nitroplus blasterz PS3, PS4, Recensione

Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel – Recensione


Examu

Sviluppatore

Marvelous

Publisher

Picchiaduro

Genere

Marvelous porta sui lidi europei un nuovo picchiaduro a “mischione”, stavolta dedicato ai personaggi femminili dell’universo Nitroplus in Nitroplus Blasterz: Heroine Infinite Duel. Come sarà andata a finire? Sicuramente meglio che nell’ultimo Strit Faiter, ma non è che ci volesse molto.

Avanti c’è posto

Come nel qui recensito Dengeki Bunko: Fighting Climax, Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel è un picchiaduro a incontri (disponbile per PS3 e PS4) che mette insieme personaggi che in teoria avrebbero poche occasioni, venendo da ambientazioni diverse tra di loro: punto d’incontro è quello dell’editore – Nitroplus, appunto – che ha deciso di far malmenare tra loro le più note eroine delle sue visual novel. La trama che fa da sfondo a ciò vede una mediamente misteriosa minaccia interdimensionale che porta in un solo posto le varie protagoniste per farle gonfiare di botte reciprocamente: ovviamente, nello story mode di ciascheduna, persuaderemo a suon di mattonate le altre a non combattere più e a tornare a casa/a concentrarsi contro la vera minaccia che vuole distruggere tutto. Il tutto è narrato tramite poche vignette in inglese fantasioso e in generale si capisce poco, comunque il risultato finale ha più senso di quello che succede in Ingiastis, alla fin fine.

Sberle a gruppi di tre

nitroplus blasterzIl combattimento di Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel si basa sui “tipici” tre tipi di attacco (leggero, medio, pesante) più altre due funzioni, escape action e heavy action, utilizzabili rispettivamente per manovre evasive e respingere attacchi in vario modo. Le mosse speciali di varia potenza e distruttività – incluse le più pompate, con tanto di cutscene animata – consumano la canonica barra “speciale” (qui tripartita in tre livelli). Inoltre è presente una funzione di combo “semi-automatica” chiamata Variable Rush che al costo di soli due livelli di barra e la pressione di due bottoni assieme permetterà di innescare una combo che va da sé. In generale, a parte questa “facilitazione” – relativa, poiché per quanto utile risulta difficilmente risolutiva in quanto parabile – il sistema di gioco si rivela piuttosto tecnico già dalle prime battute.

Come accade sempre più spesso nei picchiaduro, anche in Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel saremo chiamati a prendere, dopo la scelta del personaggio “principale”, non uno ma ben due altri personaggi di supporto, che potremo chiamare in aiuto dopo che l’apposita barra sarà stata riempita. Non tutti attaccheranno, ma alcuni daranno altri potenziamenti come il riempimento della barra tripartita usata per effettuare mosse speciali.

Una volta per round potremo usare l’abilità blast, utile a spezzare una combo avversaria e a innescare effetti speciali nitroplus blasterzdi genere che lasciamo scoprire a voi sul campo.

Il cast di personaggi è molto variegato, con ognuna delle 12 lottatrici giocabili che mostra un proprio diverso stile di combattimento tra evidenti punti di forza e debolezza, con varietà e longevità che ringraziano. Le modalità sono quelle classiche: story mode (più versione alternativa una volta completata la prima), vs, online (con cross-play tra PS3 e PS4), score attack più una gallerie di immagini e sbloccabili.

Il bilanciamento della difficoltà sembra regolato un po’ alla comeviene: per esempio, nello story mode, in media dopo tre incontri super easy si avrà picco di difficoltà che poi scenderà di nuovo, per poi rischizzare in alto verso lo scontro finale. Sono comunque disponibili otto “gradi” di difficoltà per cercare di adattare la determinazione delle avversarie alle capacità dell’utenza.

Alla fine della fiera, si può dire che Nitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel sia un buon picchiaduro bidimensionale che, a prescindere dall’attrarriva “in sé” del pedigree dei personaggi, offre una buona esperienza ludica. L’impostazione del gameplay si rivela più che soddisfacente, garantendo una buona profondità globale ma senza eccessi di tecnicismi.

Note tecniche

nitroplus blasterzNitroplus Blasterz: Heroines Infinite Duel offre sia punti interessanti che qualche bega sotto il profilo tecnico. La grafica è discreta, con personaggi dettagliati e animati abbastanza bene. Molto carine le cutscene “in combattimento”, e in generale la caratterizzazione dei personaggi è ben fatta. Di contro, gli ambienti sono un po’ meno ricchi e privi di animazione, tendendo – più nella versione PS3 – all’effetto “fondale cartonato” per non perfetta amalgama di personaggi e panorami.

Il sonoro è discreto, con tracce sufficientemente casinistiche e trascinanti che ben si adeguano al casino in corso pur senza spiccare particolarmente.

Il sistema di controllo funziona bene, anche se in generale le mosse speciali ci sono sembrate un pelo più difficili da innescare che in altri titoli dello stesso genere. Il gioco online in media – almeno nella nostra esperienza – gira bene, fatto salvo per qualche momento di lag (soprendentemente, più nei menù che in azione).

Valutazione

Grafica 75%
Sonoro 72%
Giocabilità 70%
Carisma 80%
Longevità 80%
Final Thoughts

Nitroplus Blasterz: Heroine Infinite Duel è un picchiaduro divertente e discretamente tecnico, che offre un buon cast al femminile vario e fortemente caratterizzato. Nonostante qualche piccola bega tecnica, si rivela comunque una buona scelta per gli aficionados delle botte in dueddì.

Overall Score 75%
Readers Rating
1 votes
95