Toxikk Anteprime, PC

Toxikk – Anteprima


Reakktor Studios

Sviluppatore

Reakktor Studios

Publisher

FPS Arena

Genere

Toxikk è un FPS arena based attualmente in fase early access, sviluppato e edito dalla Reakktor Studios. La descrizione del gioco arriva subito al punto, riportare in auge gli sparatutto che hanno monopolizzato la scena multiplayer per un lungo periodo di tempo, come ad esempio Unreal Tournament o Quake. Vediamoci il trailer:

Sicuramente dal video traspare un prodotto che vuole fornire un gran numero di modalità di gioco e che allo stesso tempo necessita di una community forte per essere sostenuto. L’early access di Toxikk punta a farci provare solamente il cuore del titolo, ovvero la giocabilità generale. I contenuti, attualmente, sono pochi dato che abbiamo a disposizione una sola mappa dove provare a giocare. Le armi e il movimento sono praticamente ultimati, potrebbero solo essere modificati per questioni di bilanciamento del gameplay oppure con delle aggiunte.

Grafica e sonoro

ToxikkSolitamento la grafica è sempre meglio tralasciarla quando si tratta di giochi in early access, ma in questo caso c’è la possibilità di trattare il tema senza problemi di sorta. L’impatto visivo di Toxikk è molto buono, il motore grafico fa appieno il suo dovere e non si presentano scatti o perdite di frame. Il fatto che un titolo in early access si presenti con la grafica funzionante a dovere, bug quasi a zero, pannello delle opzioni video e caratterizzazione dei particolari avanzata è un fatto più unico che raro. Le uniche cose che rimangono da vedere sono i contenuti che andranno aggiunti per forza, vedi le nuove mappe e i veicoli che abbiamo osservato nel trailer ma che non sono ancora disponibili. Il sonoro è molto buono e ben caratterizzato con i rumori delle varie armi ben distinguibili, manca forse qualche rumore d’ambiente anche se è un punto davvero minore per l’esperienza di gioco.

Giocabilità

ToxikkI pezzi forti di un qualsiasi titolo arena based sono il sistema di movimento, le mappe e le armi. Toxikk ripropone i movimenti che si potevano effettuare su Unreal con il tipico doppio salto e i dash nelle quattro direzioni possibili. La combinazione di questi vari elementi produce il movimento frenetico tipico di una parte degli arena based con i vari trick del mestiere da imparare in modo da rendere il movimento del nostro personaggio molto difficile da prevedere. Diventare bravi significa imparare a prevedere alcuni movimenti dell’avversario e allo stesso tempo mirare bene e scegliere bene tempismo. Dato che le armi paiono già essere quelle definitive ci si può già cominciare ad abituare al loro comportamento, tenendo conto che ogni arma è dotata di un fuoco primario e uno secondario con un effetto diverso. L’early access ci permette di provare una mappa sola e due modalità di gioco piuttosto comuni come deathmatch e team deathmatch. La quantità di server online è molto buona ma attualmente la community pare non decollare, con un numero medio di player ancora piuttosto basso. In ogni caso mancano ancora molti contenuti al gioco, può darsi che l’introduzione di veicoli e mappe giovi molto alla partecipazione media.

Armi

ToxikkIn Toxikk le armi sono molto ben curate anche se qualcosa di davvero nuovo si stenta a vedere. Dopo pochi minuti vi accorgerete che quasi tutti i nostri strumenti di morte sono molto simili ad altri visti nei giochi arena based più famosi. Andiamo per ordine e descriviamo in breve quelle disponibili(alcune saranno aggiunte successivamente ma si conosce ancora poco della loro forma):

    1-Raven: l’arma base del gioco che avremo disponibile al momento dello spawn. In sunto è una pistola semiautomatica che con il fuoco secondario effettua una raffica da tre colpi
    2-Bullcraft: fucile a pompa a doppia canna, molto efficace a corto raggio. Il fuoco primario spara un singolo colpo il secondario invece ne spara due contemporaneamente con una penalità successiva al rateo di fuoco. Il fuoco secondario è davvero devastante, dato che se ben utilizzato uccide quasi sempre istantaneamente.
    3-Violator: fucile d’assalto con lanciagranate, funziona abbastanza bene anche a media distanza e diventa molto efficace se si utilizza bene il lanciagranate.
    4-Falcon: Fucile di precisione in grado di uccidere con un singolo colpo alla testa, difficile da usare sul corto raggio ma molto utile in una mappa ampia data la possibilità di ingrandire sul bersaglio.
    5-Stingray: Una delle armi che si utilizzano di più, ricorda in parte la pulse gun di Unreal ma il fuoco secondario è praticamente come la railgun di Quake.
    6-Dragoneer: Lanciafiamme funzionante a napalm, può funzionare negli spazi stretti anche perchè impedisce all’avversario di vedere i bersagli. Il fuoco secondario rilascia una palla di fuoco abbastanza lenta ma potenzialmente letale.
    7-Cerberus: Il tipico lanciarazzi che non può mai mancare, con il fuoco secondario si può lanciare un missile guidato. Particolarmente appagante quando si riesce a colpire un bersaglio in aria.

Attualmente le armi disponibili sono quelle elencate sopra ma altre due sono già state confermate, ovvero l’impactor(arma da melee) e l’hellraiser di cui non sappiamo ancora nulla.

Valutazione

Toxikk sembra un titolo con discreto potenziale, in un momento in cui tutti i vecchi FPS arena based duri e puri stanno progressivamente perdendo giocatori. L’ultimo tentativo che ricordo di questo genere è relativo a Nexuiz, altro sparatutto ad arena caduto nel dimenticatoio pochi giorni dopo l’uscita. L’early access di Toxikk è degna di essere chiamata tale dato che ci mostra una giocabilità quasi definitiva e senza bisogno di ritocchi profondi, a scapito dei contenuti come mappe e modalità di gioco. Toxikk potrebbe essere una bella sorpresa a patto che si riesca a formare una community attiva e presente.