psikyo bravo Nintendo Switch, PS4, Recensione

Psikyo Shooting Stars Bravo – Recensione: Sparaggio da collezione parte 2


Non vi bastava la collection recensita poco tempo fa? Siete ingrifati di sparaggio a scorrimento? Ordunque senza indugio, leggete la reviù di Psikyo Shooting Stars Bravo, seconda collection di titoli arcade della casa giapponese. Epprima, video:

Meglio orizzontale o verticale?

Psikyo Shooting Stars Bravo raccoglie gli spratutto della Psikyo sostanzialmente non raccolti nell’altra collection di cui sopra, più un intruso (riguardo al quale parleremo fra un tot). Per chi fosse troppo pigro per cliccare il link prima del video, ricordiamo che la Psikyo è una casa jappa che ha decentemente furoreggiato dalla metà degli anni ’90 in ambito arcade con numerosi sparatutto di buona fattura, spesso convertiti per varie console nel corso degli anni. Questo “secondo volume” della collezione del suo parco titoli (migliori?) ci dà dentro con gli shooter sia in orizzontale che in verticale (sì, ci piacciono i doppi sensi).

psikyo bravo

Tra storia e delirio

La prima serie di giochi che la Psikyo Shooting Stars Collection Bravo ci fionda sul coccige è quella di Samurai Aces, della quale ci vengono proposti tutti e tre gli episodi, numerazione squinternata inclusa. Il primo Samurai Aces, datato 1993, è un classico sparatutto verticale con un buon numero di personaggi selezionabili. Il secondo episodio incluso, Tengai, offre uno scrolling orizzontale, discretamente veloce seppur con un look un po’ “sporco”, mantenendo l’opzione multipersonaggio. Infine abbiamo Samurai Aces III, orizzontale con piccole variazioni arricchito da fondali tridimensionali d’antan, invecchiati malissimo come da copione per tutto il treddì degli albori. Considerazioni prettamente estetiche a parte, i giochi si confermano ben realizzati anche a distanza di anni, con il secondo e il terzo episodio in particolare a offrire un ritmo veloce e incessante pur senza trasbordare nel sottogenere dei manic shooter. Carina la variazione sul tema della tipica “bomba” pulisci schermo, qui spesso meno “globale” e leggermente più da mirare.

psikyo bravo

Sul fronte del nonsense, vengono proposti i due episodi dello sparatutto verticale Gunbird: alla guida di un cast che definire colorito è dire poco – featuring una strega su scopa, Alucard, e varie cose a caso. A questi si aggiunge il folle Gunbarich, ibrido tra uno shooter verticale, Arkanoid e un flipper, con protagonista la strega su scopa di cui sopra e un tizio su un ancora. Non fate domande. Psicosi a parte, facendo un bilancio di tutto quello che viene offerto in questa collection, si può dire con piacere che anche la Psikyo Shooting Stars Bravo è una raccolta più che soddisfacente, capace di (ri)portare senza particolari fronzoli sugli schermi odierni una seconda serie di classici che, per quanto più o meno noti, riescono ancora a divertire grazie a una serie di variazioni sul tema di una formula più che collaudata e sempre attuale, sempre capace di celebrare le skill di coordinamento mano-occhio dei temerari che voglioni cimentarcivisivivici.

psikyo bravo

Tirando le somme…

Sotto il profilo tecnico, per pigrizia potremmo dire tutto quel che abbiamo detto nella recensione precedente, ma cercheremo almeno di proporlo in maniera diversamente squinternata. La Psikyo Shooting Stars Collection Bravo si pone come un discreto porting, tanto fedele quanto “operaio”: i giochi sono su per giù messi in grado di funzionare su console moderne senza venire toccati sotto il profilo tecnico. La funzionalità c’è, tanto in modalità portatile quanto fissa per l’utenza Switch, e di default questo basta. Come opzione di modifica video viene nuovamente riproposto il cambio dei font per i dialoghi in game (non in tutti i giochi), con la medesima inutilità che nella collection precedente. Si aggiunge qualche piccola altra funzione estetica come la possibilità di rotazione dell’orientamento dello schermo, e la colorazione del “wallpaper” a bordi dello schermo attivo.

Valutazione

Grafica 78%
Sonoro 75%
Giocabilità 82%
Carisma 85%
Longevità 80%
Final Thoughts

Psikyo Shooting Stars Bravo - come la sua omologa - è una collection che di sicuro farà contenti i tanti fomentados, nuovi e vecchi, degli sparatutto arcade. Anche qui i giochi selezionati reggono ai colpi del tempo, mantenendo invariato il loro charme a 360° rendondosi perfettamente adatti in particolare a partite veloci "on the go" in modalità portatile. La collection fa il suo, forse nulla di più, ma la sostanza c'è tutta.

Overall Score 80%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.