twilight princess hd Recensione, WII U

The Legend of Zelda: Twilight Princess HD – Recensione


Tantalus

Sviluppatore

Nintendo

Publisher

Avventura, Action-Adventure

Genere

Sono già passati 10 anni dall’uscita di The Legend of Zelda: Twilight Princess, originariamente sviluppato per GameCube, poi approdato anche su Wii. Così Nintendo ha pensato bene di riproporlo per il decimo anniversario (e molto probabilmente per arginare il vuoto delle release del 2016 per Wii U) in versione HD, similmente come successo con The Legend of Zelda: The Wind Waker.
Tuttavia The Legend of Zelda: Twilight Princess rimane ancora oggi il capitolo maggiormente discusso della serie, nonché il secondo più venduto. Per molti si tratta di un capolavoro senza tempo, per altri un fallimento completo.
Spesso capita che la verità sta nel mezzo, ma non in questo caso. La fatica di Eiji Aonuma e Shigeru Miyamoto è un titolo troppo particolare e complesso per accontentarsi dello status di “via di mezzo”. Sotto un design che richiama fortemente Ocarina of Time, si cela un’anima completamente inedita, sfuggente e nascosta proprio in quel crepuscolo ad alta definizione nominato nel titolo.

RITORNO AL CREPUSCOLO

Il mondo di Twilight Princess HD è una terra fatiscente, composta da spoglie vallate e immensi dungeon. Il tutto riecheggia in un mondo antico, in una Hyrule apatica, fatta di popolazioni frammentate, ormai distaccate tra loro.
Con Link si attraversa un ambiente vasto, spesso “interotto” dal crepuscolo, dove il nostro eroe viene trasformato in lupo per rimettere a posto le cose. Ascolteremo così le paure e i sogni degli umani, chiacchereremo con gli
animali, combatteremo i nostri nemici, risolveremo complessi enigmi e non mancheranno i momenti di pura ilarità.
La particolarità di questo episodio di Zelda consiste proprio in questo, nella capacità di farci percepire utwilight princess hdn mondo più vivo che mai. In piena contraddizione con i suoi scenari spogli e l’atmosfera decadente, si respira una vita
profonda, a tratti ancestrale. Twilight Princess HD ha l’odore delle pagine di un grande racconto fantasy, in grado di farci tornare a sognare ad occhi aperti.

LINK SI FA IL LIFTING

Questo rework pur non essendo opera di Nintendo ma del team Tantalus, riesce a non deludere le aspettative. Prima di tutto è impossibile non notare il duro lavoro svolto per migliorare (quasi) ogni texture del gioco: il risultato finale è davvero notevole. Inoltre l’uscita HD, oltre ad aver tolto l’odiosissimo aliasing, ci ha liberato dal sorbire quella fastidiosissima e perenne nebbia posta per camuffare le sgranature della vecchia versione a 480p.
Invece i modelli poligonali non sono stati toccati e appaiono alquanto datati: c’è da dire che il gioco già per l’epoca (e tenendo conto per la console dove fu concepito), era davvero avanti, tanto che ancora oggi possiamo ammirare delle ottime animazioni, invidiabili anche da molti titoli moderni. Peccato solo per qualche raro calo di framerate nelle parti più concitate.

twilight princess hdDi contro, a livello di gameplay le aggiunte sono minime. Sono state fatte limature per ovviare i piccoli problemi di design dell’opera originale: ad esempio, il carico di Gocce di Luce da trovare quando Link è lupo per liberare una una zona
dal crepuscolo è alleggerito (da 16 sono passate a 12); anche qualche sezione dei dungeon è stata rivista e migliorata, rendendo così l’esplorazione maggiormente intuitiva e meno snervante. Da non sottovalutare anche la comodità della Lampada Spettrale, finalmente potremo sconfiggere le Anime Spettro senza dover ogni volta trasformarci in lupo.
Inoltre i menù sul paddone, nonostante graficamente un po’ spartani, sono funzionali al loro scopo: con qualche tocco è possibile cambiare velocemente armi, oggetti e armature – una comodità non da poco.
Infine, è da segnalare l’aggiunta dei timbri: nulla di trascendentale, ma sicuramente un ottimo extra da scoprire e condividere nel Miiverse.

The Wind Waker HD VS Twiligh Princess HD

twilight princess hdInevitabilmente molti videogiocatori dall’uscita del gioco hanno iniziato a fare paragoni con The Legend of Zelda: The Wind Waker HD, concludendo che il precedente remaster era nettamente superiore. Al riguardo c’è da dire che la
grafica di The Wind Waker era decisamente più semplice rispetto a quella di Twlight Princess. Proprio per questo, aggiunto al suo look stilizzato, poteva vantare un rispolvero senza pesanti cambiamenti sui modelli poligonali.
Differentemente Twilight Princess aveva una grafica maggiormente dettagliata, in un certo senso “più realistica”, rendendo così lo svecchiamento decisamente più arduo. Tra i due a livello tecnico è invecchiato decisamente meglio The Wind Waker (bizzarro che all’epoca lo stesso gioco venne aspramente criticato proprio per il suo stile), ma questo non toglie l’ottimo lavoro svolto da Tantalus.

 

Valutazione

Grafica 84%
Sonoro 90%
Giocabilità 90%
Carisma 87%
Longevità 92%
Final Thoughts

Tirando le somme, The Legend of Zelda: Twilight Princess HD vale la pena di essere acquistato? Per chi non avesse giocato l'edizione per GameCube o Wii la risposta è sicuramente sì. Vi troverete di fronte ad uno dei migliori episodi della saga nella sua veste migliore; con la possibilità di giocarlo in HD davanti alla TV o tramite il paddone spamparazzati sul divano. Al contrario, chi ha già giocato il gioco originale e non è un fan sfegatato delle avventure di Link può benissimo lasciare stare e aspettare la nuova avventura presto (si spera) disponibile per Wii U. Per tutti i fan di Zelda invece... ah, sicuramente è già nella vostra libreria in bella mostra con tanto di Amiibo di Link Lupo!

Overall Score 88%
Readers Rating
3 votes
92