plants vs zombies garden warfare PC, Xbox 360, Xbox One

Plants vs Zombies Garden Warfare – Recensione


PopCap

Sviluppatore

EA

Publisher

sparatutto in terza persona

Genere

Appena diciamo Plants vs Zombies a tutti vengono in mente i famosi tower defence per cellulare, assolutamente ottimi giochi e molto divertenti. PopCap sull’onda del successo decide di evolvere il suo brand, proponendolo per console di vecchia e nuova generazione in formato TPS! Sarà stata una scelta saggia?

Braaaaaiiinnsssss!!!

plants vs zombies garden warfarePlants vs Zombies Garden Warfare si propone come uno sparatutto in terza persona cooperativo e competitivo! Vi troverete a combattere nella fazione o delle piante o degli zombi, ogni lato avrà 4 personaggi unici, ognuno con il proprio stile di gioco, le proprie armi e abilità! Le piante saranno la Sparasemi (agile e con un ottimo danno), la Masticazombi (tanta vita ma attacca solo corpo a corpo), il plants vs zombies garden warfareGirasole (poco danno ma può curare e rianimare velocemente gli alleati) e il Cactus (non molto agile ma un eccellente danno dalla distanza). Anche gli zombi sono molto agguerriti, tra le loro file c’è il Soldato (buon danno), l’Ingegnere (può costruire teletrasporti per i compagni), lo Scienziato( può curare e rianimare più velocemente) e il Fuoriclasse (tanti vita, buon danno). Avanzando nel gioco plants vs zombies garden warfaresi avrà la possibilità di sbloccare nuove varianti di uno stesso personaggio, che varieranno principalmente per quanto riguarda gli effetti delle bocche da fuoco, ad esempio armi che causano danno da fuoco, ghiaccio, oscurità etc etc o che hanno modalità di sparo differenti. Ognuno ha delle proprie abilità speciali, che spaziano da bombe esplosive a droni volanti, da raggi curativi a lanciarazzi etc etc. Ma oltre a plants vs zombies garden warfarecombattere sul campo si può anche fornire supporto tattico ai compagni, in alcune modalità infatti si potrà guardare la mappa dall’alto ( tipo strategico) e bombardare il campo di battaglia, lanciare uav o curare alleati, effetti che possono anche mutare il corso di una battaglia. Sfortunatamente però Plants vs Zombies Garden Warfare a tratti è un po’ sbilanciato, il più delle volte vedrete la fazione delle piante vincere, anche grazie a dei personaggi un po over power, come ad esempio la Masticazombi, la sua abilità di andare sottoterra per poi saltare e mangiarvi sarà molto difficile da fermare, così come capita con lo Scienziato degli Zombi, il suo teletrasportarsi a qualche metro di distanza, unito al danno del suo fucile sarà fatale.

Un po’ insieme e un po’ contro!

plants vs zombies garden warfareLe modalità di gioco si rifanno a quelle già viste in altri giochi del genere, dal classico Deathmatch a squadre a Tombe e Giardini, una modalità a metà tra Conquista e Corsa di Battlefield, che vedrà le piante difendere una serie di giardini che gli zombi dovranno provare a conquistare, una modalità abbastanza tattica che richiede una buona coordinazione tra i giocatori, per aiutare i plants vs zombies garden warfareplayer si potrà evocare delle piante in vaso e degli zombi controllati dall’IA per combattere a fianco di una o l’altra fazione. Ma oltre alle modalità PvP c’è anche una modalità coop per 4 giocatori, chiamata Garden Ops, potrete utilizzare solo le piante e si tratterà di difendere il proprio giardino da un determinato numero di ondate di zombi. Qua la tattica la fa da padrone, sarà fondamentale infatti la cooperazione tra i giocatori e la scelta di piante invasate da piazzare vicino al giardino come aiuto, anche perchè ogni tot di ondate ci saranno dei boss come Disco Zombi o lo Yeti Zombi, che sapranno mettere a dura prova i giocatori, soprattutto alle difficoltà di gioco più alte (4 difficoltà).

Il mio Zombi e la mia Pianta!

plants vs zombies garden warfareAlla fine di ogni partita guadagneremo dei crediti in-game, con essi potremo comprare nel negozio del gioco dei pacchetti, in cui trovare consumabili (piante e zombi da evocare) oppure pezzi di nuovi personaggi, nuove abilità, potenziamenti, armi ma soprattutto elementi per la personalizzazione. Sono disponibili infatti decine e decine di personalizzazioni estetiche per i propri personaggi, spesso decisamente esilaranti (come tutto lo stile di gioco), fuori di testa e particolari, per avere il proprio personaggio unico e più o meno comico!

Livello tecnico

Dal punto di vista tecnico nulla da dire, se non qualche saltuario problema di telecamera, una grafica molto accesa e cangiante senza il minimo calo di frame rate, ottime animazioni, ottimo comparto audio ed esilaranti voci, il matchmaking è apparso rapido e senza problemi di sorta per quanto riguarda disconnessioni e lag, sfortunatamente manca una lobby pre-partita in cui invitare amici prima di cercare una partita, ma ci si può tranquillamente passare oltre.

Commento finale

Plants vs Zombies Garden Warfare è un titolo divertentissimo ed esilarante, ma non privo di tatticità e profondità. Nelle modalità coop e PvP sarà necessaria un’ottima collaborazione tra i giocatori, non è privo di qualche lieve sbilanciamento e le modalità di gioco non sono molto originali, ma il level design, il carisma e la varietà di personaggi, armi, potenziamenti, abilità e situazioni vi trascineranno in un turbinio di spasso e goliardia!

Valutazione

Grafica 85%
Sonoro 85%
Giocabilità 90%
Carisma 100%
Longevità 95%
Final Thoughts

Plants vs Zombies Garden Warfare è un titolo divertentissimo ed esilarante, ma non privo di tatticità e profondità. Nelle modalità coop e PvP sarà necessaria un'ottima collaborazione tra i giocatori, non è privo di qualche lieve sbilanciamento e le modalità di gioco non sono molto originali, ma il level design, il carisma e la varietà di personaggi, armi, potenziamenti, abilità e situazioni vi trascineranno in un turbinio di spasso e goliardia!

Overall Score 91%
Readers Rating
2 votes
30