SPECIALE: I giochi più attesi del 2022 dalla redazione di Truegamers.it

Ed eccoci nuovamente al listone dei piú attesi dalla redazione (rimone involontario).

Questo 2021 appena passato è stato un anno tutto sommato ricco di gioconi. Abbiamo avuto dei grandi ritorni, delle ottime novità e anche qualche inaspettata sorpresa. Naturalmente speriamo che anche questo 2022 ci regali tante soddisfazioni e, ognuno di noi di Truegamers.it, rivolge lo sguardo verso quei titoli che fra tutti non vediamo l’ora di provare.

Perchè è importante, soprattutto in questo periodo, continuare a puntare verso quello che il futuro ci porterà, si tratti anche solo di un videogioco.

E dopo questa introduzione inusualmente seria non resta che dire: ROLL THE GARBAGE.

I PIÙ ATTESI DI Max!

The Callisto Protocol

Nonostante non si sappia ancora molto di questo horror fantascientifico, il survivalista che è in me non ha potuto fare a meno di provare un brivido di piacere nello scoprire che sul progetto sta lavorando parte del team che contribuí alla creazione di Dead Space e che a capo del peogetto ci sia perfino Glen Schofield, ovvero proprio uno degli ideatori dell’amato e ormai defunto brand necromorfico.

Schofield stesso ha dichiarato che il suo scopo è quello di rendere The Callisto Protocol il gioco piú spaventoso di questa generazione, esattamente come Dead Space lo fu a sua tempo. Parole forti, che spero vivamente saranno veritiere. Il mondo videoludico ha bisogno di un nuovo Dead Space.

Marvel’s Spider-Man 2

Non mi sarei mai aspettato di inserire un gioco Marvel fra i miei piú attesi e invece non vedo l’ora di poter provare questo Spiderman 2. 
I motivi principalmente sono 3:

  1. Sono rimasto piacevolmente colpito dal primo capitolo. Se volete scoprirne i motivi vi rimando alla mia review.
  2. C’è Venom, che è uno dei miei cattivi preferiti di sempre. 
  3. La qualità di sti tie-in della Marvel è sorprendentemente alta. Tipo quella di sti Giardinieri della Galassia.

Insomma, sono proprio curioso di vedere se Insomniac riuscirà a mantenere alto il tiro. L’impresa non è facile, visto che già Morales, sebben altamente spettacolare e divertente, si portava addosso una pesante cappa di more of the same. La speranza è che lo Stupefacente Uomo-Ragno sappia stupefarmi di nuovo. Vedremo.


I PIÙ ATTESI DI Tanuki!

Ai : The Somnium Files – Nirvana Initiative

Kotaro Uchikoshi difficilmente sbaglia un colpo e così la seconda visual novel a base di viaggi mentali, assistenti robo-oculari e dimensioni alternative che si incrociano non può non finire nella mia personale top 3 dei titoli più attesi.

Non vedo l’ora di scoprire quali folli investigazioni dovrà portare a termine Aiba e la sua nuova compagna Mizuki (promossa capo detective per l’occasione?). Dopo un primo capitolo con tantissime luci e poche ombre, l’occasione per sfornare il grande gioco pare propizia; scopriremo la verità ad Aprile.

Sonic Frontiers

Aspettare un bel gioco 3d di Sonic è ormai quasi più opera di fede che di raziocinio.
Eppure il porcospino blu continua a esercitare su di me una perversa attrazione. Non importa quanti improbabili comprimari animalischi gli affianchino, non importa che lo trasformino in riccio mannaro o lo catapultino nel setting di Mille e una Notte (o peggio di Excalibur), Sonic tornerà a splendere, ne sono certo.


Del nuovo gioco non si è visto praticamente nulla salvo l’ambientazione open world di stampo quasi Zeldiano ma l’impressione è che possa avvicinarsi più a un Sonic Adventure che a un Forces.
Pronto per natale, vedremo se sarà un bel regalo o una camionata di carbone.

Starfield

Si può rimanere affascinati da un teaser di un minuto e da un poster promozionale?
È bastato pochissimo per far balzare Starfield in cima alla lista dei miei personali most wanted.


