snk vs capcom rivals Anteprime, PC

SNK vs Capcom Rivals – Anteprima


Ulisan

Sviluppatore

Ulisan

Publisher

Picchiaduro a incontri

Genere

Restiamo sempre in ambito superindie ma stavolta andiamo nel patinato e papagnato mondo dei picchiaduro a incontri: a questo giro vi portiamo le nostre prime impressioni su SNK vs Capcom Rivals, gioco di lotta dueddì realizzato dallo sviluppatore brasileiro Ulisan.

La demo può essere scaricata da GameJolt QUI – altre info e novità sulla pagina Facebook ufficiale QUI.

Pixeloni e mazzate ci attendono…iniziamo a dare uno sguardo a uno dei character trailer:

Rivalità infinite

In SNK vs Capcom Rivals, seguito di SNK vs Capcom Rivalry Conclusion, dello stesso autore, ci troveremo davanti a un classico picchiaduro a incontri con grafica pixelatissima e tanti bei tasti da pigiare per tirare botte in maniera più o meno spettacolare (rimembrando la “geografia” dei pad esabottonati della Sega, casa tanto amata in America Latina). Come intuibili, affronteremo in scontri 1vs1 (ma anche 2vs2) gli altri contendenti in lotte all’ultimo papagno – sempre con possibilità di rivincita, come la legge della strada e dell’arcade impone.

snk vs capcom rivalsNella versione demo abbiamo potuto provare sei combattenti (ce ne sono altri due “visibili” ma non ancora giocabili). In rappresentanza del bandierone gialloblu di Capcom, abbiamo: il vero politico pro-legalità nonché wrestler, Mike Haggar; il sempre miticus Ryu; Dudley, il pugile britannico visto la prima volta in Street Fighter 3. Dal fronte SNK gridano “presente”: il pugile nativo americano Rick Strowd; il wrestler panzuto e caciarone Raiden; il karateka Sho.

Come avete potuto arguire dal “pedigree” dei personaggi presenti – e, probabilmente, dal fatto che il gioco si chiami “Rivals” – ciascun lottatore di una delle due case vede nel roster dei combattenti il suo “omologo” dell’altra casa per stile di combattimento et similia. Nella versione finale, la rosa di combattenti giocabili sarà molto più ampia, con – da quello che si può arguire dalla pagina FB dedicata – almeno due dozzine di “coppie” di rivali, convocati da numerosi giochi delle due case, famosi e meno famosi.

Botte da orbi od orbi di botte?

Ordunque, narriamo un po’ quanto visto in questa prima versione giocabile di SNK vs Capcom Rivals. Nella demo possiamo provare tre modalità di gioco: arcade, versus e team battle. Tutto è molto intuitivo e intuibile, nonché incredibilmente familiari a tutti quelli che abbiano anche solo annusato un picchiaduro a incontri durante la loro carriera di videogiocatori: si può giocare da soli contro il computer che impersonerà il combattente avversario di turno, o contro un altro giocatore in uno contro uno o squadra contro squadra.

snk vs capcom rivalsIl gioco può essere controllato sia da tastiera che – per fortuna – da pad. I controlli via tastiera, a onor del vero, hanno una buona reattività e in generale non sono “azzoppanti” come si potrebbe pensare in un gioco del genere. A nostro avviso, tuttavia, il mapping di base dei tasti lascia un filo perplessi, con il movimento su TFHB e gli attacchi sul lato più “sinistro” della tastiera – senza falsa ironia, a meno che non vi guardiate prima il mapping dalle opzioni, passerete almeno un’ora nella speranza di ingarrare il tasto giusto che faccia succedere qualcosa.

Una volta risolti questi piccoli problemi di “comunicazione pulsantieristica”, e soprattutto una volta messo un pad mappato come si deve, scopriremo che il gioco si muove molto bene sotto il profilo del gameplay e della funzionalità dei controlli. Risulta molto facile iniziare a giocare anche in maniera “ignorante”, vale a dire senza usufruire delle tecniche più articolate, mentre è meno facile vincere senza accendere un attimo il cervello e spammare solo pugni a caso e calci all’aria tutti insiem (cit.). I vari combattenti sembrano tutti differenziati a sufficienza, così come il parco mosse attuale – divise in super e hyper, con queste ultime che useranno la “special gauge”. Dei tasti per menare, tre saranno dedicati ai colpi, più uno per i lanci e un altro come counter. Interessante e utile l’aggiunta di “schede” nella cartella del gioco per la descrizione delle mosse “generiche” (lanci – anche in aria – taunt etc.) e delle special moves di ogni combattente attualmente giocabile. In tema di opzioni, al momento è possibile settare il numero di round, la velocità generale di gioco e il tempo limite.

E quindi…snk vs capcom rivals

…alla fine, possiamo dire con soddisfazione che SNK vs Capcom Rivals ha tutte le carte in regola per essere un prodotto interessante e promettente, un titolo retrò che offre l’occasione di vedere in azione una miriade di personaggi delle due case giapponesi in un divertente “festival delle mazzate” che attraversa il tempo e i generi.

Se gameplay e controlli per ora promettono bene, anche a questo stadio di sviluppo i comparti audio e video sono discreti. La grafica ci mette davanti bei pixeloni e uno stile leggermente super deformed che rende bene l’idea di rissa caciarona del gioco – giusto gli sfondi, a momenti, sembrano aver bisogno di un pelo di lavoro in più. Il sonoro soddisfa, con voci belle tamarre e gridanti e una marea di suoni vintage ad accomparci tra le vari scazzottate e scalciottate. Ciò detto, aspettiamo fiduciosi la release finale.