super boo quest PC, Recensione

Super Boo Quest – Recensione – Paura, delirio e viaggi nel tempo


SEEP

Sviluppatore

SEEP

Publisher

Arcade, Retro

Genere

I nostri amici del team SEEP tornano alla carica con un nuovo titolo retro: Super Boo Quest!
Introduciamoci al filmato introduttivo e poi sotto con la recensione.

Boo!

In Super Boo Quest vestiremo i panni di un fantasma a scelta (tre disponibili all’inizio più due da sbloccare) con l’edificante scopo di spaventare persone a caso in varie epoche storiche, partendo dall’antico Egitto fino ai giorni quasi nostri.

Ognuno dei trasparenti protagonisti avrà i suoi motivi specifici per prendere parte a questa infestazione a spasso nel tempo, motivi che ci verranno narrati da semplici cutscene a schermata fissa con didascalie.

Il gameplay di Super Boo Quest è di facile comprensione: in ogni livello dovremo raccogliere le gemme necessarie a caricare la barra “Boo” del nostro personaggio: una volta riempita, potremo usare il nostro potere per spaventare (fino, probabilmente, al proverbiale coccolone) il primo malcapitato che ci troviamo davanti. Rinse and repeat se il livello presenta più nemici; una volta fatti infartare tutti, potremo bellamente andare al livello successivo, fieri di aver incrementato il tasso di terrore della zona. Il livello finale di ogni periodo storico consisterà in una corsa contro il tempo per raccogliere le gemme utili ad evocare il Master Ghost e dichiarare definitivamente infestata l’area – e dunque passare all’era successiva.

Boh?

Il principale ostacolo che fermerà i fantasmi protagonisti di Super Boo Quest è la luce: in quanto fantasmi, i nostri “eroi” sono tecnicamente già deceduti, per cui non è gli si possa far male a mazzate o pistolettate. Indipercui, basterà venire illuminati dalle fonti di luce portate dalle vittime potenziali o semplicemente avvicinarsi a un lampione per farci perdere una vita – e sì, a vite finite arriverà un bel game over dritto sulle gengive. Diviene dunque facile capire che l’intero gameplay di “raccolta” ruoterà attorno sostanzialmente al dribbling di fiaccole, torce e lampadine varie onde evitare di perdere come dei fessi. Padroneggiare il diverso grado di velocità dei personaggi, e il rispettivo raggio d’azione del potere di “spavento”, sarà cosa fondamentale per procedere in questa bizzarra avventura.

A pepare le cose si aggiungono alcuni piccoli enigmi ambientali, i quali consistono nella pressione di interruttori super boo questspecifici per aprire porte o nella rottura di blocchi (non di palle) per facilitare la via verso l’uscita.

Beh!

Super Boo Quest è supportato da un buon comparto tecnico: i controlli sono reattivi e tutto funziona come dovrebbe. La grafica si mantiene come di rito in stile vintage, pennarellosa quanto basta, ma comunque chiara e ben definita. Sia personaggi che ambienti hanno un look simpatico e farlocco, scelta necessaria (e piacevole) vista l’impostazione del gioco. Applausi per la musica, in particolare quella iniziale, ricca di melodie memori della tamarragine arcade dei tempi migliori. Discreti gli effetti sonori, in linea con l’atteggiamento retrò che caratterizza la produzione.

Il livello di difficoltà di Super Boo Quest si rivela sobrio: il gioco è molto accessibile ma non si rivela una passeggiata, rendendosi ideale per partite brevi e veloci a basso contenuto di bestemmie. La longevità è soddisfacente per questo tipo di prodotto, sia per numero di livelli che per numero di personaggi da utilizzare.

Alla fine della fiera, Super Boo Quest si rivela un piacevolissimo titolo easy in salsa vintage, sufficientemente vario e “di cuore”, che cerca di riportare su PC un piccolo spaccato di gaming d’epoca senza pretese né arroganza – il tutto, in una fascia di prezzo che definire contenuta è un eufemismo.

Valutazione

Grafica 70%
Sonoro 80%
Giocabilità 85%
Carisma 80%
Longevità 80%
Final Thoughts

Super Boo Quest è una nuova conferma della capacità del team SEEP: semplice e immediato, è un simpatico passatempo in stile retrò che ha buone possibilità di divertire sia i nostalgici che i neofiti - e tutto ciò al prezzo di un caffé a tavolino.

Overall Score 79%
Readers Rating
0 votes
0

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.