Sarà il senso di avventura che traspare dalle pochissime immagini rilasciate, la voglia di vedere Bethesda approcciarsi a mondi e storie realmente nuovi o il sorriso compiaciuto di Todd Howard durante la presentazione.
Fatto sta che il prossimo 11 novembre è già cerchiato in rosso sul mio calendario.
Non vedo l’ora di partire per lo spazio!


I PIÙ ATTESI DI Sergio!

The King Of Fighters XV

Per il sottoscritto un nuovo gioco di SNK è sempre un evento, a maggior ragione quando si tratta di un nuovo The King of Fighters. Il quindicesimo capitolo di questa fantastica serie sembra un picchiaduro davvero solido.

Non certo al top a livello grafico, tuttavia quello mostrato nei vari trailer fa ben sperare in un’ottima giocabilità. Rivedere poi icone come Iori Yagami, Terry Bogard, Mai Shiranui, Ryo Sakazaki e compagnia cantante; è sempre una bella cosa.

Bushiden

Ispirato tantissimo dal mitico Ninja Warriors Again, sono sicuro che il team Pixel Arc Studios rilascerà un gran prodotto. Per quello che abbiamo potuto vedere si tratta di un gioco ottimamente realizzato per quanto riguarda la pixel art, indubbiamente di livello altissimo, sfiorando (o forse superando) la qualità dei migliori arcade anni 90.


Bushiden promette tanta azione in stile side-scrolling con botte da orbi. Un must per gli appassionati di retrogaming. L’unica incertezza rimane la data di uscita, incrociamo le dita che sia effettivamente per il 2022.

Tunic

Un delizioso action-adventure isometrico ispirato al primissimo Zelda, cosa volere di più? Ho provato la demo di Tunic e me ne sono letteralmente innamorato.

Promette di essere un titolo impegnativo e dall’ottima pulizia tecnica. Non mancano elementi souls-like per condire il tutto. Se ne volete sapere di più leggete la nostra anteprima!


I(L) PIÙ ATTESI(O) DI Tuxx!

Ormai, anche a causa di un PC che inizia a fare le bizze, credevo di avere perso le speranze di attese o hype per titoli del prossimo anno. Troppo ancora da recuperare da questo (da Village a Psiconauti Due), e con la recente passione nel cercare di completare titoli mai finiti in passato. Poi però mi è giunto alla mente che, zitto zitto, il 2022 ci porterà…

STALKER 2

… di nuovo nella Zona, lor signori, e che altro debbo aggiungere? Dopo una sbrodolata di anni, finalmente il buon vecchio team del primo capitolo delle nostre scorribande tra le salubri foreste di Pripyat ci riporta in un mondo fatto di mercenari in cerca di reliquie e redenzione, animali mostruosi, anomalie quantistiche, e un botto di vodka.

Il mondo di gioco, viene da sè, sarà sostanzialmente quello del precedente episodio, ma sono state promesse armi da modificare in molteplici modi e una trama in cui i finali dipenderanno in modo assai più concreto dalle scelte e azioni che avremo operato lungo le nostre esplorazioni. I’m ready to cheeki breeki again.


I PIÙ ATTESI DI Hill

In realtà, l’unico gioco per cui ho un minimo di aspettative è S.T.A.L.K.E.R 2: Hearth of Chernobyl ma ne ha parlato Tuxx giusto qui sopra e quindi preferisco non ripetermi. Ormai la mia libreria Steam straborda di giochi che avrei voglia di giocare e continuare a comprare titoli da accumulare non mi sembra una buona strategia. Quindi vi lascio con qualche titolo che potrebbe essere interessante:

Wind Runners

Attualmente in sviluppo presso la Ludic Studios, è un titolo in 2D che ricordo molto Luftrausers come gameplay anche se in questo caso ci troviamo davanti a un titolo un minimo più articolato.

Non sarà di sicuro un gioco epocale ma gli amanti dei roguelike potrebbero gradirlo assai.

Terminator Dark Fate: Defiance

Un RTS nel mondo di Terminator, penso basti già come motivo. Dopo Northgard mi manca un po’ un gioco di strategia in cui affondare i denti e questo potrebbero essere uno dei candidati (insieme a Starship Troopers – Terran Command).

Gli sviluppatori della Slitherine sono ormai arci famosi e esperti nella produzione di titoli strategici, però tendono anche a ottenere risultati molto misti.

Lascia un commento

sei + 18 =

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...