacchi e quant’altro. Durante le nostre avventu…ehm…torture nei dungeon, troveremo degli scrigni contenenti degli oggetti equipaggiabili dai personaggi…con un massimo di soli 4 per ciascuno.

Ah è PS4? Pensavo PS2

A livello tecnico Natural Doctrine è imbarazzante, modelli poligonali da Playstation 2, animazioni più legnose di un’appendiabiti,  texture e ambientazioni povere, si salva giusto la colonna sonora, ma per il resto non ci siamo proprio per niente. Citiamo infine il multiplayer, cooperativo o competitivo, a scelta, lo stile di gioco è esattamente come la campagna singolo giocatore, tranne il party che verrà scelto con delle carte, un po’ come Magic.

Commento Finale

Natural Doctrine è un gioco con ottime premesse ma rovinate poi da pessime scelte degli sviluppatori, che rendono il gioco inutilmente complicato e frustrante. Nessuna scusa invece per la pessima realizzazione tecnica.

Valutazione

Grafica 30%
Sonoro 60%
Giocabilità 50%
Carisma 20%
Longevità 50%
Final Thoughts

Natural Doctrine è un gioco con ottime premesse ma rovinate poi da pessime scelte degli sviluppatori, che rendono il gioco inutilmente complicato e frustrante. Nessuna scusa invece per la pessima realizzazione tecnica.

Overall Score 42%
Readers Rating
0 votes
0