road redemption PC, Recensione

Road Redemption – Recesione


Pixel Dash Studios, EQgames

Sviluppatore

EQgames

Publisher

Azione

Genere

Road Redemption può essere considerato il successore spirituale di Road Rash, gioco che ci metteva di fronte a svariate corse in moto in cui si poteva percuotere il prossimo con oggetti contundenti. Road Redemption cerca di riportare in auge questo tipo di gioco un pò dimenticato negli ultimi anni. Vediamoci il trailer:

Il concetto base di Road Redemption è estremamente semplice, si devono percorrere dei tratti di strada facendo a mazzate con altri motociclisti. Ogni spezzone di percorso da affrontare prevede obbiettivi diversi e in alcuni casi dei modificatori di mappa attivi per tutti.

Grafica e sonoro

La grafica di Road Redemption non è esattamente al passo coi tempi. Tutto ciò che compare sulla strada può essere considerato con dettagli medi, al di fuori del manto stradale pare di tornare nel 2007. I vari ostacoli che andremo a trovare a bordo strada sono incredibilmente monotoni e scarni così come tutti gli sfondi visibili. Il quadro generale non può essere considerato terribile, però si poteva sicuramente fare di meglio. La fisica del gioco è anche rivedibile essendo totalmente approssimativa. Le collisioni che dovrebbero veder moto e motociclista capitombolare malamente, spesso, finiscono in un nulla di fatto. Capita di colpire un palo a tutta velocità e rimbalzare invece che cadere. Il sonoro è composta da una discreta soundtrack che si fa ascoltare durante l’intero gioco e da una serie di effetti non troppo ricercati ma comunque adatti.

Gameplay

road redemptionUna moto, una strada, tante armi e cattiveria in abbondanza. Il personaggio che sceglieremo dovrà farsi largo tra gli avversari per arrivare per primo sul traguardo oppure per eliminare il numero richiesto di nemici. Il nostro centauro può utilizzare quattro diverse categorie di armi che spaziano da quelle corpo a corpo fino agli esplosivi. Alcune armi sono più efficaci contro certi nemici, colpire un motociclista avversario dotato di casco con un colpo di spada non sarà molto produttivo. Inoltre possiamo afferrare avversari per la collottola e “guidarli” fino a farli schiantare contro ad un ostacolo. Stesso discorso con i calci, in grado di spostare uno o più motociclisti verso l’esterno della strada magari facendoli finire giù da un ponte.

Single Player

road redemptionLa parte single player, sebbene un pò ripetitiva, mi sembra quella più godibile dell’intero gioco. Si dovrà scegliere una moto e un pilota con cui affrontare una campagna con una banalissima storia di contorno. Ci verrà presentata una mappa suddivisa in tre zone, per ogni zona dovremo superare una serie di livelli. La difficoltà sarà crescente, senza però essere troppo proibitiva. Inoltre esiste un sistema di progressione basato sull’esperienza. Una volta finita una partita al single player potremo spendere i punti XP guadagnati in potenziamenti per le nostre statistiche (più vita, maggiore riserva di turbo ecc…). Va da se che dopo un tot di partite le nostre statistiche base saranno sempre più alte. Una volta completata la campagna verrà sbloccata una seconda modalità, molto più difficile, che aggiunge un pò di longevità al gioco offline.

Multiplayer

road redemptionRoad Redemption può essere giocato in multiplayer locale fino a 4 giocatori oppure in modalità online. In locale la situazione è molto confusionaria, soprattutto se si è in possesso di uno schermo piccolo. La confusione può aiutare ad aumentare le risate rendendo il gioco appetibile per una serata tra amici. Il multiplayer vero e proprio non mi ha soddisfatto molto perchè presenta un difetto a dir poco madornale. In single player il gioco ci “aiuta” adattando la nostra velocità a quella delle moto nelle vicinanze un pò come se si fosse in una fase di combattimento. In multiplayer questo escamotage non esiste, limitando di molto gli scontri e dando il via ad una fiera del “vorrei darti il cric in faccia ma non riesco”. Cercare di evadere il più possibile è la strategia più praticabile, togliendo il senso al combattimento duro e puro.

Valutazione finale

Grafica 70%
Sonoro 65%
giocabilità 76%
carisma 70%
longevità 77%
Final Thoughts

Road Redemption è un gioco divertente ma con angoli molto spigolosi. Si sente decisamente la mancanza di una modalità di gioco cooperativa online, dove affrontare il single player o qualcosa di simile in compagnia di amici. L'online è da rivedere e in single player può stufare in un tempo medio di 10-15 ore. Vi era piaciuto Road Rash? Allora potete farci un pensiero.

Overall Score 71%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.