russian car driver PC, Recensione

Russian Car Driver – Recensione


Falcoware

Sviluppatore

Atriagames

Publisher

Guida

Genere

Signori e signori, il gioco di guida a cui Putin non vuole farvi giocare: preparatevi a Russian Car Driver!

Casatchok è il ballo della steppa

Russian Car Driver può essere definito come un ibrido (o presunto tale) di Driver, i vari Simulator automobilistici e il disutile Ocean City Racing.
Con tanto di story mode disponibile, il gioco ci metterà nei panni di un più o meno anonimo automobilista russo il quale – al russian car drivervolante dell’epicissima VAZ 2108 – dovrà affrontare in un contesto campagnolo vari compiti da chaffeur di altrettanto varia legittimità. Il gioco, sviluppato dalla Falcoware (apparente ramo della altrettanto misconosciuta Falco Software), è disponibile su Steam alla vertiginosa cifra di 0,99 euro – comunque troppi – e su siti di giochi gratuiti a 0,00 euro in forma pressoché uguale, magari con un pelo di lag in più. E per la gioia di grandi e piccini il gioco è anche disponibile su Android.

Ma veniamo al gameplay.

Russian Car Driver offre varie modalità di gioco, con la principale chiamata “freeride” ove potremo girare come dei sacrosanti beoti per una campagna tremendamente afflitta dal degrado postsovietico. Per sentirci meno mentalmente sbrindellati, avremo la possibilità di “aggiungere” alla freeride un succosissimo story mode. La “storia” di Russian Car Driver ci vedrà ricevere vari messaggi via smartphone – in un inglese alquanto fatiscente, se avete scelto di non giocare nell’idioma di Dostoevskij – utili a darci vari compiti da portare a termine. Come intuibile, queste missioni consisteranno sostanzialmente nell’andare dal punto A al punto russian car driverB passando alle volte per un punto C, con dei piccoli twist dal sapore di malavita moscovita – ad esempio, in un caso dovremo guidare veloci (cosa difficile, visto il catorcio che ci fan guidare) – per spaventare un tizio legato al cofano dell’auto come rappresaglia per un incendio doloso. Altra feature: la possibilità, a mo’ di peto in faccia alla PETA, di mettere sotto cervi, mucche e orsi. E il rublo s’impenna.

Ogni tot metri, potremo migliorare la performance del nostro bidone a 4 ruote spendendo un punto jolly in una caratteristica tra potenza motore, freni etc. – inutile a dirsi che la cosa, almeno ai primi stadi, sembrerà totalmente ininfluente. La parte migliore è il modo in cui il “level-up” viene segnalato: l’azione si blocca in stile nottata in Castlevania 2, con il menù di miglioramente che intasa  lo schermo fino a che non scegliamo cosa fare. Come ulteriore chicca per premiare i più arditi – o quelli con meno senso dell’orientamento o, ancora, quelli con molto tempo libero – girovagando per questa desolazione agreste potremo recuperare delle icone che ci daranno accesso a notizie storiche sulla VAZ 2108, una vera chicca per fanboys.

Nella Russia che vorrei…

…ci sono VAZ, tanta figa e un bel gameplay. E ordunque andiamo avanti.

russian car driverA coté di questo delirio, vi saranno anche altre modalità disponibili che si ispirano a titoli più blasonati: in una saremo chiamati a completare dei percorsi rally (che poi è sempre la solita campagna a poligoni grandi quanto un T-90) in un tempo limite, in altri dovremo affrontare degli emozionantissimi test di parcheggio – sempre in un tempo limite, con soglie oro/argento/bronzo alla Gran Turismo – o vincere una gara contro altre due auto, in un monomarca rustico-campagnolo da sagra del tortellone. O del borsch. Superare il set di gare a difficoltà “dilettante” in una di queste – non ricordiamo quale né vogliamo controllare – sbloccherà la modalità drifting; a sua volta, superato il set dilettante di quest’ultima, potremo competere nelle drag racing. E drag racing su cosa, direte voi, visto che l’unica auto disponibile è un ammasso di ferraglia che non va a più di 30km/h in discesa? Non lo sappiamo né lo vogliamo sapere.

russian car driver

Alla fine della fiera, possiamo dire con calma platonico-filosofica che Russian Car Driver è – o sia – una benemerita ciofeca: il gioco ha la rara “dote” di essere sia un prodotto trash sviluppato da salumieri (con tutto il rispetto per la categoria) sia un prodotto con fattore-truffa, seppur nell’ordine di centesimi. Nonostante tutto, il modello di guida non è il peggiore del pianeta: l’auto si guida male e si inceppa ogni due per tre…ma conoscendo il modello che viene riprodotto, forse questi elementi sono semiquasi simulativi. Inoltre, i vari elementi zotici che contraddistingueranno le vostre partite – in particolare sotto il profilo tecnico – potranno almeno farvi sorridere, mettendo il gioco a pattinare pericolosamente sul filo del so bad it’s so good – e anche sul filo del vaffa.

Tecnologia postsovietica

Il comparto tecnico di Russian Car Driver è la ciligina su cotanta torta di sfascio motoristico e psichiatrico.

russian car driverLo stile visual è quello dei giochi prima era PSX a basso budget, di livello Cryo per intenderci. Chicche particolare sono i vari accavallamenti tra poligoni, mucche decedenti che ci attraversano il cofano durante il trapasso e tanti sbrindelli nella grafica dei paesaggi; menzione speciale per il cielo notturno e la luna, in un mix che ricorda l’effetto ottenuto disegnando con i pastelli a cera sulla carta igienica.

Il sonoro è semi-assente, se escludiamo il grido di dolore meccanico fatto dal motore dell’auto e tutti gli annessi e connessi, più i vari stonk/sbeng fatti dagli urti contro il magro e decadente arredo stradale. La colonna sonora si ricorda di esistere durante gare e prove parcheggio (ma forse nemmeno in tutte) con tonalità da film porno. Ah, quasi dimenticavamo: durante il freeride si può ascoltare la radio, con un tot di stazioni a tema ma generalmente tendenti alla ciofeca.

Il sistema di controllo, tutto sommato, ne esce quasi vittorioso da questa fiera dell’insulto intestinale: l’auto grosso modo si controlla (male, ma si controlla), e può aiutarvi come tutorial per quando avrete tra le mani il volante di uno Scania scarburato con problemi di convergenza. Epiche a dir poco sono le capacità di arrampicata del nostro veicolo, da far impallidire il miglior cingolato delle forze armate.

Valutazione

Grafica 30%
Sonoro 30%
Giocabilità 57%
Carisma 25%
Longevità 50%
Final Thoughts

Russian Car Driver è l'ennesimo rutto in faccia al gaming passato, presente e futuro: almeno, rispetto a titoli rivoltanti e pigri nella loro inutilità (vedete il vincitore dell'ultima Brutt Ten per avere un riferimento veloce) riesce un minimo a far ridere. Il fatto che costi 99 cents aiuta, ma comunque sono soldi che andrebbero spesi meglio per un caffé o un cornetto alla frutta.

Overall Score 38%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.