Anteprime, PC

Spacecom – Anteprima


11 bit launchpad

Sviluppatore

11 bit launchpad

Publisher

Strategia/Indie

Genere

Ormai i comandanti spaziali di hollywood si sono evoluti e dispongono di ologrammi o connettori sensoriali che gli consentono di vedere una perfetta rappresentazione del campo di battaglia.
Tempo addietro tutto questo non esisteva e per avere una parvenza di tattica ci si affidava a schermi che illustravano con cerchi, triangoli e quadrati gli spostamenti delle navi nemiche. Pensiamo solo a guerre stellari e al tavolo parlante che continuava a rompere i maroni per ripetere che “la morte nera stava per oltrepassare il pianeta”. Spacecom sfrutta lo stesso principio, senza però rompere le balle per dirvi ciò che già vedete sullo schermo. Siete quindi pronti con il vostro berrettino da ammiraglio? Bene, rimettetelo nel cassetto perché non è il caso di rendervi ridicoli davanti ad una semplice anteprima.

TRIANGOLO IN D5, Alpha Centauri

Spacecom Screen (6)Come già detto, spacecom si affida alla rappresentazione di una schematica mappa stellare, per consentirvi di gestire l’espansione del vostro impero. Ogni sistema è collegato ad altri tramite percorsi fissi e questi sono gli unici spostamenti che le vostre navi possono compiere. Nei vari sistemi potete costruire schermi fotonici nucleari (il nome figo l’ho aggiunto io, tanto per renderlo più fantascientifico) oppure stazioni spaziali protoniche janwes (idem, ammetto di nuovo la mia colpevolezza) che vi aiuteranno a difendere i pianeti in caso di attacco. Per i combattimenti disporrete di tre tipi di navi, navi da conquista, navi da distruzione, navi da battaglia. Vista la complessità esagerata specifico che le navi da conquista servono a conquistare sistemi, le navi da distruzione servono a distruggere sistemi e le navi da battaglia portano i tramezzini; no ok, le navi da battaglia sono specializzate nel distruggere le altre navi. Spacecom Screen (3)Detto questo… aggiungendo che alcuni sistemi stellari producono navi, altri producono risorse, e altri riparano navi, ho riassunto il gioco nella sua completezza.
Sostanzialmente dovete conquistare la scacchiera di gioco battendo gli avversari con qualsiasi mezzo lecito, anche riempiendo le loro trasmissioni di repliche del Maurizio Costanzo Show… che gran gioco sarebbe uno che ti consente di fare ciò… ok, manderò un’email agli sviluppatori di Star Citizen!

DUE CHIACCHIERE IN COMPAGNIA

Spacecom Screen (1)Visto che vi ho già detto tutto facciamo conversazione. Diciamo che valutare grafica e sonoro in un gioco simile è abbastanza inutile, ma sono carini tutti quei rumorini elettronici che ci si aspetta di trovare in qualsiasi sala da battaglia.
La longevità del gioco si prospetta minima dato che sin dalla prima mezz’ora avremo visto tutto quanto  ha da offrire. Certo, ci sono varie missioni con achievement quasi impossibili per spronarvi a inseguirli, ma non ci si sente motivati nel farlo. La giocabilità potrebbe anche essere sufficiente se si considera che gli sviluppatori hanno puntato tutto sulla semplicità, ma d’altra parte, se il gioco deve essere un passatempo mi domando quante persone vorranno passarci sopra delle ore intere. Purtroppo la IA non è eccezionale e ciò rende spacecom un passatempo troppo lungo e uno strategico troppo approssimativo. E’ previsto il multiplayer, ma al momento di scrittura di questa anteprima io non posso provarlo e comunque mi domando sulla quantità di partite disponibili.
Carisma non pervenuto, sicuramente hanno ricreato un perfetto schermo da comandante, ma l’anonimato generale di navi, pianeti e circostanze non aiuta certo a risollevare una longevità caduta in qualche buco nero.

Fomentometro
Final Thoughts

Spacecom punta tutto sulla semplicità, anche troppo. Purtroppo la volontà di fare un casual game si scontra con la lunghezza delle partite e la mancanza di stimoli a continuare. Purtroppo così com'è il gioco ispira ben poco.

Overall Score 1.7
Readers Rating
0 votes
0