skully Anteprime, Nintendo Switch, PC, PS4, Xbox One

Skully – Anteprima: Un bel teschione rotolante e saltellante


 Skully. Il titolo dice tutto.



Ma quello è un teschio?


Esatto! Skully è un teschio, più precisamente è il protagonista di questo bizzarro platform 3D sviluppato da Finish Line Games. Il nostro ossuto eroe è stato riportato in vita per placare una bagarre tra tre divinità. Tuttavia essere tornato in vita non significa necessariamente avere un corpo, basta un cranio: bello rotondo e capace di rotolare per gli stage del gioco.
Così è iniziata la nostra esperienza su Skully, senza troppi fronzoli o lunghissimi tutorial. Immediatamente abbiamo potuto constatare dei comandi reattivi e veloci, una solidità dell’engine grafico e un setting abbastanza interessante da incuriosirci. Pur non proponendo nulla di particolarmente nuovo, la fatica di Finish Line Games ci ha subito trasmesso personalità. E’ un platform che vuole accontentare tutti, sia giocatori hardcore che casual, e sembrerebbe che la strada sia quella giusta. Il rammarico è quello di aver potuto solo utilizzare una delle tre forme extra del protagonista, quindi non abbiamo assistito a una grande varietà di puzzle, componente – tra l’altro – su cui il titolo punterà nella sua release finale. In generale l’azione ci è sembrata buona ma un po’ troppo ripetitiva. Abbiamo affrontato un solo tipo di nemico, abbiamo saltato qui e là alla ricerca dei fiori dorati che permettono di sbloccare extra, abbiamo raggiunto checkpoint, abbiamo rotto muri con la forma del Golem e… abbiamo camminato attraverso questi due livelli un po’ “piattini”. Le azioni da svolgere funzionano bene, a dirla tutta però sembrano un po’ striminzite come numero. Contiamo di vedere nella versione finale una maggiore interazione e varietà con i percorsi da completare.


skully

Buon look


Pur non essendo un titolo AAA, Skully esteticamente ci ha fatto una buona impressione. Il character design è buffo al punto giusto per renderlo simpatico, le ambientazioni sono abbastanza ben modellate e trasmettono un’ebrezza estiva davvero piacevole. Il programma non ha mai avuto cali di framerate e le collisioni funzionano più che bene. Qualche animazione del personaggio nella forma del golem ci ha un po’ disorientati, pur non essendo pessime, apparivano comunque un po’ troppo legnosette. Così come i nemici “blob acquatici” (a proposito: Skully odia l’acqua e può morire solo se in contatto con essa), hanno un aspetto davvero troppo semplicistico e cozzano con i background, quest’ultimi decisamente più curati. Tuttavia il risultato generale è più che discreto.
Buono, anche se non eccezionale, l’audio: discreto il doppiaggio, adatte le musiche e in sintonia gli effetti sonori. Forse ci saremmo aspettati qualche melodia più stravagante e qualche azzardo in più nella stesura dei dialoghi (in inglese, con sottotitoli in italiano), in generale però si mantiene su livelli più che dignitosi, sapendo dove andar a pescare nel suo range di utenza.
Apprezzabili anche i bozzetti sbloccati, dove vengono sfoggiati i character design preliminare dei vari protagonisti della storia. Speriamo di vedere vivamente un maggior numero di extra nella versione finale.


skully

Considerazioni


E’ davvero un titolo difficile da valutare questo Skully, visto che la beta permetteva di superare solo due capitoli eccessivamente brevi, davvero troppo poco per addentrarsi fino in fondo nelle meccaniche del gioco. Tuttavia abbiamo constatato che da una parte è davvero delizioso e piacevole da giocare, dall’altra deficita un po’ nel level design, apparendo leggermente piatto e anonimo. In generale si tratta di un buon platform 3D, diverso dal solito, capace di farsi apprezzare per le sue caratteristiche arcade; fermo restando che necessita assolutamente di una maggiore cura generale per quello che riguarda la varietà dei livelli.


skully

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.