PC, Recensione

Trackmania 2 Valley – Recensione


Nadeo

Sviluppatore

Ubisfot

Publisher

Guida

Genere

Un Trackmania al giorno toglie il medico di torno! Questa frase solo leggermente parodistica potrebbe sintetizzare il pensiero degli amici di Nadeo e Ubisoft, i quali hanno da poco sfornato un nuovo episodio della nota serie automobilistica: signore e signori, ecco a voi Trackmania 2 Valley…e con esso, cotanta recensione! E pure un video.

E’ arrivato il trackmaniaco, per i monti e per le valli

trackmania 2 valley (1)Trackmania 2 Valley è, come facilmente intuibile dai sottili indizi che trapelano dal criptico titolo, l’ennesimo episodio della serie Trackmania firmata Nadeo. Forti del “squadra che vince non si cambia”, i programmatori hanno proposto nuovamente il consueto formato di gioco che ha sancito il successo di tutte le precedenti uscite della serie: anche questa volta si presenta a noi un single player ricco di tracciati utile a fare da “palestra” per lanciarsi nella modalità multiplayer online, ove potremo sfidare moltitudini di avversari stranieri e non lungo deliranti percorsi in time trial.

Ok…questo lo potevamo leggere in qualsiasi altra recensione, commento o postilla dedicata alla serie: cosa c’è di nuovo dunque? O almeno di diverso? Qualche riga di pazienza e lo scoprirete. Ma comunque non è che sia tanto, eh!

In pista!

Trackmania 2 Valley offre al giocatore una prima differenza in ambito strettamente visivo – ah, beninteso, il gioco continuare a stressare i nervi dei poveri utenti costringendo a usare quella ciofeca del client ManiaPlanet o la doppia ciofeca dell’uso di Steam + ManiaPlanet – sia dal punto di vista delle auto che dei paesaggi. Per quanto riguarda i nostri bolidi a quattro ruote, una volta abbandonate le pseudo-coupé fighe di Canyon e le simil-F1 di Stadium, ci troveremo in Valley a guidare delle versioni pompate/butterate delle Mini Cooper (nella recente incarnazione BMW, non quelle originali) con tanto di alettone e allargamento dei parafanghi sulle ruote posteriori. Oltre al “bah” strettamente estetico, abbiamo riscontrato anche una notevole sensibilizzazione dell’effetto dei freni sull’auto, apparentemente molto più prona ad avvitarsi in fase in frenata (anche lieve) rispetto agli altri veicoli utilizzati nei giochi precedenti.

trackmania 2 valley (2)Molto più interessante – per l’occhio, ovviamente! – il fattore novità in tema di paesaggi e fondali: in Valley ci troveremo immersi in un ambiente montano mitteleuropeo ricco di alberi e autostrade dai tornanti complessi, con le partenze che spesso sono collocate ad un casello autostradale. Il feeling è molto interessante, con questi nuovi ambienti capaci di farci sentire in un ambiente “vivo” e non taroccato, nonostante le piste rimangano fantasiose e sempre tendenzialmente spettacolari: è come se realtà e piste di Hot Wheels si fossero fuse, in una sorta di strana “fantasia proibita” del fanatico di motori e curve ad alta velocità.

Oltre a questi cambiamenti, il cuore del gameplay rimane intatto: ci sono i server dove sfidare tanta bella (e brutta) gente, in single ci sono tante piste (da sbloccare mano a mano che si completano) più la possibilità di caricare i propri replay una volta battuti i record e fare in modo che altri “single players” ci “sfidino” usando il nostro replay come ghost car dedicata sulla pista in questione. Degno di nota il fatto che dopo 300000000 giochi, alla Nadeo manco hanno pensato a mettere un tasto “next track” per il single invece di farci entrare e uscire decine dei volte dai menu (forse i programmatori vengono pagati un tot per ogni click).

L’editor è sempre presente, pare ci siano più tiles da usare (ma non vorremmo aver preso il canonico “cacchio per la banca dell’acqua” – cit.) che in passato e in generale tutto funge in maniera friendly e profonda al tempo stesso.

Ciò detto, il feeling che si è giocando questa nuova edizione è lo stesso, ottimo feeling che si ha con i “soliti” Trackmania, tenendo in conto che Valley arricchisce di molto l’impatto visivo e immersivo con ambienti rinnovati e di qualità a fronte di un nuovo modello di auto che fa leggermente ruttare. In ogni caso, se amate le sfide o semplicemente cercate la “perfezione al volante” a tutti i costi, Trackmania 2 Valley saprà soddisfarvi in ambo i casi, dandovi un’esperienza profonda, longeva e interessante sotto molteplici punti di vista.

Tecnologia valligiana

Trackmania 2 Valley non si comporta malaccio sotto il profilo tecnico. Il gioco si mostra solido, per nulla prono ai crash, sbung e sbang e capace di girare in maniera accettabile anche sui PC ormai in odore di (pre)pensionamento. Rispetto al passato, anche qui segnaliamo una minore compatibilità con i pad più di “sottomarca” e qualche instupidimento nel ricevere i comandi da tastiera durante le prime gare.

Buona la grafica, sempre discretamente fluida, e molto interessante il design generale degli ambienti, come già detto sopra: degni di nota anche i nuovi tracciati in stile “rally”, capacissimi di mescolare elementi credibili e fantasiosi con successo senza scadere nella ciofeca. Discreto anche il sonoro, fortunatamente privo delle nenie stonate che hanno caratterizzato Canyon (almeno nella build provata da noi, eh!).

Valutazione

Grafica 86%
Sonoro 70%
Giocabilità 82%
Carisma 87%
Longevità 87%
Final Thoughts

In toto, Trackmania 2 Valley si mostra davvero un buon titolo nell'ormai ultra-longevo filone di Nadeo, nonostante la mancanza di innovazioni di rilievo (e di qualche utility che non avrebbe guastato). Ben fatto, dall'ottima atmosfera e capace di tenere vivo il tipico feeling della serie, si rivela un ottimo titolo per chi cerca sfide impegnative e tante possibilità di gioco online.

Overall Score 82%
Readers Rating
0 votes
0